Luglio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La maggior parte di noi usa la mano destra ma l’occhio sinistro. Ecco perché: ScienceAlert

La maggior parte di noi usa la mano destra ma l’occhio sinistro. Ecco perché: ScienceAlert

Che tu sia mancino, destrimano o destrorso, essere destrimano fa parte della nostra identità.

Ma molte persone non si rendono conto che abbiamo anche altri pregiudizi e che non si limitano agli esseri umani. Io e i miei colleghi abbiamo pubblicato Nuovo studio Ciò dimostra che abbinare i nostri pregiudizi a quelli degli altri può portarci benefici sociali.

In tutte le culture, le società umane hanno alti livelli di destrimano (circa il 90%). Anche noi lo abbiamo fatto Forte pregiudizio demografico Come riconoscere i volti e le loro emozioni.

UN Una larga maggioranza Una parte della popolazione è più veloce e precisa nel riconoscere identità ed emozioni quando queste rientrano nel campo visivo sinistro rispetto a quello destro.

Questi tipi di pregiudizi si sviluppano nel nostro cervello nella prima infanzia. Gli emisferi destro e sinistro del cervello controllano il movimento sui lati opposti del corpo. Se il tuo campo visivo sinistro è dominante, significa che il lato destro del tuo cervello è dominante nel riconoscere volti ed emozioni.

Fino a poco tempo fa, gli scienziati credevano che i pregiudizi comportamentali Era unico per gli esseri umani. Ma Ricerca sugli animali Negli ultimi decenni, gli studi hanno dimostrato che esistono pregiudizi comportamentali in tutti i rami dell’albero della vita dei vertebrati.

Ad esempio, i pulcini che beccano il cibo utilizzando l’occhio hanno una migliore capacità di distinguere tra cereali e sassolini. I pulcini che utilizzano l’orientamento visivo per monitorare i predatori sono anche meno vulnerabili alla predazione rispetto ai pulcini imparziali.

Gli studi dimostrano che gli animali con pregiudizi tendono a… Funziona meglio Nei compiti di sopravvivenza negli esperimenti di laboratorio, il che probabilmente si traduce in un migliore tasso di sopravvivenza in natura.

Ma i pulcini che hanno il miglior vantaggio sono quelli che preferiscono guardare con un occhio verso terra (per cercare cibo) e con l’altro occhio verso il cielo (per cercare minacce). Tra i vantaggi”Cervello diviso“Gli animali selvatici sono in grado di cercare cibo e diffidare dei predatori, il che è importante nel multitasking.

READ  Un conducente è stato elogiato per aver contribuito a un crollo stradale che ha ucciso 48 persone

Perché gli animali hanno pregiudizi comportamentali?

La ricerca indica I pregiudizi emisferici si sono evoluti perché consentono a entrambi gli emisferi del cervello di controllare comportamenti diversi contemporaneamente. Proteggono anche gli animali dalla confusione.

Se entrambi gli emisferi del cervello avessero lo stesso controllo sulle funzioni critiche, potrebbero essere simultaneamente in grado di dirigere il corpo verso risposte incompatibili.

I pregiudizi liberano quindi alcune risorse o “capacità neurale”, rendendo gli animali più efficienti nel trovare cibo e nel mantenersi al sicuro dai predatori.

Gli studi sugli animali indicano È la presenza dei nostri pregiudizi, non la loro direzione (destra o sinistra), che conta nella performance. Ma questo non spiega perché molte persone usano la mano destra per compiti motori e il campo visivo sinistro è sbilanciato verso l’elaborazione dei volti.

La probabilità che ogni persona abbia una parzialità di destra o di sinistra dovrebbe essere uguale. Tuttavia, la maggior parte degli individui di alcune specie sono animali del regno animale Allinearsi nella stessa direzione.

Ciò suggerisce che allineare i pregiudizi con gli altri nel tuo gruppo potrebbe avere un impatto Vantaggio socialeAd esempio, gli animali che si uniscono a un gruppo durante un comportamento cooperativo (riunendosi in piccoli gruppi) riducono la probabilità di essere preda dei predatori. I pochi animali che si allontanano dal gruppo o dal piccolo gruppo diventano bersagli evidenti.

Sebbene gli esseri umani siano divisi in due parti indipendentemente dalla razza o… Sfondo geograficoc’è sempre una minoranza significativa nella popolazione, il che suggerisce che questo pregiudizio alternativo presenta i suoi vantaggi.

IL La teoria prevalente Deviare dalla popolazione dà agli animali un vantaggio durante le interazioni competitive, creando un elemento di sorpresa. Questo potrebbe spiegare il motivo La mano sinistra è esagerata Negli sport interattivi professionali come il cricket e il baseball.

READ  Aggiornamenti in tempo reale della guerra Russia-Ucraina: oggi potrebbe essere il "giorno più difficile", ha affermato il cancelliere ucraino, avvertendo di un possibile attacco di carri armati russi a Kiev

Nel primo studio di questo tipo, scienziati delle università di Sussex, Oxford, Westminster, Londra (City, Birkbeck) e Kent hanno testato i nostri pregiudizi comportamentali umani.

Abbiamo studiato le associazioni tra la forza del pregiudizio della mano e le prestazioni, nonché la direzione dei pregiudizi e l’abilità sociale. Abbiamo scelto un comportamento coerente con la ricerca sugli animali.

A questa indagine hanno partecipato più di 1.600 persone di tutte le età ed etnie.

Non usare sempre la tua mano preferita: alcune persone usano una mano leggera, media o forte. Quindi abbiamo misurato l’uso delle mani dei partecipanti utilizzando un compito di abbinamento dei colori su una tavola di legno improvvisata.

Non tutti sanno se hanno una distorsione del campo visivo, quindi abbiamo valutato questo aspetto per i partecipanti che lo utilizzano Immagini di volti che esprimono emozioni diverse (come rabbia e sorpresa) visualizzati sullo schermo.

Le persone con un’inclinazione della mano da lieve a moderata (sinistra o destra) sono state in grado di posizionare correttamente un numero maggiore di picchetti con colori corrispondenti rispetto a quelli con un’inclinazione forte o debole. Questi risultati suggeriscono che gli estremi dell’interazione negli esseri umani possono limitare la flessibilità delle prestazioni, a differenza degli animali selvatici.

La maggior parte dei partecipanti aveva una propensione standard (destrimanità per le attività motorie, distorsione del campo visivo per mancini per l’elaborazione dei volti). Ma non tutti.

Per testare le associazioni tra abilità sociali e direzione dei pregiudizi, i partecipanti sono stati classificati in base ai pregiudizi della mano e del lato visivo in uno di quattro gruppi: standard (mano destra, lato visivo sinistro), affollato a destra (mano destra, lato visivo destro) e sinistro. -affollato (mano sinistra), lato visivo sinistro) e invertito (mano sinistra, lato visivo destro). Come hanno completato sondaggio Che ha valutato le difficoltà sociali che devono affrontare.

READ  Gli Stati Uniti propongono un modello di supporto vincente per le Fiji - FBC News

Il modello standard, riscontrato nel 53% dei partecipanti, non era associato ad un vantaggio sociale rispetto ai gruppi affollati di sinistra o di destra. Tuttavia, il modello invertito, che era relativamente raro (12%), era associato a punteggi sociali significativamente più bassi rispetto agli altri gruppi.

Le persone nel gruppo invertito avevano quattro volte più probabilità di avere un’autodiagnosi di autismo o di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Non possiamo essere certi da questo studio se esiste una relazione causale tra le caratteristiche inverse e l’autismo e l’ADHD. Tuttavia, abbiamo in programma di condurre una ricerca per indagare se i profili distorti possano servire come indicatore precoce del rischio di autismo e ADHD durante l’infanzia, il che potrebbe aprire la strada allo screening precoce, alla diagnosi e allo sviluppo di nuovi interventi.

Questo studio ci ricorda che noi esseri umani abbiamo una storia evolutiva, gran parte della quale la condividiamo con altri animali. E dobbiamo studiare noi stessi nel contesto del più ampio regno animale se vogliamo comprendere veramente il nostro cervello e il nostro comportamento moderni.

Gillian ForresterProfessore di Cognizione Comparata, Università del Sussex

Questo articolo è stato ripubblicato da Conversazione Sotto licenza Creative Commons. Leggere Articolo originale.