Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Gran Bretagna impedisce l’esportazione di prodotti di lusso in Russia per un valore di centinaia di milioni | settore dei beni di lusso

Gli oligarchi russi non possono più accedere a cianfrusaglie come automobili, opere d’arte e borse firmate vendute da società britanniche, dopo che il governo ha vietato l’esportazione di centinaia di milioni di sterline.

L’anno scorso, le società britanniche hanno venduto un totale di 2,6 miliardi di sterline di merci alla Russia, il segmento più grande delle quali erano le automobili, a circa 400 milioni di sterline, mentre i ricchi russi combattevano per marchi prestigiosi come Aston MartinBentley e Rolls Royce.

Il governo ha affermato che molte aziende di beni di lusso hanno volontariamente smesso di fare affari in Russia, ma il divieto “garantirà che agli oligarchi e ad altri membri dell’élite sia negato l’accesso ai beni di lusso”.

Helen Brocklebank, amministratore delegato di Walpole, l’ente per il commercio di beni di lusso del Regno Unito, ha affermato di essere “pienamente favorevole” alle sanzioni.

Ha detto dei suoi 250 membri, che includono Bentley, Burberry e Rolls Royce.

Il Soppressione della ricchezza legata al Cremlino I riflettori sono puntati sul mercato dell’arte britannico tra i timori che venga utilizzato dagli oligarchi russi Scappatoie legali per eludere le sanzioni.

Sotheby’s ha affermato di aver già interrotto l’importazione e l’esportazione di manufatti da e verso la Russia e che il suo ufficio di Mosca era ora chiuso. La società, che non conduce aste in Russia, ha promesso “il rigoroso rispetto di sanzioni e regolamenti”.

Christie’s, che ha anche chiuso al pubblico il suo ufficio di Mosca, ha dichiarato di aver preso la decisione di annullare le vendite di opere d’arte russe che erano state programmate per questa estate a Londra.

READ  Un generale australiano ha affermato che la presenza militare cinese nelle Isole Salomone costringerà l'Alleanza delle forze democratiche a ripensare

Le automobili sono la prima esportazione del Regno Unito in Russia con un fatturato annuo di 386 milioni di sterline – o quasi il 15% delle esportazioni totali del paese – secondo gli ultimi dati del Dipartimento per il commercio internazionale. I dati hanno mostrato che altri grandi mercati erano per prodotti farmaceutici, macchinari e generatori di energia.

Nonostante la sua posizione di rilievo nei dati sulle esportazioni, la Russia è relativamente Mini mercato della fabbrica di automobili del Regno Unito – Si ritiene che il Regno Unito esporti meno di 10.000 auto all’anno in Russia rispetto alla sua produzione annuale di 860.000 nel 2021. Tuttavia, ci sono showroom Aston Martin, Bentley e Rolls-Royce a Mosca e San Pietroburgo, oltre a rivenditori che fanno scorte auto da una Mini BMW di proprietà dell’azienda.

David Bailey, professore di economia aziendale all’Università di Birmingham, ha affermato che sebbene i volumi complessivi delle vendite siano bassi in Russia, le auto costose vendute hanno margini di profitto elevati. Il divieto di esportazione è stato “un altro colpo” per le case automobilistiche britanniche che, ha affermato, stanno già affrontando difficoltà a causa del loro persistere La carenza di chip per computer a semiconduttore.

Bailey ha affermato che i marchi britannici come Range Rover stanno vendendo bene in Russia, in parte a causa delle condizioni delle strade. Ha detto che si trattava “in parte della natura lussuosa e lussuosa delle auto britanniche, ma anche delle loro capacità fuoristrada”.

“La Jaguar Land Rover (JLR) si è ritirata principalmente perché pensavano che fosse la cosa giusta da fare”, ha detto Bailey, aggiungendo che il crollo del rublo renderebbe anche difficile per le aziende valutare le auto costose. “Non è una buona notizia per gente del calibro di Giaguaro Land RoverBentley e Rolls Royce. “

READ  La Nuova Zelanda batte il record per il caso di Covid, ma Ardern afferma che "stanno arrivando tempi migliori" | Nuova Zelanda

JLR e Aston Martin hanno già sospeso temporaneamente le consegne in Russia. Un portavoce di Bentley Motors ha affermato che interromperà anche l’esportazione di auto destinate alla Russia “fino a nuovo avviso”.

L’importo della spesa per beni di lusso in Russia non è lo stesso di paesi come la Cina e gli Stati Uniti.

in anticipo questo mese barbarouna delle esportazioni più famose della Gran Bretagna, ha temporaneamente chiuso i suoi tre punti vendita in Russia che includono un negozio sulla Piazza Rossa.

Il governo del Regno Unito deve ancora fornire una ripartizione dettagliata dei beni di lusso coperti dal divieto di esportazione, ma gli analisti ritengono che sarà simile a quello che fa nell’Unione Europea, che include abbigliamento, accessori, pietre preziose e opere d’arte. Non è chiaro se ci sarà nemmeno il whisky scozzese; Mentre i russi sono famosi per bere vodka, i russi sono anche una frazione dell’orzo, con 42 milioni di bottiglie, per un valore di circa 28 milioni di sterline, esportate lì l’anno scorso.