Maggio 6, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Thailandia sta intensificando i suoi sforzi per controllare COVID-19 poiché le morti stabiliscono un nuovo record giornaliero

Le autorità thailandesi stanno aumentando le restrizioni ai viaggi e altre misure per combattere la terza ondata di infezioni da COVID-19 in rapida diffusione, poiché domenica il paese ha registrato un record giornaliero di 11 morti.

Nonostante il successo della Thailandia nel frenare la diffusione del virus lo scorso anno, Nuova eruzione guidata dalla variante B.1.1.7 altamente trasmissibile Ha provocato oltre 24.000 casi e 46 decessi in soli 25 giorni.

Il Paese del sud-est asiatico rallenterà l’emissione di documenti di viaggio ai cittadini stranieri dall’India a causa della diffusione della variante Coronavirus chiamata B.1.617, ha detto Taweesin Wisanuyothin, portavoce della task force del governo COVID-19.

“Per gli stranieri dall’India che entrano in Thailandia, ora lavoreremo per rallentarlo”, ha detto, ma ha aggiunto che a 131 cittadini thailandesi in India già registrati per viaggiare a maggio sarebbe ancora consentito entrare nel paese.

Un funzionario del ministero della Salute ha affermato che la quarantena di tutti gli arrivi è stata estesa a 14 giorni, da 10 giorni fino a quando la situazione non migliorerà.

La Thailandia ha segnalato 2.438 nuovi casi di coronavirus e 11 nuovi decessi domenica, il secondo giorno consecutivo di morti record.

Altre misure annunciate nel fine settimana includono la chiusura di luoghi a Bangkok come parchi, palestre, cinema e asili nido dal 26 aprile al 9 maggio.

Bangkok ha anche imposto una multa di 20.000 baht (821 dollari australiani) per le persone che non indossavano maschere in pubblico.

I centri commerciali sono ancora aperti, ma la Thai Retailers Association ha limitato gli orari di apertura a Bangkok e in altre 17 province.

Una donna in un cortile blu è sola in una strada buia illuminata da luci viola su un carrello di cibo.
Gli acquirenti hanno orari limitati.(

AP: Gemunu Amarasinghe

)

Il primo ministro Prayut Chan-o-cha ha anche affermato sulla sua pagina Facebook che i governatori provinciali possono chiudere i luoghi pubblici e imporre il coprifuoco se necessario per fermare la diffusione del virus.

L’improvviso aumento del numero dei casi ha destato preoccupazione per il numero di posti letto ospedalieri, soprattutto perché la politica del governo è quella di accettare chiunque si dimostri di essere contagiato dal nuovo Coronavirus, anche chi non presenta sintomi.

I funzionari sanitari dicono che ci sono ancora più di 20.000 posti letto disponibili in tutto il paese.

In Thailandia finora sono stati registrati 55.460 feriti e 140 morti.

Reuters

READ  Delhi e Mumbai hanno chiuso con infezioni giornaliere raddoppiate a 200.000 in 10 giorni