Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La pizzeria di New York City ha guadagnato fama scambiando fette con i soci

Un pizzaiolo italiano ha iniziato a scambiare le sue creazioni di pizza con altre cucine internazionali durante il blocco alimentato dalla pandemia di coronavirus nel 2020.

La decisione dello chef Gabriel Lamonaka di farlo non solo gli ha dato la possibilità di sperimentare le sue creazioni, ma lo ha anche aiutato a spianare la strada alla pizzeria dei suoi sogni: pizza irregolare.

Clicca qui per saperne di più su FOX BUSINESS

Questo romano, nato in Italia, il cui sogno era avere un negozio tutto suo, si è ritrovato chiuso nel suo appartamento nel marzo 2020 senza lavoro. Per occupare il suo tempo, Lamonaka ha iniziato a sperimentare diverse ricette di pizza.

Pizza irregolare a Manhattan. (pizza irregolare)

“Volevo provare diverse combinazioni di estensioni”, ha detto Lamonaka a FOX Business.

Paola Sinisgalli, ora responsabile marketing e comunicazione di Uniform Pizza, ha suggerito di creare una pagina Instagram per mostrare le creazioni che Lamonaca stava realizzando nel suo appartamento di Midtown.

Presto i loro amici furono colpiti dal vento Dopo che le foto hanno raggiunto i social media Hanno chiesto una fetta per se stessi.

Così, Sinisgalli e Lamonaca hanno iniziato a consegnare a mano le pizze gratuitamente negli appartamenti dei loro amici, cioè fino a quando uno dei loro adorabili amici non ha restituito i cocktail fatti in casa. Sinisgalli ha detto a FOX Business che è stato inviato loro direttamente da un uomo su una motocicletta.

Questo gesto gentile ha cambiato tutto e all’improvviso il duo ha deciso che avrebbero scambiato le creazioni di pizza di Lamonaka con altri cibi.

READ  Ellera & The Garden at Ellera offre una doppia esperienza culinaria in un unico luogo

Metti in movimento la tua attività FOX facendo clic qui

“Non era come una strategia di marketing o un espediente… È semplicemente successo in modo molto organico”, ha detto Sinisgalli. “Non puoi far pagare una pizza a un amico… Sembra sciocco. E quindi siamo tipo, e se provassimo altri ristoranti in cambio?”

Le fette di pizza sono in mostra da Uniform Pizza a Manhattan. (pizza irregolare)

Gli scambi sono iniziati principalmente con il cibo: qualsiasi cosa, dai noodles fatti in casa, al gelato e al barbecue fino al cibo cinese.

“Le persone si sono rese conto che potevano barattare qualsiasi talento o passione avessero”, ha detto Sinisgalli, aggiungendo che hanno iniziato a ricevere spazzolini da denti elettrici, trattamenti per il viso, lezioni di equitazione, lettere e persino soggiorni in hotel per la pizza.

Un cliente di Anonymous Pizza a Manhattan. (pizza irregolare)

Ad un anno esatto dal loro primo scambio, il 18 maggio 2021, Lamonaca e il suo socio in affari Salvatore Gagliardo hanno aperto una pizza irregolare. Da allora hanno mantenuto la loro tradizione di baratto, offrendo scambi tre o quattro volte alla settimana.

In un recente quartiere, l’equipaggio di Uniform Pizza ha collaborato con Ryan Serhant di Million Dollar List: New York di Bravo che ha scambiato un cocktail party in un lussuoso appartamento di Harlem con una pizza.

La pizzeria afferma di essere l’unico locale di New York City che offre pizza per qualsiasi buon prodotto o bevanda di altri newyorkesi.

Hanno ricevuto così tanti ordini che è stato difficile tenere il passo, quindi hanno iniziato a incoraggiare le parti interessate a iscriversi tramite il sito web di Uniform Pizza.

Pizza irregolare a Manhattan (pizza irregolare)

Ma nell’ultimo anno, il negozio ha iniziato a rendersi conto che la maggior parte delle sue residenze sono state con piccoli imprenditori.

READ  Senza mascherina e 'a basso rischio', l'Italia saluta un traguardo importante

La carenza di manodopera danneggia i ristoranti di New York City

Per aiutarli ad avviare la loro attività, Uniform Pizza ha affermato che ogni mese contatterà un piccolo imprenditore con cui hanno lavorato per fare un pop-up all’interno della loro pizzeria.

Uniform Pizza venderà i suoi prodotti insieme alle patatine in negozio. Secondo Sinisgalli, circa il 20% delle entrate che derivano da questi prodotti sarà destinato a un fondo dedicato all’avvio delle piccole imprese.