Giugno 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La tragedia della spiaggia australiana che ha ispirato un movimento globale per la sicurezza contro gli strappi | nuoto

STiff Kodzius è a disagio a parlare di se stesso. Non ama altro che avere questa storia raccontata solo con la più fugace menzione del suo contributo. Meglio ancora, non è affatto menzionato.

L’unico problema per Kodzius è che senza di lui, le sue gesta eroiche, il disturbo da stress post-traumatico e centinaia di migliaia di dollari, non c’è Rip Current Rescue International.

“Una cosa che so dopo decenni in questo gioco è che ottenere finanziamenti per un progetto come questo è molto difficile, quasi impossibile”, afferma il regista di Gold Coast Jason Markland, che ha creato un documentario sulla sicurezza popolare dopo l’affondamento nel nord del NSW. Fingal Head è stata fondata nel 2016 e ora sta producendo una versione internazionale grazie al sostegno finanziario di Kudzius, uno dei principali bagnini dell’epoca.

“È un duro lavoro ed è per questo che è una benedizione avere qualcuno come Steve a bordo. È incredibilmente umile e riluttante a essere spinto davanti a qualsiasi cosa. Preferisce essere dietro le quinte ma capisce che le persone si collegano con la sua storia”.

Erin e Steve Kodzius (a sinistra) con il regista di Gold Coast Jason Markland in Fingal Head, dove il salvataggio di una giovane ragazza si trasforma in tragedia, ispirando il trio a produrre gli attuali documentari sulla sicurezza. Fotografia: David Morris Smith/The Guardian

La storia di Kudzius è piena di molte cose a cui i lettori si relazionano: dramma, tragedia, tristezza e speranza.

Il Venerdì Santo 2016, una mezza dozzina di persone si è precipitata in aiuto di una giovane famiglia quando la loro figlia di sette anni è stata trascinata in mare a causa di una crepa in una Dreamtime Beach incustodita. In scene caotiche che sono durate fino a 30 minuti, i loro corpi hanno subito un pestaggio mentre proteggevano Rihanna Milabe da rocce frastagliate e onde di 2 metri.

Kudzius, originario di Fingal, svolse un ruolo fondamentale mettendo una barca in acqua e portando di corsa la ragazza e il bagnino a riva, dove quest’ultimo fu resuscitato. Quindi torna per prendere un altro soccorritore e recuperare il corpo di Ryan Martin, annegato mentre salvava la vita della bambina.

La morte del trentenne è stata solo una delle tante tragedie che stanno attualmente dilaniando la piccola comunità di Fingal. Guardando oltre il confine, Markland ha lanciato una campagna per creare quello che secondo lui è il primo documentario sulla sicurezza dedicato al mondo.

Ha collaborato con l’attuale esperto di rip, il professor Robert Brander – AKA Dr Rip. Si è assicurato un accordo di produzione con il National Geographic Australia. Ha quindi rintracciato Kodzius e gli ha chiesto di aiutarlo a rivivere sullo schermo i tragici eventi del Venerdì Santo 2016.

Ryan Martin, annegato nel 2016
Ryan Martin è annegato nel 2016 mentre cercava di salvare una bambina di sette anni, ispirando un’attuale serie di documentari inquietanti.

“All’inizio ero preoccupato perché la famiglia Martin aveva perso una persona cara e sarei intervenuto solo se avessimo avuto il loro sostegno”, dice Kodzius, che ha tre figli e soffre di un disturbo da stress post-traumatico all’indomani dell’annegamento. “Tuttavia, ci siamo incontrati con il fratello di Ryan e ci ha benedetto”.

Quindi Kodzius dovette affrontare i suoi demoni mentali.

“Affrontare i miei ricordi del giorno in cui Ryan è morto è un ottovolante”, dice. “Sto bene alcuni giorni, altri no. Sono sempre nervoso quando sono in acqua e non credo che questo andrà mai via.

“Mi ha sconvolto vedere la tragedia svolgersi sullo schermo, ma lavorare sulla documentazione mi ha costretto a confrontarmi con alcune cose di cui avevo bisogno. È stato un processo di guarigione e ha portato un po’ di pace sapendo che stavo giocando un ruolo nell’aiutare gli altri a evitare l’incubo che abbiamo dovuto affrontare”.

killer silenzioso

Le correnti di strappo sono il pericolo costiero numero uno dell’Australia, contribuendo a una media di 26 morti ogni anno, mentre 3,7 milioni di adulti australiani sono involontariamente coinvolti in uno strappo.

“Questo è un numero di vittime più alto rispetto a molti dei disastri naturali che dobbiamo affrontare in Australia”, afferma Yasmin Luz, investigatore principale di Surf Life Saving Australia. “Negli ultimi cinque anni, abbiamo visto prove che più australiani stanno diventando consapevoli dell’attuale rischio di rottura… ma la ricerca ha dimostrato più e più volte che le persone non sono molto brave a riconoscerli”.

La tintura in acqua mostra come funziona la rottura
Il professor Rob Brander, noto anche come Dr. Rip, usa un colorante in acqua per mostrare come fare un’incisione. Video: ripcurrentsafety.com

Secondo la ricerca SLSA, un adulto australiano su tre non sa riconoscere una lacrima, mentre il 56% non è sicuro di poterlo fare. Solo nel 2020-21, i volontari e i bagnini di Surf Life Saving hanno condotto più di 8.000 soccorsi in tutta l’Australia e, sebbene non ci sia stata alcuna ripartizione delle cause, Brander afferma che non c’è dubbio che la maggior parte di essi fosse dovuta a lacerazioni.

“La triste verità è che siamo una nazione acquosa piena di persone che non riescono a riconoscere uno strappo”, afferma Markland, che ha trascorso 30 anni a creare contenuti concreti per artisti del calibro di National Geographic e Discovery Channels.

“Quando ho saputo della morte di Ryan, sono rimasto scioccato perché non sapevo come rilevare una rottura e sarei andato in panico da morire se fossi caduto in uno di essi. Volevo cambiare la conversazione sugli strappi e quindi questo era il più importante documentario che abbia mai realizzato. Sapevo che avrebbe salvato delle vite”.

Unendo scienza e storie di sopravvivenza e tragedia, Rip Current Heroes è stato trasmesso su National Geographic Australia e successivamente presentato da Qantas e Jetstar su voli nazionali e internazionali. Anche le guide di studio di Rip Current sono state messe a disposizione di tutte le scuole in Australia gratuitamente.

App per il fine settimana

Markland ha quindi puntato ancora di più, sforzandosi di produrne una copia per gli Stati Uniti. Kudzius e sua moglie Erin, la cui azienda Pinnacle Scientific Australia fornisce attrezzature a ospedali e laboratori, hanno nuovamente risposto alla chiamata alle armi.

“Stanno iniziando a vedere che possiamo avere un impatto enorme perché ci sono pochissime risorse per la sicurezza esistenti”, afferma Markland.

Dopo aver contribuito a finanziare un breve documentario per Curiosity Stream negli Stati Uniti, la coppia ha detto a Markland che avrebbero finanziato una versione di un lungometraggio.

“Steve sembra un ragazzo rilassato, ma è un uomo d’affari molto dinamico”, dice Markland. Lui e Irene sono il tipo di persone che dicono: ‘Spara alla luna, non fare niente di piccolo. Rendilo più grande che puoi immaginare”.

Il professor Robert Brander afferma che uno strappo non è una corrente sottomarina o una corrente di marea e può verificarsi in tutte le condizioni d’onda

Diventa globale

Il documentario risultante, Rip Current Rescue United States, è andato in onda a maggio dalla più grande stazione radio pubblica americana, la PBS, catturando scene dai Grandi Laghi alle coste della Florida e della California mentre esaminava la sicurezza attuale in un paese che registra fino a 100.000 salva ogni generale.

Kudziuses ha anche finanziato la creazione del sito webe ora supporta la produzione di Rip Current Rescue International, che vede Markland lavorare con le autorità per la sicurezza delle spiagge in Messico, Sud Africa, Costa Rica, Francia, Stati Uniti, Brasile, Filippine e Regno Unito per portare l’attuale allarmante messaggio di sicurezza al palcoscenico mondiale.

Tutto ciò porta conforto alla famiglia la cui morte della persona amata ha ispirato il viaggio.

“Niente può riportare Ry indietro ed è straziante, ma sapere che cosa ha fatto non è stato dimenticato è davvero importante per noi”, afferma Josh Martin, le cui gesta eroiche del fratello saranno protagoniste di Rip Current Rescue International.

“È fantastico sapere che il progetto sta diventando globale. Sono anche rimasto in contatto con Steve e sentire che continua a dedicare tempo e denaro per aiutare a salvare le persone è incredibile”.

E l’adolescente che deve la sua vita a suo fratello?

“La famiglia di Rihanna si è tenuta in contatto”, dice Martin, scusandosi per le sue lacrime. “Scusa se sono emotivo, ma li contattano ogni anno e ci inviano foto di lei, e vederla rafforza ulteriormente ciò che Ray ha fatto e mostra che non l’hanno mai dimenticato”.

READ  Karsten Warholm batte il record mondiale per vincere l'oro nella finale "assoluta" dei 400 m ostacoli alle Olimpiadi di Tokyo 2020