Dicembre 7, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La provincia canadese della Columbia Britannica colpita dalle inondazioni sta limitando il carburante e i viaggi non essenziali

La Columbia Britannica ha imposto restrizioni temporanee al carburante e ai viaggi non essenziali per alleviare le interruzioni della catena di approvvigionamento e supportare i lavori di recupero a seguito di inondazioni e frane che hanno distrutto strade e case e lasciato migliaia di persone bloccate nella provincia canadese occidentale.

Gli ordini, annunciati dal vice primo ministro Mike Farnworth in un briefing, limitano il numero di persone in alcune aree, tra cui l’isola di Vancouver, a 30 litri di carburante per visita a una stazione di servizio fino al 1 dicembre.

Saranno inoltre vietati i viaggi non essenziali lungo le autostrade pesantemente colpite.

“Questi ordini aiuteranno a mantenere il traffico commerciale, stabilizzare le nostre catene di approvvigionamento e garantire che tutti possano tornare a casa in sicurezza”, ha affermato Farnworth.

Le tempeste, iniziate lo scorso fine settimana, hanno costretto alla chiusura del gasdotto Trans Mountain e hanno interrotto due importanti linee ferroviarie est-ovest di proprietà della Canadian Pacific Rail e delle Canadian National Railways, portando al porto più trafficato del Canada a Vancouver, ostacolando le forniture di carburante e merci. . .

Strada gravemente danneggiata dall'alluvione
I funzionari hanno descritto l’inondazione come “disastrosa”.(AP: Daryl Dick/The Canadian Press)

Farnoth ha affermato che la provincia sta anche lavorando con il governo federale per importare carburante attraverso percorsi alternativi, inclusi camion e chiatte dagli Stati Uniti o dalla vicina provincia di Alberta.

Ore prima dell’annuncio delle restrizioni, la provincia allagata ha ricevuto alcune buone notizie quando Canadian Pacific ha affermato che i lavori per riparare le infrastrutture danneggiate continueranno senza interruzioni e il servizio dovrebbe essere ripristinato entro la metà della prossima settimana.

“Salvo eventuali problemi imprevisti, al momento stimiamo che il servizio tornerà a metà settimana”, ha detto il portavoce della società Salem Woodrow in una e-mail.

Il gasdotto Trans Mountain, che trasporta fino a 300.000 barili al giorno di greggio dall’Alberta alla costa del Pacifico, si è detto “ottimista” che il gasdotto possa essere riavviato con una certa capacità entro la fine della prossima settimana.

Le ferrovie sono state spazzate via e ricoperte di macerie dopo le acque alluvionali
Gli operatori ferroviari si stanno affrettando a riparare le infrastrutture.(AP: Daryl Dick/The Canadian Press)

Canadian National ha affermato che sta facendo progressi nella riparazione della rete ferroviaria danneggiata nella Columbia Britannica, ma si aspetta che i lavori di riparazione continuino almeno nella prossima settimana.

Sembra che il disastro sarà il disastro naturale più costoso che abbia mai colpito il Canada.

Le chiusure ferroviarie hanno lasciato gli esportatori di materie prime in difficoltà per deviare le spedizioni lontano da Vancouver, evidenziando la vulnerabilità delle catene di approvvigionamento canadesi ai cambiamenti climatici.

Un trattore rosso guida su una strada allagata dopo una forte pioggia
I funzionari canadesi stanno cercando di ristabilire catene di approvvigionamento vitali.(Afp: Jonathan Hayward/The Canadian Press)

Le pompe dell’acqua sono ancora pienamente operative ad Abbotsford, a est di Vancouver.

Se falliscono, dicono i funzionari, tutti i 160.000 residenti potrebbero dover andarsene.

Bruce Banman, un politico regionale che rappresenta l’area, ha esaminato i danni in elicottero e ha affermato che circa il 50 percento della ricca prateria agricola di Soma rimane sott’acqua.

Casse in frantumi e altri detriti accumulati dopo l'alluvione
Il disastro ha evidenziato la vulnerabilità delle catene di approvvigionamento canadesi ai cambiamenti climatici.(Afp: Jonathan Hayward/The Canadian Press)

“È straziante da vedere. Ci sono ancora agricoltori che cercano di salvare il bestiame”.

Ha detto che le sole riparazioni delle infrastrutture costerebbero più di 1 miliardo di dollari canadesi (1,1 miliardi di dollari) e ciò non copriva le perdite di raccolto.

Reuters

READ  Twitter chiude gli account cercando di eludere il divieto di Trump