Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La scoperta di un cimitero gigantesco contiene scheletri rari – RT UK News

Gli archeologi hanno scoperto i resti “quasi puri” di cinque mammut dell’era glaciale durante gli scavi in ​​un cimitero di 200.000 anni recentemente scoperto nel Regno Unito. Sono stati anche trovati strumenti che i Neanderthal potrebbero aver usato per cacciare gli animali.

I resti, compresi quelli di due adulti, due giovani e un neonato, appartengono a un tipo di mammut delle steppe, l’antenato del mammut lanoso. Si prevede che verranno rivelate altre ossa mentre gli scavi continuano nel vasto sito, una cava di ghiaia nei Cotswolds vicino alla città di Swindon.

I ricercatori stimano che l’età dei resti di mammut e degli strumenti di pietra sia di circa 220.000 anni. Si ritiene che il sito fosse una volta una fertile pianura in cui venivano attratti animali e uomini di Neanderthal quando le temperature si raffreddavano.

Ordine di ricerca tra “Le scoperte più importanti della paleontologia britannica”, Il biologo evoluzionista Ben Jarrod ha detto all’Observer che trovare scheletri così ben conservati è stato… “Estremamente raro.” Il mammut delle steppe, ha detto, era il più grande della specie, un tempo pesava fino a 15 tonnellate, circa due o tre volte il peso dell’elefante africano.

È uno sguardo al passato. Questo è molto importante in termini di comprensione di come il cambiamento climatico influenzi in modo specifico ambienti, ecosistemi e specie.

Per saperne di più

Gli scavi nel sito sono iniziati nel 2019 dopo che due cacciatori di fossili hanno scoperto i resti e un’ascia di Neanderthal nel 2017 e hanno allertato il gruppo archeologico DigVentures. Da allora, il team ha recuperato ossa tra cui canini, ossa delle gambe, costole e vertebre, alcune delle quali mostrano segni di possibili segni di macellazione. Sono stati trovati anche strumenti di selce che si ritiene siano stati usati per pulire le pelli fresche.

READ  I fisici scoprono per la prima volta sconcertanti "particelle fantasma" all'LHC

“I siti archeologici di questo periodo sono rari e sono essenziali per comprendere il comportamento dei Neanderthal in Gran Bretagna e in Europa. Perché così tanti mammut sono morti qui? I Neanderthal potrebbero ucciderli? Cosa possono dirci sulla vita nella Gran Bretagna dell’era glaciale? La gamma di le prove in questo ci danno Il sito è un’opportunità unica per rispondere a queste domande”, Lisa Westcott Wilkins di DigVentures ha dichiarato a The Observer.

Altre scoperte nel sito includono alci giganti – due volte più grandi degli animali di oggi – con corna larghe 10 piedi, scarabei stercorari, che usano escrementi di animali per cibo e riparo e lumache d’acqua dolce. Sono stati scoperti anche semi, pollini e fossili appartenenti a piante estinte.