Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Nuova Scozia ha promosso la massiccia centrale elettrica “verde”. Si è rivelato essere carbone | Canada

ioA metà settembre, la provincia canadese della Nuova Scozia ha annunciato un impianto a idrogeno “verde” da 5 miliardi di watt.

L’impianto avrebbe dovuto trasportare 200.000 tonnellate di ammoniaca Europa Ogni anno, senza utilizzare combustibili fossili.

Con l’avvicinarsi di novembre, nessuna potenziale energia verde sarà disponibile quando l’impianto di EverWind Fuels inizierà a funzionare, energia Mix e Halifax Examiner hanno appreso in un’indagine congiunta in collaborazione con il Guardian.

In effetti, il progetto sta pubblicizzando la sua capacità di convertire l’elettricità generata dal vento in un prodotto verde tanto necessario che sarà alimentato in parte dal carbone, almeno nei suoi primi anni di attività.

Il quadro si fa più complicato in una contea che si trova di fronte alla scadenza del 2030 per chiudere le sue centrali a carbone 51% di elettricità Nel 2019, anche con l’avvento delle pompe di calore elettriche e dei veicoli, è aumentata la domanda di energia.

Lo sforzo, a sua volta, è una parte fondamentale dell’impegno del governo del primo ministro Justin Trudeau di eliminare gradualmente tutta l’elettricità rimanente alimentata a carbone e ridurre le emissioni di gas serra del paese dal 40% al 45% entro il 2030.

La Nuova Scozia ha cinque grandi parchi eolici onshore previsti per l’avvio entro il 2025, ma rappresenteranno solo il 30% del suo consumo di elettricità, senza contare la nuova domanda, per non parlare delle esigenze dell’impianto EverWind.

Nel numero del 20 settembre, l’ufficio del primo ministro della Nuova Scozia, Tim Houston Egli ha detto Una serie separata di contratti di locazione fornirà “5 GW di capacità eolica offshore entro il 2030 per supportarla [the province’s] La culla dell’industria dell’idrogeno verde.” Ma questa è la scadenza per presentare i contratti di locazione agli sviluppatori di parchi eolici, con una produzione effettiva prevista intorno al 2038, ha spiegato in seguito un portavoce regionale, aggiungendo che 5GW è un obiettivo piuttosto che un impegno fermo.

Leggi di più: Trova la serie completa in due parti qui E il qui.

idrogeno verde È prodotto da acqua dolce mediante processo di elettrolisi. Viene spesso utilizzato per produrre l’ammoniaca, che ne facilita la conservazione e il trasporto. Guadagni un segno “verde” solo se è prodotto da elettricità rinnovabile.

Il Progetto EverWind مشروع Il fondatore e CEO dell’azienda, Trent Vichy, ha dichiarato a Point Tapper, in Nuova Scozia, le due fasi. Il primo dovrebbe iniziare nel 2025 e convertire l’idrogeno in 200.000 tonnellate di ammoniaca verde quell’anno. Ciò richiederebbe 200.000 galloni (757.000 litri) di acqua al giorno dal vicino lago Landry, o il 2% della capacità del lago, ha affermato il consulente ambientale di Everwind Ken Summers.

Nella seconda fase, che dovrebbe iniziare nel 2026, si prevede di produrre un milione di tonnellate di ammoniaca verde all’anno da esportare in Europa.

Ad agosto anche EverWind Si è verificato Protocolli d’intesa con le società energetiche tedesche Uniper E il IO ACCESOciascuno con 500.000 tonnellate all’anno di ammoniaca verde prodotta a Point Tupper.

sarà ammoniaca spedito attraverso l’Atlantico, aggiungendo un’altra fonte di emissioni di carbonio se le navi fossero alimentate – come probabilmente – con sostanze altamente inquinanti e Olio combustibile pesante ad alta intensità di carbonio.

Non è del tutto chiaro quando questo progetto di idrogeno “verde” sarà in grado di raggiungere l’energia verde. Sito Web EverWind Afferma di utilizzare l’energia eolica locale Fornitura per la produzione di combustibili carbon neutral. Ma quando gli è stato chiesto da dove sarebbero arrivati ​​quei rifornimenti, Vichy ha risposto con messaggi contrastanti.

“Solo il Nova Scotia Network” per la prima fase, ha detto. Questa rete è di proprietà della Nova Scotia Power Corporation (NSPC), che la provincia ha privatizzato nel 1992, e fa ancora molto affidamento sul carbone.

Lo ha detto la portavoce dell’NSPC Jacqueline Foster Cinque nuovi progetti eolici Sarà operativo in Nuova Scozia entro il 2025. A quel punto, ha affermato che l’energia eolica avrebbe costituito circa il 30% della fornitura di elettricità della provincia.

Vichy ha affermato che le forniture per EverWind non proverranno da nessuno di questi progetti. Altri sviluppi eolici “non hanno funzionato” e alcuni fornitori “non si sono presi la briga di fare offerte” sul recente invito a presentare proposte della provincia. “Quindi ci sono progetti già pronti che non sono stati costruiti”, ha detto.

Ma anche entro il 2030, la scadenza NSPC per eliminare gradualmente il carbone, la struttura prevede ancora che solo l’80% della sua fornitura provenga da fonti rinnovabili. Nel 2025 la produzione di idrogeno e ammoniaca utilizzando l’energia della rete NSPC sarà basata su un mix elettrico che include carbone e il 30% di energia eolica.

Summers ha detto che Point Tupper sarà “fuori dalla griglia” “nell’immediato e nel lungo termine”. Ha osservato che le valutazioni ambientali per i progetti eolici sono un processo lungo, quindi il progetto inizialmente non sarà gestito da parchi eolici.

Ha aggiunto che l’idrogeno dell’impianto EverWind non sarebbe “rispettoso dell’ambiente al 100% fino a quando non fosse stata tutta energia rinnovabile”.

secondo Il portavoce del governo provincialeIl progetto EverWind è solo uno dei quattro sviluppatori di idrogeno verde interessati a progetti di esportazione in Nuova Scozia. Ha detto che gli altri tre erano Bear Head Energy, Fortescue Minerals Group e Northland Power.

READ  Continuano gli onori per Olivia Newton-John. Continua lo sciopero industriale sul treno di Sydney; Matt Keane diventa vice capitano del NSW; L'FBI ha preso d'assalto la casa di Trump a Mar-a-Lago; Svelato il piano economico di ACTU