Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La corte britannica apre le porte all’estradizione di Julian Assange negli Stati Uniti

un Britannico La Corte d’Appello ha aperto le porte a Julian Assange Essere estradato negli Stati Uniti annullando una sentenza della corte di grado inferiore che considerava la salute mentale del fondatore di WikiLeaks troppo fragile per sostenere il sistema di giustizia penale statunitense.
il Corte Suprema A Londra, venerdì mattina (venerdì sera AEDT) ha stabilito che le assicurazioni statunitensi erano sufficienti per garantire che Assange fosse trattato umanamente e ha ordinato a un giudice di una corte inferiore di inviare una richiesta di estradizione al ministro degli Interni per la revisione.

Il ministro degli Interni, che sovrintende alle forze dell’ordine nel Regno Unito, prenderà la decisione finale sull’estradizione di Assange.

Julian Assange saluta i sostenitori fuori dall’ambasciata ecuadoriana a Londra, 19 maggio 2017. (AFP)

La sentenza della Corte Suprema ha affermato che “non c’è motivo per cui questa corte non dovrebbe accettare assicurazioni che significa ciò che dice”.

“Non ci sono basi per supporre che gli Stati Uniti non abbiano fornito le assicurazioni in buona fede”.

La fidanzata di Assange, Stella Morris, ha definito la decisione un “grave errore giudiziario” e ha affermato che gli avvocati avrebbero presentato ricorso “il prima possibile”.

Assange, 50 anni, è attualmente detenuto nel carcere di massima sicurezza di Belmarsh a Londra. I suoi sostenitori si sono riuniti venerdì davanti alla Corte Suprema, sventolando cartelli che chiedevano il suo rilascio.

Julian Assange e la compagna Stella Morris
La fidanzata di Assange, Stella Morris, ha definito la decisione un “grave errore giudiziario”. (Twitter/StellaMoris)

Un giudice della corte inferiore all’inizio di quest’anno ha respinto una richiesta degli Stati Uniti di estradare Assange negli Stati Uniti per affrontare le accuse di spionaggio sul rilascio di documenti militari classificati da parte di WikiLeaks un decennio fa.

Il giudice distrettuale Vanessa Paraitser ha negato la sua estradizione per motivi di salute, affermando che Assange si sarebbe suicidato se detenuto in dure condizioni carcerarie negli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno presentato ricorso, sfidando l’idea che la salute mentale di Assange lo rendesse troppo debole per sopportare il sistema giudiziario americano.

All’interno della prigione Supermax, affronta Julian Assange

James Lewis, un avvocato del governo degli Stati Uniti, ha affermato che Assange “non ha precedenti di malattie mentali gravi e tollerabili” e non si eleva a una tale misura da non poter resistere al farsi del male.

Gli Stati Uniti hanno incriminato Assange per 17 capi di spionaggio e un conteggio di uso improprio del computer per la pubblicazione da parte di WikiLeaks di migliaia di documenti militari e diplomatici trapelati.

La pena massima per le accuse è fino a 175 anni di carcere, anche se Lewis ha affermato che “la condanna più lunga di sempre per questo crimine è di 63 mesi”.

READ  Donald Trump attacca Joe Biden mentre il panel del 6 gennaio cerca documenti importanti