Settembre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La crescita economica statunitense delude; Le azioni europee salgono sui risultati della società – come è successo | Azione

Il deludente aumento del 6,5% annuo del PIL del secondo trimestre, che era ben al di sotto del consenso dell’8,5%, includeva un’inaspettata diminuzione della spesa pubblica legata alla fine del programma PPP e un calo degli investimenti residenziali più marcato di quanto ci aspettassimo.

La buona notizia è che l’economia ha ora superato il livello pre-pandemia. Ma con l’effetto della diminuzione dello stimolo fiscale, del calo dei prezzi elevati, dell’indebolimento del potere d’acquisto, del peggioramento dei delta nel sud e del tasso di risparmio inferiore a quanto pensavamo, prevediamo che la crescita del PIL rallenterà al 3,5% annuo nella seconda metà di quest’anno.

Il consumo reale è aumentato dell’11,8% anno su anno, ma anche se non avremo l’analisi mensile completa fino a domani, la maggior parte di tale aumento è dovuto alla dinamica della spesa nel trimestre, con il consumo reale che dovrebbe contrarsi sia a maggio che a giugno.

Ciò determina una performance molto più debole nel terzo trimestre e non aiuta che, grazie alle revisioni al ribasso della crescita del reddito, si stima che il tasso di risparmio sia sceso al 10,9% nel secondo trimestre. Questo è ancora leggermente al di sopra della media pre-pandemia dell’8%, ma c’è meno spazio di quanto pensassimo per le famiglie per spendere i propri risparmi mentre la vita torna alla normalità.

Nel complesso, vi sono ulteriori prove che lo stimolo abbia fornito sorprendentemente poco profitto per il denaro, poiché ha invece rapidamente spinto l’economia contro vincoli di offerta imprevisti, facendo salire l’inflazione.