Settembre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Russia ha riportato un calo di pressione nel modulo di servizio della stazione spaziale

Il modulo di laboratorio multiuso Nauka (Science) è visto attraccare con la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) il 29 luglio 2021 in questa immagine fissa del video. Foto scattata il 29 luglio 2021. Roscosmos/Handout via REUTERS

MOSCA (Reuters) – Il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos ha dichiarato sabato che la pressione su un modulo di servizio russo presso la Stazione Spaziale Internazionale è diminuita a causa di una fuga d’aria.

La pressione si è allentata nell’arco di due settimane prima che l’unità di ricerca russa, Noka, facesse perdere il controllo alla stazione quando ha acceso i motori poco dopo l’attracco di giovedì, ma il capo di Roscosmos Dmitry Rogozin ha affermato che i due eventi non erano correlati.

Roscosmos ha dichiarato in una dichiarazione che il calo di pressione è causato da una nota leggera perdita d’aria nella camera di trasferimento isolata dell’unità di servizio Zvezda e che la pressione aumenterà entro le prossime 24 ore.

“È stato un previsto declino piuttosto che un ‘brusco’ nell’ancora problematico Zvezda, che non è correlato all’unità di ricerca”, ha detto Rogozin in un tweet in risposta ai resoconti dei media.

La pressione nell’unità di servizio è scesa il 29 luglio, giorno in cui l’unità di ricerca di Nauka ha attraccato, a circa un terzo del suo livello il 14 luglio, ma sarà aumentata, ha twittato Rogozin.

L’anno scorso è stata scoperta una perdita d’aria nell’unità Zvezda, che fornisce alloggi per i membri dell’equipaggio e sistemi di supporto vitale. Non rappresenta alcun pericolo per l’equipaggio, ma continua nonostante i tentativi di ripararlo sigillando le crepe.

READ  La NASA parla della possibilità che un asteroide Bennu entri in collisione con la Terra

La Russia ha dichiarato venerdì che un problema tecnico del software e il potenziale calo dell’attenzione umana sono da imputare a una situazione di emergenza causata dalla riaccensione involontaria dei convogli a propulsione a reazione dell’unità di ricerca di Nauka. Leggi di più

Sabato, l’equipaggio russo è entrato nell’unità di ricerca dopo aver testato e pulito l’aria, ha twittato Rogozin.

La Russia ha tenuto una riunione del Consiglio Scientifico sabato per discutere il futuro utilizzo della parte russa della stazione spaziale, che è stata mandata in orbita nel 1998 e dovrebbe funzionare fino al 2028.

“Il Consiglio dei principali produttori, dopo aver considerato lo stato attuale del settore ISS russo, ha osservato che l’uso del settore ISS russo dopo il 2024 crea ulteriori rischi a causa dell’obsolescenza delle apparecchiature”, ha affermato Roscosmos.

(Segnalazione di Maria Tsvetkova) Montaggio di Giles Elgood

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.