Luglio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Ferrari Purosangue affronta le rivali della Lamborghini, l’Aston Martin

La Ferrari Purosangue affronta le rivali della Lamborghini, l’Aston Martin

PINZOLLO, Italia — La Ferrari prevede di consegnare ai clienti il ​​suo primo modello a quattro porte, il Purosangue, entro la metà dell’anno, in quanto il produttore di supercar risponde a concorrenti come il SUV Lamborghini Urus.

Svelata nel settembre 2022, la Ferrari afferma che Purosangue non è un crossover o un SUV, anche se con i suoi 1.589 mm è leggermente più bassa della Porsche Macan e 200 mm più alta della Ferrari GTC4Lusso, Ferrari V-12 coupé elettrica a quattro posti.

L’obiettivo era quello di dare alla Purosangue, anch’essa dotata di motore V-12, la stessa dinamica di guida di un’auto sportiva.

La produzione sta lentamente aumentando per il Purosangue da € 390.000 ($ 413.000) in Italia, ha dichiarato il responsabile marketing del prodotto Ferrari Pietro Vergolin durante un test drive qui nelle Alpi italiane il mese scorso. Il pacchetto widebody in fibra di carbonio opzionale aggiunge 70.000 euro al prezzo.

Lo scorso settembre, il capo del merchandising e del marketing della Ferrari, Enrico Galliera, ha dichiarato ai giornalisti che la società potrebbe aver bisogno di chiudere il portafoglio ordini per il Purosangue dopo che l’ordine iniziale ha superato le aspettative. Galliera ha affermato che la Ferrari ha iniziato a ricevere un gran numero di preordini nel settembre 2018, quando la società ha annunciato che Purosangue (italiano per “purosangue”) sarebbe entrato in produzione.

Vergolin non ha fornito numeri esatti della domanda, ma ha affermato che “il mercato ha apprezzato Purosangue”.

La Ferrari è rimasta fedele alle auto sportive a 2 porte e alle berlinette 2 + 2, fedeli alle sue origini da corsa (berlinetta in italiano significa “berlina bassa”), ma la domanda di mercato in rapida crescita per auto sportive più spaziose e confortevoli rischia di lasciare l’azienda alle spalle.

READ  Adam Driver sul film biografico su "Ferrari": "C'era molta pressione per fare le cose per bene"