Dicembre 7, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Lando Norris sente ancora la possibilità di battere la Ferrari al Gran Premio degli Stati Uniti

Potrebbe essere stata la loro seconda miglior squadra in qualifica, ma Lando Norris spera ancora di battere le Ferrari il giorno della gara ad Austin.

È stato un sabato piuttosto deludente al Circuit of the Americas per Norris, che si è qualificato per l’ottavo posto dietro al compagno di squadra. Daniel Ricciardo Ed entrambi i piloti Ferrari.

La nazionale italiana sembrava più forte di McLaren Per tutto il fine settimana finora sono i favoriti per finire in testa al centrocampo in gara.

Norris rimane ottimista sulla vittoria, soprattutto perché Sainz inizierà il soft play mentre lui e Ricciardo saranno in media.

“L’obiettivo è battere le Ferrari”, ha detto a Sky Sport dopo le qualifiche.

“Questo è il nostro obiettivo. Essere il più in alto possibile. Penso che Red Bull e Mercedes siano un po’ avanti ma abbiamo ancora una buona macchina, possiamo ancora segnare dei buoni punti e avere la possibilità di battere la Ferrari.

“Sarà importante all’inizio, al primo giro, cercare di andare avanti… Anche Carlos è dalla parte debole, quindi abbiamo sicuramente qualche possibilità per provare a portarli avanti domani”.

Né Norris né Ricciardo sono riusciti ad avvicinarsi al leader della Ferrari guidata da Charles Leclerc in qualifica, con Monaco più veloce di entrambi di oltre vent’anni.

Il britannico sente di avere la velocità per sfidare i suoi rivali nonostante il tempo e lo avrebbe fatto se non fosse stato per gli errori nell’ultimo giro.

READ  Festa Italiana d'Estate | Notizie, sport, lavoro

“La Ferrari è stata veloce oggi, quindi c’è voluto praticamente un giro perfetto per essere davanti a lui. Sono stati praticamente in vantaggio per la maggior parte delle qualifiche”.

“Quindi hanno un buon pacchetto e ci siamo andati vicini. Ho fatto un paio di errori nell’ultimo giro, come il settore 1 e il settore 2 penso che fossero buoni, ma solo nelle ultime due curve ho premuto un po’ troppo e troppo cotto.” [the tyres].

“Ho fatto l’opposto di quello che avrei dovuto fare. Ho pagato di più invece di guidare, cosa che le sarebbe andata bene un po’ di più.

Quindi probabilmente ho perso qualche decimo, il che è un male perché avrei potuto essere più alto di quei due, forse prima della Ferrari, non sono sicuro di quante volte l’abbiano fatto davvero.

“Ma penso che fosse abbastanza vicino che se non avessi commesso l’errore, sarei stato in vantaggio”.