Gennaio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Ferrari sta riorganizzando il suo staff per affrontare il futuro elettrico

Inserito il 15 gennaio 2022 10:00

Ascolta questo articolo

Persone con anni di esperienza nel settore dei semiconduttori sono state assunte dal produttore italiano di supercar.

Ferrari Ha riorganizzato la sua struttura aziendale per “arricchire l’eccellenza del prodotto” e contribuire ad accelerare la sua transizione verso la neutralità del carbonio entro il 2030, con nomine importanti del gigante dei semiconduttori.

  • Sono stati aggiunti cinque dipartimenti, che riporteranno direttamente al CEO
  • Il gruppo dirigente si è ampliato con la nomina di dirigenti della società di semiconduttori
  • La Ferrari prevede di diventare completamente elettrica entro il 2030 e di lanciare la sua prima auto elettrica nel 2025

Cinque divisioni strategiche – Product Development, Research and Development, Digital and Data, Technologies and Infrastructure, Procurement e Quality – riporteranno ora direttamente al CEO di Ferrari. Benedetto Vigna.

In che modo la ristrutturazione aiuterà

Ferrari afferma che la sua nuova architettura consentirà maggiore innovazione, processi migliorati e maggiore innovazione, portando a ulteriori opportunità di collaborazione.

“Vogliamo spingere i confini ancora più in là sfruttando la tecnologia in un modo unico per la Ferrari”, ha affermato Vigna. “La nostra nuova struttura migliorerà la nostra agilità, che è essenziale per cogliere le opportunità che ci attendono in questo ambiente in rapida evoluzione”.

Altri dipartimenti, come la diversificazione del marchio, il design, i contenuti e la comunicazione continueranno a riportare direttamente al CEO.

Il team dirigenziale è stato anche ampliato attraverso la promozione degli attuali dipendenti Ferrari e attraverso incarichi esterni, ha affermato la società, con diverse mosse esecutive dal più grande produttore di chip per semiconduttori d’Europa.

READ  Biden chiede ai leader mondiali di tagliare il metano nella lotta al clima

Cosa è cambiato

Ernesto Lasalandra, ex capo della ricerca e sviluppo presso ST Microelectronics, è stato trasferito in un ruolo simile a quello di Vigna dalla casa automobilistica italiana.

Angelo Pesci, che ha trascorso 20 anni con il colosso dei semiconduttori, è stato nominato Head of Procurement and Quality.

Lo stesso Vigna è entrato a far parte della ST Microelectronics lo scorso settembre, prima che tre membri del senior management team se ne andassero, incluso il Chief Technology Officer Michael Letters.

Nel frattempo, Gianmaria Fulgenzi, che lavora in Ferrari dal 2002, è stato nominato Chief Product Development Officer.

Silvia Gabrielli, in Ferrari dal 2019 e precedentemente in Microsoft, è Chief Data and Digital Officer.

Il passaggio della Ferrari alla propulsione elettrica è previsto per il 2030, con il primo veicolo elettrico dell’azienda nel 2025. Il produttore italiano ha precedentemente affermato che non passerà all’elettrico fino a quando la tecnologia non le consentirà di “produrre un’auto che corrisponda alla nostra posizione”.

“Se introduciamo una nuova tecnologia, dobbiamo portare qualcosa di nuovo sul mercato. È così che la Ferrari ha sempre lavorato con la nuova tecnologia. L’evoluzione della nuova tecnologia è al 100 percento nel DNA della Ferrari”, ha detto il presidente John Elkann alla nostra pubblicazione sorella, Autocar UK.

Pensi che le recenti assunzioni dalla società di semiconduttori aiuteranno a spedire la gamma di auto elettriche Ferrari? Fateci sapere nei commenti.

Guarda anche:

Ferrari 296 GTB: la Ferrari si colora di verde

Recensione Ferrari Portofino M India: Dark Horse

Copyright (c) Autocar UK. Tutti i diritti riservati.