Gennaio 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La cometa Leonard, appena scoperta, sorvolerà la Terra in un evento irripetibile: ecco come vederla

(KTLAI) – Una cometa scoperta all’inizio di quest’anno dovrebbe volare vicino alla Terra la prossima settimana nel suo viaggio attraverso il sistema solare, e sarà l’unica possibilità che avrai per osservare il corpo celeste.

Secondo la NASA, la cometa Leonard, alias C/2021, raggiungerà il punto più vicino alla Terra il 12 dicembre. La cometa è stata scoperta all’inizio di quest’anno dall’astronomo Gregory Leonard, da cui il nome.

TerraCielo C/2021 descrive A come “probabilmente la cometa migliore nel 2021 e la cometa più brillante entro la fine dell’anno”.

Leonard è già visibile nel cielo e può essere visto nelle prime due settimane di dicembre a est prima dell’alba. NASA Dice che puoi individuarlo guardando tra il manico dell’Orsa Maggiore e Arturo, l’ultimo dei quali è una delle stelle più luminose nel cielo notturno.

Quindi, quando Leonard farà il suo incontro più ravvicinato con il nostro pianeta, la cometa si avvicinerà all’orizzonte della Terra, qualcosa che probabilmente la farà apparire più luminosa ma, sfortunatamente, sarà difficile da vedere per gli astronomi, secondo l’agenzia spaziale.

Dopo il suo massimo avvicinamento il 12 dicembre, la cometa sarà visibile nel cielo serale, in particolare dopo il tramonto, intorno al 14 dicembre circa, riferisce la NASA.

La luminosità della cometa diminuirà gradualmente man mano che si allontana dalla Terra verso il sole, con la distanza più vicina dell’oggetto dal cuore del nostro sistema solare che si verificherà intorno al 3 gennaio 2022.

Nonostante sia una delle comete più luminose del pianeta, Leonard può essere difficile da vedere, almeno senza un piccolo telescopio o persino un binocolo. Dopotutto, anche nel punto più vicino alla Terra, C/2021 sarebbe ancora a più di 21 milioni di miglia di distanza.

Indipendentemente dalla distanza, “è noto che le comete sono difficili da prevedere in termini di luminosità e visibilità”, spiega la NASA. “Ci si aspetta che la cometa Leonard raggiunga il suo picco con una luminosità che probabilmente richiederà un binocolo per osservarla. C’è la possibilità che sia abbastanza luminosa da essere vista ad occhio nudo, ma di nuovo, con le comete, non si sa mai”.

D’altra parte, gli astronomi pensano che valga la pena. Questa sarà l’unica possibilità di vedere la cometa, che potrebbe aver già visitato il nostro sistema solare, da circa 75.000 a 80.000 anni fa, ha affermato Gregory Leonard. inverso.

“Quindi c’era già un paragrafo, ma ovviamente nessuno era effettivamente lì per registrare quell’evento”, ha detto Leonard in un’intervista con la rivista online. “E ora questa cometa sembra trovarsi su quella che chiamiamo un’orbita iperbolica, quindi una volta che passerà vicino al sole, verrà espulsa dal sistema solare e sarà trasportata per milioni di anni fino a quando probabilmente non inciampa in un altro sistema stellare”.

READ  Cosa dice la NASA della palla di fuoco che ha tagliato il cielo del Michigan?