Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La cosa selvaggia Meryl Streep ha appreso della scelta di Sophie

La cosa selvaggia Meryl Streep ha appreso della scelta di Sophie

Meryl Streep ha avuto una carriera illustre, per non dire altro. dal campionato cacciatore di cervi per me mamma mia Il suo franchise, la sua filmografia sono diversi, costituiti da ruoli iconici che mostrano Streep come uno degli attori più astuti dell’era contemporanea. Non c’è argomento che Streep abbia paura di affrontare, e questo le ha permesso di ripetere più e più volte con errori minimi.

Una delle migliori interpretazioni di Streep è stata quella di Zofia “Sophie” Zwistowski, sopravvissuta all’Olocausto, nel dramma psicologico di Alan J. Bakula del 1982. La scelta di Sophie. Interpreta un’immigrata polacca che nasconde un oscuro segreto mentre ha a che fare con il suo ragazzo emotivamente instabile, e la performance rimane uno dei suoi ruoli più eccitanti, con la sceneggiatura e il personaggio che affrontano abbastanza temi da rendere nauseante anche il più forte di noi come la verità. Gli orrori del male di Hitler appaiono in primo piano.

Nel libro di Erin Carlon Regina Merrillche esplora le molte grandi interpretazioni di Streep, condivide i dettagli sulla preparazione per cui l’attore americano ha fatto sufi Cetriolo. La Streep ha rivelato di non aver realizzato adeguatamente il vero spirito del personaggio fino a quando non ha iniziato a imparare il polacco. Aveva già molta esperienza con altre lingue, ma imparare la lingua dell’Europa orientale era un compito difficile.

“Pensavo che sarebbe stato un gioco da ragazzi, come scegliere un italiano o un francese o qualcosa del genere, ma non lo è”, ha ammesso la Streep. “Assomiglia molto al latino perché ci sono sette casi, penso – il mio insegnante mi ucciderebbe se non lo capissi bene – la grammatica non era il mio punto forte, riesco a capire l’accento”.

Ha continuato: “Comunque, per questo, è stato difficile da imparare. Devi analizzare ogni frase mentre viene pronunciata, ogni parola cambia la sua fine a seconda che sia il soggetto della frase o il soggetto o l’oggetto indiretto. È davvero indisciplinato”.

Streep si trasferì nella capitale croata Zagabria, nell’allora Jugoslavia, per tre settimane dove girarono le orribili scene del campo di concentramento. Tuttavia, ha incontrato un’altra lingua che doveva essere appresa, poiché Bakula desiderava rendere il film il più realistico possibile. Inizialmente aveva scritto le scene di guerra in inglese, ma all’ultimo momento ha cambiato il piano e voleva parlare polacco e tedesco.

“Portami un tutor tedesco”, disse Streep a Bakula sconvolto.

Le decisioni di Bakula hanno dato i loro frutti. La Streep ha vinto l’Oscar come migliore attrice protagonista per il suo lavoro in La scelta di SophieIl film era dappertutto alla festa. Nominato per la migliore sceneggiatura adattata, fotografia, costumi, musica e colonna sonora originale.

Segui la rivista Far Out sui nostri canali social, all’indirizzo FacebookE il Twitter E il Instagram.

READ  Gli eredi Gucci sono preoccupati per il ritratto della famiglia nel film Ridley Scott