Luglio 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Antartide ha appena raggiunto un minimo record di ghiaccio marino: molto

Secondo il National Snow and Ice Data Center (NSIDC), i livelli del ghiaccio marino intorno all’Antartide sono al minimo storico – e con un ampio margine – mentre l’inverno volge al termine. Questo importante traguardo accresce la preoccupazione che il ghiaccio marino antartico possa entrare in uno stato di declino causato dai cambiamenti climatici.

“C’è una certa preoccupazione che questo possa essere l’inizio di una tendenza a lungo termine di declino del ghiaccio marino antartico, dato che gli oceani si stanno riscaldando a livello globale e la miscelazione delle acque calde nello strato polare dell’Oceano Antartico potrebbe continuare”, si legge nell’annuncio dell’NSIDC. Rilasciato lunedì.

Il ghiaccio marino cresce attorno alle regioni polari e si scioglie con il passare delle stagioni. In Antartide, il ghiaccio marino raggiunge tipicamente la sua copertura minima alla fine dell’estate nell’emisfero australe, intorno a febbraio. Raggiunge la sua massima estensione alla fine dell’inverno, da metà a fine settembre. Lo scorso febbraio, gli scienziati hanno riferito che il ghiaccio marino galleggiante dell’Antartide ha raggiunto il minimo storico alla fine dell’estate, e la crescita del ghiaccio marino ha continuato a rallentare durante l’inverno.

Quest’anno, l’Antartide ha raggiunto la sua massima copertura annuale il 10 settembre, circa 13 giorni prima della media. All’epoca, la copertura annuale del ghiaccio era al minimo record di 6,55 milioni di miglia quadrate, 398.000 miglia quadrate in meno rispetto al precedente minimo record stabilito nel 1986.

“È sorprendentemente basso”, ha detto la glaciologa dell’NSIDC Twyla Moon. “Abbiamo questo minimo molto basso e non c’è stata alcuna capacità di recuperare verso i precedenti intervalli più alti durante l’autunno antartico e l’inverno antartico. “Stiamo iniziando a vedere un impatto durante tutto l’anno”.

READ  Smithsonian per ottenere alcuni campioni di asteroidi restituiti dalla NASA

Il ghiaccio marino attorno alle regioni polari svolge un ruolo importante nella protezione delle calotte glaciali vicine. La riduzione del ghiaccio marino significa che meno luce solare verrà riflessa nello spazio, provocando un ulteriore aumento della temperatura dell’acqua e destabilizzando il ghiaccio e i ghiacciai circostanti. Le coste sono anche più vulnerabili con meno ghiaccio marino, rimuovendo una barriera che potrebbe aiutare a proteggere le piattaforme di ghiaccio o le calotte glaciali in scioglimento.

Gli scienziati hanno assistito da tempo al declino del ghiaccio marino e ai suoi effetti nell’Artico. Lunedì, in un annuncio separato, l’NSIDC ha affermato che l’estensione del ghiaccio marino artico alla fine di quest’estate era al suo massimo. Sesto inferiore in quasi 45 anni di registrazioni satellitari – che si aggiungono alla tendenza allarmante secondo cui negli ultimi 17 anni si sono registrati i livelli più bassi mai registrati di ghiaccio marino estivo nell’Artico.

Le tendenze nel declino del ghiaccio marino antartico sono state più pronunciate, ma gli scienziati ora credono che il continente stia raggiungendo un punto critico, proprio come l’Artico. In soli sette anni, l’Antartide ha vissuto tre nuove estati con bassi livelli di ghiaccio marino. UN Lo studio è stato pubblicato Il 13 settembre, ha affermato che questi dati indicano che “i processi fondamentali che controllano la copertura del ghiaccio marino antartico potrebbero essere cambiati”.

“Ora stiamo assistendo anche ad una perdita di ghiaccio marino, poiché il ghiaccio che si forma sulla superficie dell’oceano sembra essere influenzato dall’aumento della temperatura dell’oceano e forse anche da altri processi”, ha detto Moon. “Potremmo trovarci di fronte a un regime completamente diverso ora che colpisce il ghiaccio marino antartico in tutte le stagioni”.

READ  Convertire la materia oscura invisibile in luce visibile

Moon ha affermato che l’Antartide ha mostrato le sue risposte al cambiamento climatico anche in altri modi. L’Antartide e l’Artico si stanno riscaldando più velocemente della media globale. L’aumento delle temperature oceaniche in tutto il continente ha causato un significativo scioglimento del ghiaccio attorno alla calotta glaciale, inclusa la destabilizzazione del ghiacciaio Thwaites, che ha all’incirca le dimensioni della Florida e contribuisce a un aumento annuo del 4% del livello del mare globale. Moon ha affermato che i cambiamenti nel modo in cui gli oceani e l’atmosfera si muovono stanno diventando sempre più evidenti.

“Non è una bella notizia”, ​​ha detto Jill Whiteman, esperta di rischi globali derivanti dal cambiamento climatico polare e professoressa di sostenibilità all’Università di Exeter. “Il ghiaccio polare è una delle più grandi polizze assicurative al mondo contro il cambiamento climatico galoppante, e possiamo vedere sia nel ghiaccio marino settentrionale che in quello meridionale che stiamo affrontando problemi e che stanno suonando campanelli d’allarme”.