Giugno 19, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’aspettativa di vita è inferiore negli stati che eleggono repubblicani.

L’aspettativa di vita è inferiore negli stati che eleggono repubblicani.

L’aspettativa di vita è inferiore negli stati che eleggono repubblicani.

(Damon Winter | The New York Times) Una bandiera americana viene issata durante un raduno all’aeroporto regionale di Valdosta a Valdosta, Georgia, 5 dicembre 2020.

Venerdì scorso, gli amministratori di Medicare hanno pubblicato il loro ultimo rapporto sulle finanze del sistema, che conteneva alcune buone notizie inaspettate: le spese sono al di sotto delle aspettative e il fondo fiduciario dell’assicurazione ospedaliera non si esaurirà una volta previsto in anticipo.

Ma un motivo importante per questo miglioramento finanziario è stato orribile: COVID-19 ha ucciso troppi beneficiari di Medicare. Le vittime erano sproporzionatamente anziane e avevano già gravi e costosi problemi di salute. “Di conseguenza, la spesa della popolazione sopravvissuta era inferiore alla media”.

Ora, COVID ha ucciso molte persone in tutto il mondo, quindi non è stato solo un atto divino? non esattamente. Vedete, gli Stati Uniti hanno registrato un calo dell’aspettativa di vita maggiore quando il COVID ha colpito rispetto a qualsiasi altro paese ricco. Inoltre, mentre l’aspettativa di vita si è ripresa in molti paesi nel 2021, qui ha continuato a diminuire.

E la scarsa performance americana di COVID faceva parte di una storia più ampia. Non so quanti americani si rendano conto che negli ultimi quattro decenni la nostra aspettativa di vita è scesa ulteriormente rispetto a quella di altri paesi sviluppati, anche paesi che hanno sottoperformato economicamente secondo le misure convenzionali. L’Italia, ad esempio, ha avuto una generazione di stagnazione economica, senza crescita del PIL reale pro capite dal 2000, rispetto a un massimo del 29% qui. Tuttavia, gli italiani possono aspettarsi di vivere circa cinque anni in più rispetto agli americani, un divario che si è allargato anche quando l’economia italiana ha vacillato.

READ  Elon Musk contro Mark Zuckerberg: la rissa potrebbe svolgersi al Colosseo a Roma su invito del governo italiano

Cosa spiega il modo americano di morire? Gran parte della risposta sembra essere politica.

Una prova importante è che il problema della morte prematura non è distribuito uniformemente in tutto il paese. L’aspettativa di vita è estremamente disomogenea tra le regioni degli Stati Uniti, con le principali città costiere che non sembrano essere molto peggiori dell’Europa, ma il Sud e il Medio Oriente hanno prestazioni molto peggiori.

Ma non è stato sempre così? No. Le disparità sanitarie geografiche sono aumentate negli ultimi decenni. Secondo l’US Mortality Database, fino al 1990, l’aspettativa di vita in Ohio era leggermente superiore a quella di New York. Da allora, l’aspettativa di vita a New York è aumentata rapidamente, avvicinandosi all’incirca a quella di altri paesi ricchi, mentre l’aspettativa di vita in Ohio non è aumentata affatto ed è ora di quattro anni inferiore a quella di New York.

Sono state condotte numerose ricerche sulle cause di queste crescenti disparità. Un articolo del 2021 pubblicato su The Journal of Economic Perspectives ha esaminato varie possibili cause, come la crescente concentrazione di americani altamente istruiti (che tendono ad essere più sani di quelli meno istruiti) negli stati altamente istruiti e l’ampliamento del divario di reddito pro capite tra gli stati. Gli autori hanno scoperto che questi fattori potrebbero spiegare solo una piccola parte del crescente divario di mortalità.

Invece, hanno sostenuto, la migliore spiegazione sta nella politica: “Una spiegazione promettente per le nostre scoperte include gli sforzi dei paesi ad alto reddito per adottare politiche e comportamenti specifici per migliorare la salute almeno dall’inizio degli anni ’90. Nel tempo, questi sforzi hanno ridotto la mortalità nei paesi ad alto reddito.” più rapidamente che nei paesi a basso reddito, con conseguente ampliamento delle disuguaglianze spaziali nella salute.”

READ  Partner improbabili: Bvlgari e MB&F sviluppano un progetto di sorveglianza congiunto

Sembra giusto. Ma i paesi ad alto reddito hanno adottato politiche per il miglioramento della salute perché sono ricchi e convenienti? O è perché nell’America del 21° secolo i paesi ad alto reddito tendono ad essere politicamente progressisti, e la politica, piuttosto che il denaro in sé, fa la differenza?

Esiste, infatti, una forte correlazione tra quanto è aumentata l’aspettativa di vita di uno stato dal 1990 al 2019 e la sua inclinazione politica, misurata dal margine di Joe Biden su Donald Trump nelle elezioni del 2020: una correlazione leggermente più forte, secondo me, rispetto la correlazione con il reddito.

Ci sono diversi motivi per credere che la crociera della morte in America sia più politica che economica. Il primo è un confronto con i paesi europei, che hanno avuto tendenze sanitarie molto migliori anche quando le loro economie stavano andando male come l’Italia.

Un altro è il fatto che alcuni degli stati più poveri d’America, con l’aspettativa di vita più bassa, si rifiutano ancora di espandere Medicaid, anche se il governo federale coprirebbe la maggior parte dei costi (e la mancata espansione di Medicaid uccide molti ospedali). Ciò suggerisce che non riescono a migliorare la propria salute perché non vogliono, non perché non possono permetterselo.

Infine, da quando il Covid ha colpito, i residenti delle contee di tendenza repubblicana hanno avuto meno probabilità di essere vaccinati e maggiori probabilità di morire rispetto ai residenti delle contee di tendenza democratica, anche se i vaccini sono gratuiti.

Tutto ciò sembra molto rilevante nella nostra attuale era di guerra culturale, in cui molti politici repubblicani esaltano i valori dello stato rurale e rosso denigrando quelli delle élite costiere. Ad esempio, il governatore della Florida Ron DeSantis afferma che sebbene sia cresciuto intorno a Tampa Bay, è culturalmente un prodotto della Pennsylvania occidentale e dell’Ohio nord-orientale. Vale la pena notare, quindi, che la cultura che questi politici vogliono che tutta l’America emuli sembra avere problemi con una delle funzioni più importanti della società: impedire alle persone di morire presto.

Paolo KrugmannE Vincitore del Premio Nobel per le scienze economiche, editorialista per New York Times.