Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La troupe cinematografica russa torna sana e salva dopo le riprese sulla Stazione Spaziale Internazionale

I membri della squadra di soccorso dell'Agenzia spaziale russa aiutano l'attrice Yulia Peresild a uscire dalla capsula poco dopo l'atterraggio della capsula spaziale russa Soyuz MS-18.

I membri della squadra di soccorso dell’Agenzia spaziale russa aiutano l’attrice Yulia Peresild a uscire dalla capsula poco dopo l’atterraggio della capsula spaziale russa Soyuz MS-18.
Foto: Agenzia spaziale Roscosmos (AP)

Una troupe cinematografica russa che è volata sulla Stazione Spaziale Internazionale per girare le scene del primo film girato parzialmente nello spazio, è tornata sulla Terra sana e salva domenica. Questo risultato darà probabilmente una piccola vittoria all’industria cinematografica russa Hollywood, che mira anche a girare un film sulla Stazione Spaziale Internazionale con la partecipazione di Tom Cruise Nel futuro.

Sabato, l’attrice Yulia Peresild, il regista Klim Shipenko e Oleg Novitsky – un vero astronauta che è stato sulla Stazione Spaziale Internazionale da aprile e ha anche avuto un ruolo nel film –È tornata sulla Terra a bordo della navicella spaziale russa Soyuz MS-18. Sono atterrati senza incidenti nel deserto del Kazakistan alle 10:35 ora locale del giorno dopo Il viaggio dura circa tre ore.

In totale, Peresild e Shipenko hanno trascorso 12 giorni a girare scene satellitari per il loro film la sfida, dove Peresild raffigura un chirurgo operativo che si prepara per un viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale per salvare un astronauta malato (Si dice gioca di Novitsky) La vita.

“La navicella spaziale con equipaggio Soyuz MS-18 è in piedi e al sicuro. L’equipaggio è soddisfatto!”, ha dichiarato Roscosmos, parte del progetto cinematografico congiunto. Twitter, secondo una traduzione di Agenzia di stampa Francia.

Il cosmonauta russo Oleg Novitsky, al centro, l'attrice Yulia Peresild, a sinistra, e il regista Klim Shipenko siedono sulle sedie poco dopo l'atterraggio della capsula spaziale russa Soyuz MS-18.

Il cosmonauta russo Oleg Novitsky, al centro, l’attrice Yulia Peresild, a sinistra, e il regista Klim Shipenko siedono sulle sedie poco dopo l’atterraggio della capsula spaziale russa Soyuz MS-18.
foto: Agenzia spaziale Roscosmos (AP)

In effetti, la troupe doveva essere soddisfatta, perché non avevano finito le riprese. La troupe cinematografica a terra ha svolto il lavoro mentre i funzionari russi hanno aiutato Peresild, Shipenko e Novitsky a uscire dalla capsula MS-18. Il Il New York Times Ha riferito che un produttore può essere visto gridare istruzioni sulla trasmissione in diretta dell’atterraggio fornita da Roscosmos e dalla NASA.

“Ragazzi, per favore, facciamo un po’ di riprese”, ha detto il produttore. “Per favore, non fare alcuna ripresa sui tuoi smartphone. Non fare alcun video, poiché questa è la fine futura del film per ora.”

Almeno questo finale sembra essere apparso Quattro scatti di una scena al suo interno L’attore saluta Novitsky poi continua Avvicinarsi a Peresild per baciarle la mano. In uno di questi scatti, Peresild guardò Nowitzki e strizzò l’occhio con un sorriso. L’equipaggio ora parteciperà a un programma di riabilitazione di 10 giorni per aiutarli a riprendersi dagli effetti della vita nello spazio.

sebbene il la sfida Drammatico, è improbabile che la troupe del film si aspetti di vivere un vero dramma mentre si trova a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Venerdì, la Stazione Spaziale Internazionale è stata inclinata dalla sua posizione durante Test dei motori MS-18 ha funzionato più a lungo del previsto. Fortunatamente, i funzionari russi e della NASA sono stati in grado di correggere la posizione della Stazione Spaziale Internazionale in 30 minuti.

Le scene possono essere girate, ma la battaglia per il primo film girato nello spazio è tutt’altro che finita. Sebbene la Russia sia davanti a Hollywood nella corsa, deve ancora finire davvero il film.

READ  I tassi di positività al COVID-19 aumentano a Los Angeles, in California, per la prima volta da mesi - Scadenza