Giugno 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La storia dietro l’incursione dimenticata di Nintendo nei romanzi visivi • Eurogamer.net

La storia dietro l'incursione dimenticata di Nintendo nei romanzi visivi • Eurogamer.net

Questa settimana ha visto la riedizione di veri capolavori di Nintendo. Sembra che i giochi Famicon Detective Club provenissero inizialmente da un universo parallelo: giochi Nintendo, ma anche romanzi visivi? Le prime due avventure sono state amorevolmente ripubblicate, con una grafica splendidamente aggiornata e molti cambiamenti nella qualità della vita, anche se l’avvertenza è che rimangono intenzionali e in qualche modo stravaganti. Per capire da dove provenissero questi giochi, abbiamo deciso di ricercare la storia di questa fantastica serie.

Quando pensi alla Nintendo negli anni ’80, cosa ti viene in mente? Super Mario Bros? Duck Hunt e il glorioso NES Zapper? Dominio assoluto del mercato dei computer domestici? Tutte le risposte sono corrette, ma anche per i Nintendo più specializzati, il Famicom Detective Club probabilmente non è in cima alla lista. Rilasciato per Famicom Disk System nel 1988, questo gioco ci ha portato due classiche narrazioni visive del misterioso omicidio, qualcosa che non abbiamo visto da Nintendo dall’ultima finestra. Purtroppo, questo duo non è stato lanciato al di fuori del Giappone, sebbene abbia una storia interessante.

Potete immaginare la sorpresa quindi, quando Nintendo ha annunciato che le versioni Switch sono in arrivo, e finalmente arriveranno anche in Occidente. Ora, questo non è un altro caso per tradurre originali come Earthbound Beginnings o Fire Emblem: Shadow Dragon e The Blade Of Light. Confermato per la prima volta nel 2019, gli sviluppatori di Steins hanno introdotto; Entrambe le voci di Gate Mages affrontano un remake completo, pur mantenendo questo gioco base con grafica, musica e dialoghi audio completamente nuovi.

Quindi, ti starai chiedendo, di cosa trattano questi giochi? La nostra storia inizia in “The Lost Heir”, dove il nostro eroe sconosciuto si sveglia su un pendio affetto da amnesia. Alla fine, si ricordava di essere stato un assistente investigativo, collaborando con Ayumi Tachibana, rendendosi conto che stavano indagando sull’omicidio di Keiko Ayashiro. Subito dopo, i due sono avvolti in una leggenda che circonda il tesoro della famiglia Ayashiro, una leggenda che non solo minaccia di resuscitare il defunto, ma uccide anche chiunque cerchi di rubarlo.

La serie ha avuto successo e ha avuto una versione anticipata, rilasciata l’anno successivo, con il titolo The Girl Who Stands Behind. Nominato due anni prima dell’erede perduto, ritroviamo il nostro protagonista dopo la scomparsa dei suoi genitori, e viene addestrato da un detective per diventare lui stesso un detective. Dopo essere stato incaricato di indagare su un omicidio alla Ushimitsu High School, un luogo infestato da voci spettrali per molti anni, il protagonista e Ayumi alla fine scoprono collegamenti a un caso di omicidio molto più antico, che si avvicina allo statuto delle limitazioni.

I giochi originali hanno un’identità visiva distinta.

Sebbene non particolarmente originali per gli standard odierni, queste storie stabiliscono uno standard di alta qualità, e questo è attribuito a Yoshio Sakamoto. In questi giorni, è meglio conosciuto per aver lavorato su Metroid e persino sui giochi WarioWare, ma in realtà è stato Famicom Detective Club a segnare la sua prima esperienza come sceneggiatore. Sakamoto era solo un principiante all’epoca e il leggendario Nintendo Junpei Yokoi, il padre del Game Boy, gli si avvicinò tra le altre cose. In qualità di produttore del gioco, Yokoi ha chiesto a Sakamoto di creare un’idea basata esclusivamente su un titolo di lavoro, Famicom Shonen Tanteidan (Family Computer Youth Detective Group).

Con nient’altro, Sakamoto ha avuto modo di lavorare con il team R & D1 di Nintendo, ma le cose non sono iniziate nel migliore dei modi. Il gruppo non era pronto per un gioco in cui la trama avrebbe avuto un ruolo così centrale, quindi per aiutare Sakamoto ha corso il rischio. Tenendo presente il concetto di base di amnesia proposto dal suo team più ampio, ha chiesto di diventare lo sceneggiatore del gioco. Anche se lo considera “spericolato“Spostandomi adesso, quello è finalmente diventato un momento determinante nella mia carriera.

Invece di trarre ispirazione dal lavoro investigativo – con l’eccezione dei romanzi di Seishi Yokomizo – Sakamoto ha guardato principalmente a due luoghi. Era uno Caso di omicidio seriale di Portopia, Uno dei primi sforzi del creatore di Dragon Quest Yuji Horii. L’altro era … più sorprendente. Nel 2010 GDC Sakamoto ha rivelato che il regista italiano Dario Argento, famoso per le sue atrocità, stava avendo un grande impatto. In seguito citando Deep Red come preferito, Sakamoto ha poi rivelato che lo stile di regia di Argento continua a ispirare la sua scrittura fino ad oggi. Segue quattro principi fondamentali del maestro: umore, tempismo, avvertimento e contrasto.

Original_game
Questo è un grande pezzo di storia di Nintendo.

Sakamoto si è reso conto che il gameplay di Famicom Detective Club doveva essere completamente progettato attorno alla storia, ha funzionato con questo nuovo approccio e alla fine ha consegnato al team una versione scritta a mano della sceneggiatura pianificata. Con le fondamenta gettate, tutto si è rapidamente riunito. Come parte delle loro indagini, i giocatori esploreranno ambienti diversi e parleranno con altri personaggi per ottenere informazioni, controllando le cose per ulteriori indizi. Era un approccio semplice, ma efficace, ed entrambi i giochi alla fine furono ben recensiti, anche se la loro fama duratura li sfuggiva.

Nintendo non ha dimenticato completamente i giochi, ma non erano nemmeno supportati molto bene. Quasi un decennio dopo, The Girl Who Stands Behind ha ricevuto un remake di Super Famicom (SNES), che presenta una grafica migliorata, una colonna sonora rivista e una nuova funzionalità di gioco che consente ai giocatori di rivedere le informazioni sui personaggi che sono già state raccolte. Tuttavia, al momento del rilascio, l’N64 aveva già due anni e quella versione era disponibile solo tramite Nintendo Power Il sistema, per processo, include cartucce flash riscrivibili. È un formato non progettato per l’archiviazione a lungo termine – e non era un mercato enorme – ma quella versione del gioco è sopravvissuta e in seguito ha ricevuto la traduzione dai fan.

NSwitchDS_FamicomDetectiveClub_TGWSB_02
Le nuove uscite hanno il loro stile.

Più oscuro, un terzo gioco è stato rilasciato nel 1997, intitolato “BS Tantei Club: Yuki ni Kieta Kako”, in cui presenta Ayumi che indaga su un omicidio per dimostrare l’innocenza di sua madre. Questo gioco è stato trasmesso in tre stagioni attraverso il modem surround Super Famicom, Satellaview, che ha anche fornito la voce recitante per Ayumi, ma forse privandola di qualsiasi opportunità per un pubblico davvero vasto. Yuki ni Kieta Kako non sta attualmente ottenendo una nuova versione di Switch, il che non sorprende dato che Nintendo raramente riconosce di avere la sua libreria Satellaview.

Da allora, però, non abbiamo visto molto di Famicom Detective Club. Ayumi è apparso come trofeo in Super Smash Bros Melee – e Masahiro Sakurai lo considerava un combattente giocabile – ma indipendentemente dalla riedizione, tutto ciò che abbiamo è un costume Ayumi sbloccabile in Super Mario Maker. Dimenticato da tutti i fan tranne l’hardcore, la decisione di Nintendo di rielaborare questi giochi è benvenuta, ma anche un po ‘surreale, considerando che opzioni popolari come F-Zero, Kid Icarus e Golden Sun rimangono dormienti per ora.

Mentre l’originale Sakamoto e lo staff di sviluppo Nintendo tornano per supervisionare il lavoro di Mages, queste nuove versioni sembrano tornare a casa. Personalmente, non riesco ancora a credere che Famicom Detective Club sia finalmente arrivato in Occidente tre decenni dopo il suo rilascio iniziale, ma arrivare in ritardo è meglio che no. Chi può dire in cosa potrebbe trasformarsi Nintendo dopo. Ma, se qualcuno accetta suggerimenti, sento che StarTropics sembra così solo.

READ  Paul Gascoigne è quasi caduto da un elicottero a bordo di una Anna A Celeb italiana