Giugno 15, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La nomina di Donald Trump al giudice della Corte Suprema Amy Connie Barrett sta dando i suoi frutti

Otto giorni prima delle elezioni americane dello scorso anno, il Senato controllato dai repubblicani ha votato per nominare Amy Connie Barrett un giudice della Corte Suprema.

lei era L’allora presidente Donald Trump Terzo candidato per la corte, dopo la sua precedente nomina dei giudici Neil Gorsuch e Brett Kavanaugh.

Ma la sua ascesa è stata più importante. Perché, a differenza degli altri due, il giudice Barrett non ha sostituito il suo collega conservatore. Il posto che occupava è stato lasciato due mesi fa Il giudice Ruth Bader Ginsburg muore, Simbolo del diritto progressista.

Il giudice Ginsburg è morto a settembre. Trump e i repubblicani al Congresso si sono affrettati a confermare un’alternativa in vista delle elezioni di novembre e hanno colto la loro opportunità per spostare ulteriormente a destra l’equilibrio della Corte Suprema.

Alla fine, il giudice Barrett è stato confermato a tempo di record, appena 30 giorni dopo che Trump aveva annunciato la sua candidatura, con grande irritazione dei Democratici e per la gioia dei conservatori.

La corte si spacca bruscamente per 6-3 a favore della destra, mettendo fuori portata gli obiettivi del movimento conservatore.

Il più importante di loro: il colpo di stato Ru contro wadeLa storica sentenza del 1973 che legalizzava l’aborto in tutti gli Stati Uniti.

Per anni, il signor Trump aveva promesso di nominare giudici che avrebbero fatto appello RuDopo che ha cambiato la sua posizione da “molto favorevole alla scelta” a favore della vita quando è entrato nella politica repubblicana.

All’ultima occasione immaginabile, giorni prima delle elezioni che lo avrebbero estromesso dall’incarico, Trump ha avuto la sua possibilità di avere successo. Ha ricevuto la conferma del giudice Barrett. Ora, il tribunale si prepara a riconsiderare la sua posizione sull’aborto e ha il voto decisivo.

Relazionato: La Corte Suprema per ascoltare la questione critica dell’aborto

Come siamo arrivati ​​qui

Di lunedì mattina, Lo ha annunciato la Corte Suprema Aveva accettato di ascoltare un caso chiamato Dobbs contro Jackson Women’s Health Organization. Si tratta di una legge approvata dallo stato del Mississippi nel 2018, che vieta l’aborto dopo 15 settimane di gravidanza.

READ  La giacca d'amore di Jill Biden è una critica a Melania Trump?

Questa legge è stata immediatamente abrogata nei tribunali inferiori a causa di Ru contro wade.

Nel 1973, la Corte Suprema stabilì che il governo poteva vietare l’aborto, ma solo dal punto di “vitalità” in poi, cioè il tempo in cui il feto poteva realisticamente vivere al di fuori del grembo materno. Secondo gli esperti medici, questa soglia viene raggiunta in circa 24 settimane.

La corte ha confermato Che “la linea deve essere tracciata in fattibilità” in Parenthoold contro Casey Scheme Nel 1992.

Ha detto: “Non è consentito allo Stato impedire a una donna di prendere la decisione finale di interrompere la gravidanza prima che diventi vitale”.

Questo è stato il precedente legale negli Stati Uniti decenni fa. Pertanto, la legge del Mississippi che proibisce l’aborto dalle 15 settimane in poi è sempre stata abrogata. Il risultato è stato così chiaro che il giudice Carlton Reeves ha accusato i repubblicani di approvare intenzionalmente una legge “che sanno essere incostituzionale”.

Perché potrebbero fare qualcosa del genere? Perché ha dato loro un modo per portare nuovamente la questione dell’aborto alla Corte Suprema.

La Corte Suprema è essenzialmente una corte d’appello. La maggior parte dei problemi che affronta non iniziano da lì. Sono già passati attraverso i tribunali inferiori e la Corte Suprema funge da ultimo punto di appello.

Pertanto, quando il divieto statale del Mississippi è stato abrogato per 15 settimane, lo stato ha presentato ricorso contro la decisione del giudice Reeves. Un anno dopo, la Quinta Corte d’Appello del Circuito ha confermato la sua sentenza. A questo punto, il Mississippi può presentare una petizione alla Corte Suprema.

l’ho fatto Nel giugno del 2020.

dietro le quinte

READ  Centinaia di persone risultano positive al coronavirus al festival "superspreader" di Kumbh Mela in India

È qui che entra in gioco l’influenza del giudice Barrett.

Tieni presente che la Corte Suprema non è obbligata a esaminare ogni caso. Sceglie se accettare o meno l’appello – da qui la necessità di appellarsi.

I giudici prendono in considerazione in particolare le petizioni e votano per assegnarle. Almeno quattro dei nove giudici devono essere d’accordo.

quando Dobbs Il primo a venire in tribunale, il giudice Ginsburg era ancora vivo. Non è successo niente per mesi.

Il caso è stato ripetutamente reinserito chiaramente per essere esaminato nelle conferenze speciali dei giudici senza giungere a una decisione, Ciò ha spinto gli osservatori della corte a chiedersi cosa stesse succedendo.

L’opinione combinata era che almeno tre giudici (Clarence Thomas, Samuel Alito e Neil Gorsuch) erano probabilmente a favore dell’udienza Dobbs. Nel frattempo, ben quattro si sono opposti (John Roberts, Elena Kagan, Stephen Breyer e Sonya Sotomayor).

Ciò ha lasciato il giudice Barrett e Kavanaugh nel mezzo. Alla fine, almeno uno di loro ha votato per accettare il caso.

Il voto decisivo

La Corte Suprema valuterà una questione: se “tutti i precedenti divieti di aborti elettivi sono incostituzionali”.

Questo va al cuore Ru contro wade. Se il tribunale decide di vietare l’aborto prima del punto di fattibilità Potresti Essendo costituzionale, aprirebbe la strada ai governi statali degli Stati Uniti per far rispettare i divieti molto presto durante la gravidanza di una donna.

Il precedente stabilito nel 1973, che impediva ai governi di applicare il divieto con 24 settimane di anticipo per quasi 50 anni, sarà revocato.

Come voteranno i giudici? Abbiamo avuto prove l’anno scorso, quando ho sentito un caso chiamato June Medical Services contro Rousseau.

Il caso riguardava una legge anti-aborto della Louisiana, che la corte ha votato per ribaltare con un margine ristretto. Il capo della giustizia Roberts si è assicurato un voto cruciale, schierandosi con i progressisti per dare loro una maggioranza di 5-4.

Questo prima che il giudice Ginsburg morisse. Ora, con il giudice Barrett in tribunale, il voto decisivo è probabilmente con lei.

READ  Una donna "non sapeva" di essere incinta su un volo Delta Air

Anche se le sue opinioni personali sull’aborto sono chiare (si oppone con veemenza), il giudice Barrett non ha molti precedenti giudiziari sulla questione. Era un giudice solo per tre anni quando il signor Trump l’ha scelta.

Durante la sua permanenza alla Corte d’Appello del Settimo Circuito, ha effettivamente votato a favore di una legge che impone ai medici di informare i genitori di qualsiasi minore che cerca un aborto. Ma questo non ci dice molto sulla posizione che manterrai Dobbs.

Nelle udienze di conferma dello scorso anno, Il giudice Barrett si è rifiutato di dirlo Se si trattava di una violazione della sentenza Ru contro wade. Di nuovo, questo non ci dice molto.

Sappiamo una cosa però: il giudice Barrett non ha problemi con l’idea di ribaltare la giurisprudenza esistente.

Scrivere a Texas Law Review Nel 2013, Ha detto che c’è una “buona ragione”. Pensare di revocare decisioni passate danneggerebbe la reputazione della Corte Suprema.

“I membri del pubblico (specialmente le élite) sostengono regolarmente che il tribunale dovrebbe cancellare alcuni dei suoi casi”, ha scritto.

“Semmai, la risposta del pubblico a questioni controverse è come Ru Riflette il rifiuto del pubblico di suggerirlo Approvato in precedenza Può dichiarare vincitore permanente in una lotta costituzionale divisiva piuttosto che desiderare che il precedente rimanga per sempre.

“Tendo ad essere d’accordo con coloro che affermano che il dovere della giustizia è la costituzione e che è quindi più legittimo che essa imponga una sua migliore comprensione della costituzione piuttosto che un precedente che ritiene chiaramente in conflitto con essa”.

La Corte Suprema ascolterà Dobbs Questo autunno, con una decisione che probabilmente verrà il prossimo anno.