Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La nuova app per la scansione degli occhi può eseguire lo screening delle persone per il morbo di Alzheimer, ADHD: ricercatori – Nazionale

Registrando immagini ravvicinate dell’occhio tramite un’app, i ricercatori Università della California San Diego Consente alle persone di sottoporsi a screening per il morbo di Alzheimer, l’ADHD e altro ancora Malattie neurologiche e disturbi dal comfort delle proprie case.

L’app utilizza una fotocamera nel vicino infrarosso, integrata negli ultimi smartphone con riconoscimento facciale, insieme a una normale fotocamera per selfie per monitorare come cambia la dimensione della pupilla di una persona. Queste misurazioni della pupilla possono essere utilizzate per valutare lo stato cognitivo di una persona, hanno affermato i ricercatori in un comunicato stampa pubblicato il 29 aprile.

Leggi di più:

La ricerca sul morbo di Alzheimer presso l’Università di Lethbridge ottiene un enorme aumento di fondi

“Anche se c’è ancora molto lavoro da fare, sono entusiasta della possibilità di utilizzare questa tecnologia per portare l’esame neurologico fuori dalle impostazioni di laboratorio clinico nelle case”, ha affermato Colin Barry, PhD, in ingegneria elettrica e informatica. Studente presso UCSD e primo autore di documento di ricerca.

La storia continua sotto l’annuncio

“Ci auguriamo che questo apra le porte a nuove esplorazioni sull’utilizzo degli smartphone per rilevare e monitorare prima potenziali problemi di salute”, ha aggiunto.

Cosa ci dice la dimensione della pupilla?

Secondo i ricercatori, le dimensioni della pupilla possono fornire informazioni sulle funzioni nervose di una persona.

Ad esempio, le dimensioni della pupilla aumentano quando una persona esegue un compito cognitivo difficile o sente un suono inaspettato, hanno detto i ricercatori. Nel comunicato stampa.

Hanno spiegato che la misurazione dei cambiamenti nel diametro della pupilla può essere eseguita eseguendo un cosiddetto test di risposta della pupilla.

secondo volte otticaL’attrezzatura necessaria per eseguire un test della pupilla è minima: tutto ciò che serve è un righello millimetrico o un misuratore di diaframma e una luce passante, che è preferita a una lampada a penna usa e getta per l’intensità della luce. Tuttavia, non è qualcosa che viene eseguito al di fuori di un laboratorio o di una clinica.

La storia continua sotto l’annuncio

Diagramma del flusso dall'acquisizione dei dati ai dati finali.  L'utente stesso amministra il test di risposta della pupilla, quindi i dati vengono raccolti all'esterno del dispositivo per calcolare la distanza e il diametro della pupilla.  Il risultato finale è mostrato all'estrema destra.  Credito: Digital Health Lab

Diagramma del flusso dall’acquisizione dei dati ai dati finali. L’utente stesso amministra il test di risposta della pupilla, quindi i dati vengono raccolti all’esterno del dispositivo per calcolare la distanza e il diametro della pupilla. Il risultato finale è mostrato all’estrema destra. Credito: Digital Health Lab.

Eric Granholm, professore di psichiatria presso l’Università della California, San Diego School of Medicine, ha affermato che l’app potrebbe essere utilizzata per test di comunità su larga scala perché è minimamente invasiva e poco costosa.

“(Aiuterà) a scoprire e comprendere malattie come il morbo di Alzheimer. Ciò potrebbe avere un enorme impatto sulla salute pubblica”, ha affermato Granholm.

Secondo la ricerca, le misurazioni dell’applicazione erano paragonabili a quelle prese da un dispositivo chiamato pupil, che è il gold standard per misurare la dimensione della pupilla.


Clicca per riprodurre il video:



L’autore neurologico ha pubblicato una memoria sulla diagnosi


L’autore neurodivergente rilascia note sulla diagnosi – 2 aprile 2022

I ricercatori hanno anche incluso varie funzionalità nella loro app per renderla più user-friendly per gli anziani.

La storia continua sotto l’annuncio

“Per noi, uno dei fattori più importanti nello sviluppo della tecnologia è garantire che queste soluzioni siano alla fine utilizzabili per chiunque. Ciò include individui come gli anziani che potrebbero non essere abituati a utilizzare gli smartphone”, ha affermato Barry.

Per questo motivo, l’app include comandi vocali, istruzioni basate su immagini e un cannocchiale di plastica economico per guidare l’utente a mettere l’occhio nella visuale della fotocamera dello smartphone.

Quali sono i prossimi sviluppi?

Il Digital Health Lab, che utilizza la tecnologia digitale per promuovere la salute, ha affermato che sta continuando questo lavoro per consentire di testare le dimensioni degli alunni su qualsiasi smartphone piuttosto che solo sui nuovi smartphone.

I ricercatori hanno affermato che gli studi futuri includeranno anche il lavoro con gli anziani per valutare l’uso domestico della tecnologia.

Leggi di più:

Demenza, malattia di Alzheimer più comunemente associata a decessi COVID-19: StatCan

La storia continua sotto l’annuncio

Nel frattempo, il team lavorerà con individui più anziani con decadimento cognitivo lieve per testare l’app come strumento di screening del rischio per l’Alzheimer in fase iniziale.

Il documento è intitolato Misurare gli alunni a casa utilizzando le telecamere di riconoscimento facciale negli smartphone La descrizione della tecnologia dell’applicazione sarà presentata alla Conferenza sull’interazione uomo-computer di ACM sui fattori umani nei sistemi informatici, che si terrà dal 30 aprile al 5 maggio a New Orleans.

© 2022 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

READ  San Diego tra i giovani adulti che segnalano problemi cardiaci dopo la vaccinazione - NBC7 San Diego