Maggio 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La disoccupazione sta diminuendo nei paesi ricchi, ma non tutti i posti di lavoro stanno tornando

Le aziende stanno assumendo e la disoccupazione sta diminuendo nelle economie più avanzate nella speranza che i vaccini alla fine contengano il coronavirus. Ma non tutti i lavori tornano.

La pandemia ha spinto i dipendenti più anziani a lavorare e ha anche accentuato la disuguaglianza poiché i lavoratori a basso reddito risentono del peso della crisi. Gli economisti avvertono che c’è ancora molta strada da fare prima che l’occupazione globale torni a quello che era prima della pandemia.

L’emergente mercato del lavoro statunitense sta creando più opportunità a un ritmo più rapido di quanto molti economisti e datori di lavoro si aspettassero. I libri paga non agricoli sono aumentati di 916.000 a marzo, indebolendo la stima media degli economisti di 660.000 posti di lavoro. Ma ci sono delle scappatoie. Ci sono ancora quasi 2 milioni di donne americane in meno nella forza lavoro rispetto a prima del Covid. Le donne di colore, in particolare, sono in ritardo rispetto ad altri gruppi in termini di guadagni di lavoro. Bloomberg Economics vede la disoccupazione negli Stati Uniti scendere a meno del 6% nel trimestre in corso e poi dirigersi verso il 5,1% nel quarto trimestre prima di scendere al 4% alla fine del 2022.

L’occupazione flessibile in Giappone ha mascherato una debolezza fondamentale. La percentuale di posti di lavoro disponibili rimane nettamente inferiore ai livelli pre-epidemici, riflettendo la debolezza dell’occupazione in hotel, ristoranti e bar. Il numero di disoccupati è in inferiorità numerica rispetto al numero di persone senza lavoro o in congedo e il numero di coloro che lasciano la forza lavoro è in aumento. Bloomberg Economics prevede che il tasso di disoccupazione giapponese salirà a circa il 3,0% nel secondo trimestre, poiché le nuove misure di contenimento del virus hanno colpito il settore dei servizi.

tavolo

L’occupazione tedesca è stata più resiliente rispetto ad altri paesi europei a causa della maggiore dipendenza dell’economia dalla produzione, anche se migliaia di aziende continuano a essere colpite dalle restrizioni epidemiche estese di recente. Tuttavia, molte aziende sono sotto pressione a causa dei quasi sei mesi di blocco e il mercato del lavoro ha ancora molta strada da fare prima di una ripresa completa. Bloomberg Economics prevede che il tasso di disoccupazione della Germania scenderà al 4,2% nel quarto trimestre e raggiungerà il 4% entro la fine del 2022.

READ  Aspen Aerogels ha citato in giudizio l'azienda italiana di materiali da costruzione per violazione di brevetto

tavolo

Il mercato del lavoro nel Regno Unito si è inaspettatamente indebolito a marzo quando i libri paga delle imprese sono diminuiti per la prima volta in quattro mesi e più persone si sono ritirate dalla forza lavoro. La disoccupazione di lunga durata tra i giovani è stata evidenziata come una preoccupazione particolare. L’occupazione totale è ancora circa 800.000 in meno rispetto a prima dello scoppio. Bloomberg Economics prevede che la disoccupazione nel Regno Unito raggiungerà il picco del 6% nel quarto trimestre prima di scendere al 4,8% nel quarto trimestre del 2022.

tavolo

Mentre il numero di persone in cerca di lavoro in Francia è sceso dal massimo storico nel primo blocco, il numero era ancora al di sopra dei livelli pre-crisi e quasi due milioni di persone stavano ancora lavorando al piano d’azione a breve termine a febbraio. Il forte aumento delle iscrizioni alla formazione indica che i lavoratori francesi stanno anticipando cambiamenti fondamentali nel mercato del lavoro. Bloomberg Economics prevede che il tasso di disoccupazione in Francia salirà all’8,3% nel terzo trimestre prima di scendere all’8,0% nel quarto trimestre del 2022.

tavolo

L’Italia ha perso circa 896.000 posti di lavoro dall’inizio dell’epidemia lo scorso febbraio. È stato uno dei primi paesi a colpire il virus con un grave blocco che ha ridotto la produzione economica di circa il 9% lo scorso anno. Il tasso di disoccupazione è sceso al 10,1% a marzo dal 10,2% del mese precedente. Le donne, i giovani e il settore dei servizi rimangono i più colpiti dalle ripercussioni dell’epidemia. Bloomberg Economics prevede che il tasso di disoccupazione italiano scenderà al 9,4% nel quarto trimestre prima di scendere all’8,9% alla fine del 2022.

READ  In arrivo in Italia il Laboratorio di Leadership Indipendente sostenuto dall'Agenzia Spaziale Europea

tavolo

L’economia canadese si è ripresa da circa il 90 per cento dei quasi 3 milioni di posti di lavoro persi durante la prima ondata di pandemia, contro poco più del 60 per cento negli Stati Uniti da mesi, i dati hanno mostrato una ripresa che ha sorpreso anche gli analisti più ottimisti. La flessibilità ha costretto la Bank of Canada a essere la prima grande banca centrale a segnalare la sua intenzione di ridurre i livelli di emergenza dello stimolo monetario. Bloomberg Economics prevede che il tasso di disoccupazione scenderà al 6,7% nel quarto trimestre del 2021 e quindi al 5,9% nel quarto trimestre del 2022.

tavolo

Il mercato del lavoro in Corea del Sud sta appena iniziando a riprendersi, ma la maggior parte dell’aumento è guidato dai lavoratori temporanei e giornalieri: l’occupazione e la partecipazione alla forza lavoro rimangono molto al di sotto dei livelli pre-Covid. La crescita dei salari rimane debole e la disoccupazione giovanile rimane la più alta tra tutte le fasce d’età, mentre l’occupazione per gli ultrasessantenni è stata la meno colpita dall’epidemia. Bloomberg Economics prevede che quest’anno il tasso medio di disoccupazione in Corea del Sud sarà del 4%.

tavolo

L’Australia è uno dei primi paesi a riguadagnare tutti i posti di lavoro persi durante la pandemia, riflettendo il successo in una precoce soppressione del Covid-19 e un massiccio colpo di cassa fiscale che ha riportato l’economia in uno stato di ripresa. La partecipazione è a livelli record e il tasso di disoccupazione si sta muovendo rapidamente nella giusta direzione. Ma la crescita dei salari è lenta e, sebbene la sottoccupazione sia diminuita, ci sono molte persone che vogliono ore extra. Bloomberg Economics prevede che il calo del tasso di disoccupazione in Australia rallenterà durante la seconda metà del 2021 e non vedrà il tasso di disoccupazione scendere al di sotto del 5% fino al 2024.

READ  Quando Covid ha colpito, la Cina era pronta a raccontare la sua versione della storia

tavolo

Pasti pronti:

“L’inizio di una rapida ripresa negli Stati Uniti, e i piani di ferie che mantengono i lavoratori legati al lavoro in Europa, significano che il panorama del mercato del lavoro non è così cupo come potrebbe essere”, ha detto Tom Aurelick, capo economista di Bloomberg Economics. Tuttavia, poiché l’epidemia accelera il passaggio dell ‘”effetto Amazon” dalle piccole aziende ad alta intensità di manodopera ai loro concorrenti più grandi e tecnologicamente avanzati, il percorso verso la piena occupazione sarà arduo.

Caro lettore,

Business Standard ha sempre cercato di fornire le informazioni e i commenti più recenti sugli sviluppi che ti interessano e che hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo costante incoraggiamento e i tuoi commenti su come possiamo migliorare le nostre offerte hanno reso la nostra determinazione e il nostro impegno a favore di questi ideali ancora più forti. Anche durante questi tempi difficili emersi dal Covid-19, continuiamo il nostro impegno a tenerti aggiornato con notizie affidabili, opinioni affidabili e commenti penetranti su argomenti di attualità rilevanti.
Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l’impatto economico della pandemia, abbiamo sempre più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a fornirti contenuti di qualità maggiore. Il nostro modulo di iscrizione ha ricevuto una risposta incoraggiante da parte di molti di voi che si iscrivono ai nostri contenuti online. Un numero maggiore di abbonamenti ai nostri contenuti online può solo aiutarci a raggiungere i tuoi obiettivi di fornire contenuti migliori e più pertinenti per te. Crediamo in una stampa libera, equa e credibile. Supportarti in più impegni può aiutarci a praticare il giornalismo a cui aderiamo.

Stampa e supporto di qualità Abbonati a Business Standard.

Editor digitale