Febbraio 5, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’apice del cinema radicale

Ripubblicato su Blu-ray, The Working Class Goes To Heaven cattura l’era dei disordini politici che seguì l'”Autunno caldo” del 1969, come scritto da Kevin McKayghe

Lunedì 23 gennaio 2023

Edizione 2839

Lola (a destra) passa da strumento di capi ad attivista radicale in The Working Class Goes To Heaven

Radiance Films è un nuovo marchio dedicato alla distribuzione di film emozionanti e misteriosi da tutto il mondo. Ed è stato lanciato con l’uscita in Blu-ray di uno dei migliori film politici italiani: The Working Class Goes to Heaven.

Uscito nel 1971, riguarda la vita dell’operaia Lola Massa, ritratta con puro entusiasmo da Gian Maria Volonte. Non era estraneo a interpretare i cattivi: è stato l’avversario più memorabile di Clint Eastwood in Per un pugno di dollari e qualche dollaro in più.

E Lula ha una personalità brutale: fanatica, egoista e volgare fino al midollo. Sputa insulti a tutti quelli che lo circondano, è brutalmente sessista e si vanta di superare le quote di lavoro freelance.

Come lavoratore modello per conto dei capi e degli odiati uomini del Tempo e del Movimento in fabbrica, Lola vede se stesso come un oggetto. Ma gli eventi al di fuori del suo controllo lo costringono a confrontarsi non solo con la sua vita, ma anche con le forze più ampie che lo circondano.

La classe operaia va in paradiso mostra un’epoca di turbolenze politiche in Italia dopo il “caldo autunno” del 1969. Lavoratori e studenti Hanno combattuto fianco a fianco Contro i datori di lavoro, la polizia e lo Stato.

Lula ei suoi compagni di lavoro sono assediati da una parte dagli studenti manifestanti e dall’altra pacificati da una burocrazia sindacale arrendevole.

READ  Notizie in tempo reale: BlackRock risente delle turbolenze del mercato e delle commissioni più basse

Lui ei suoi compagni di classe sono stati radicalizzati da ciò che vedono intorno a loro e hanno dato fuoco a questa ingiustizia. Ma come ciascuno di loro decide di combattere diventa la questione cruciale: sciopero, occupazione o dimissioni?

Il film è stato in parte girato in una fabbrica di lavorazione dei metalli in Lombardia, nel nord Italia, occupata dalla sua forza lavoro. Rivela i punti di forza della solidarietà lavorativa, le insidie ​​del settarismo e le pressioni a cui l’individuo è esposto nel bel mezzo della lotta.

Il regista Elio Petri mina ogni certezza realista sociale esponendo l’umanità di ogni personaggio. Le scene che iniziano come farsesche si addentrano in un territorio più profondo.

Il richiamo di giovani cameriere nel suo furgone da parte di Lula si evolve in un’amara censura del proprio sessismo. Allo stesso modo, la scena in cui Lola classifica le sue cose in base al numero di ore impiegate è una meditazione inquietante. sulla merce.

La classe operaia Go to Heaven è un punto culminante nel cinema politicizzato. Il film ha vinto numerosi premi al Festival di Cannes del 1972, tra cui la Palma d’oro.

Questo Blu-ray in edizione limitata aggiunge diverse eccellenti funzionalità bonus che forniscono contesto e informazioni sul film, sul regista e sul cast. Questi includono un’affascinante intervista televisiva francese d’archivio con Volonte.

Radiance Films merita un enorme merito per aver dato a questo straordinario film una seconda vita.