Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’agricoltore torna dall’Italia riesce nel vivaio, guadagna: Il Tribune India


Servizio di notizie della tribuna

Avnee Kaur

Jalandhar, 19 settembre

In un momento in cui gran parte della popolazione agricola è riluttante ad adottare nuove tecnologie agricole, un agricoltore di Jalandhar ha ottenuto ottimi risultati combinando tecniche moderne con una buona gestione. Amarjit Singh del villaggio di Behram Sarishta qui è diventato un’ispirazione per altri agricoltori mentre continua a coltivare la sua impresa di vivai di ortaggi sfruttando al massimo le risorse disponibili.

Amajit Singh mostra gli alberelli al vivaio.

Nel 2011 l’agricoltore è tornato in Italia e ha avviato il suo vivaio di ortaggi su un piccolo appezzamento di terreno. Ma ora si è ampliato a sei acri, e ha allestito un piccolo sportello nella sua fattoria per vendere direttamente, risparmiando commissioni sugli intermediari.

Gli agricoltori e altri residenti di Jalandhar e dei distretti e villaggi vicini si mettono in fila fuori dal suo bancone per acquistare piantine, semi crudi e altri prodotti agricoli. “Di solito prendiamo ordini all’ingrosso la mattina presto tramite telefono o WhatsApp. Alcuni agricoltori locali acquistano 60.000 piantine o più per coltivare l’ortaggio nelle proprie fattorie o venderlo ulteriormente”, afferma Amarjit, che riceve anche ordini da Jammu, Himachal e altri stati.

Dice che stanno coltivando piantine di vari ortaggi come peperoni, cetrioli, cavolfiori, pomodori, spinaci, broccoli usando tecniche industriali come polyhouse, net house e irrigazione a goccia. “In un polyhouse, le piante vengono coltivate in un ambiente controllato con meno acqua, meno luce solare e meno pesticidi. D’altra parte, un net house consente alla luce solare, all’umidità e all’aria necessarie di passare attraverso gli spazi vuoti, fornendo un microclima adeguato questo è benefico per la crescita degli ortaggi”, spiega Amarjit. Per l’irrigazione, dice di aver utilizzato in precedenza il sistema di inondazione. “Tuttavia, l’acqua è stata distribuita in modo non uniforme alle colture, causando danni ai semi e problemi fungini. Ora utilizziamo l’irrigazione a goccia, che previene le malattie e consente di risparmiare tempo, denaro e acqua insieme a un’irrigazione eccessiva”, ha aggiunto.

READ  Falck, BlueFloat ha annunciato il progetto eolico galleggiante da 1.2 GW in Italia

Aggiunge che in passato per l’irrigazione venivano utilizzati solo dai 70.000 agli 80.000 litri d’acqua. Inoltre, ha installato un sistema di raccolta dell’acqua piovana nella sua fattoria, risparmiando da 80 a 90.000 litri di acqua piovana.

Parlando del suo viaggio, del perché è tornato dall’Italia e di come l’idea di un vivaio di ortaggi lo abbia colpito, Amarjit dice di appartenere a una famiglia di contadini e anche suo padre e suo nonno erano contadini. “Come la maggior parte dei giovani che cercano pascoli più verdi per guadagnare di più, mi sono trasferito in Italia. Lì ho svolto lavori agricoli e ho imparato molto sul vivaio di ortaggi. Ma non ero soddisfatto di quello che stavo facendo, quindi sono tornato e ho aperto qui un piccolo vivaio di ortaggi”, aggiunge.

Dice che anche sua moglie Rajveer Kaur lo ha aiutato nei suoi sforzi. “In riconoscimento dei miei sforzi per diversificare l’agricoltura, nel 2016 ho anche ricevuto il Parvasi Bharti Award della PAU per il ‘Sistema di agricoltura diversificato da coltivatori autonomi'”, afferma.

Amarjit ha aggiunto che il viaggio non è stato facile per lui. Ha affrontato molte sfide, ma il dipartimento locale per la conservazione dell’acqua e del suolo è sempre stato lì per salvarlo. Dice che ogni volta che aveva bisogno di consigli, le autorità locali lo aiutavano ad avvicinarsi agli esperti della PAU. Dice che riceve anche sussidi dal governo per l’irrigazione, i macchinari e altre necessità.

Lupinder Kumar, responsabile della conservazione dell’acqua e del suolo di Jalandhar, ha dichiarato: “Amarjit, che guadagna un reddito elevato, è un modello per altri agricoltori e li incoraggia a sfruttare al meglio le risorse disponibili, la tecnologia moderna e l’assistenza del governo”.

READ  La suora cantante italiana Sur Cristina si toglie il velo

Domanda di piantine dalla sua fattoria

  • Nel 2011, Amarjit Singh del villaggio di Behram Sarishta ha avviato il suo vivaio di ortaggi su un piccolo pezzo di terra, che ora si è esteso a sei acri. Coltiva piantine di vari ortaggi utilizzando tecniche come polyhouse, net house e irrigazione a goccia.
  • Gli agricoltori e gli altri residenti di Jalandhar e dei distretti e villaggi vicini si mettono in fila fuori dalla fattoria per acquistare piantine, semi grezzi e altri input agricoli. Amarjeet dice che sta ricevendo ordini anche da Jammu, Himachal e altri stati