Maggio 22, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Cina accusa l’Australia di interferenza “violenta” nella reazione di Five Eyes alle elezioni di Hong Kong | Politica estera australiana

La Cina ha accusato il governo australiano di “interferire violentemente” nei suoi affari interni dopo che l’Australia si è unita ai suoi alleati Five Eyes per esprimere gravi preoccupazioni sull'”erosione degli elementi democratici” nel paese. Hong Kong.

I candidati pro-Pechino sono stati confermati per occupare quasi tutti i seggi nella nuova legislatura di Hong Kong dopo Riforma del sistema elettorale Che, secondo le autorità, assicurerà “l’amministrazione dei patriarchi di Hong Kong”.

L’elezione di domenica è stata Segnato da un record di affluenza alle urne È stato detenuto 18 mesi dopo che le autorità hanno represso il dissenso politico in nome della sicurezza nazionale.

Il ministro degli Esteri australiano, Marise Payne, si è unito ai suoi omologhi di Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Nuova Zelanda per dire che il voto di domenica ha ribaltato i candidati con diverse opinioni politiche che si sono presentati a Hong Kong.

Hanno affermato che la riforma elettorale di Hong Kong ha ridotto il numero di seggi eletti direttamente e ha istituito un nuovo processo di controllo per limitare severamente la selezione dei candidati al ballottaggio, il che “ha eliminato qualsiasi opposizione politica significativa”.

Cinque ministri di El-Ayoun hanno affermato che molti politici dell’opposizione in città sono rimasti in prigione in attesa di processo, mentre altri erano in esilio all’estero, mentre la legge sulla sicurezza nazionale dello scorso anno ha avuto un “effetto spaventoso” più ampio. La dichiarazione afferma che le libertà dei media si stanno “riducendo a un ritmo rapido”.

“Le azioni che minano i diritti e le libertà di Hong Kong e un alto grado di autonomia minacciano il nostro desiderio condiviso di vedere Hong Kong avere successo”, ha affermato la dichiarazione congiunta rilasciata lunedì alla fine della giornata.

“Proteggere lo spazio per punti di vista alternativi pacifici è il modo più efficace per garantire la stabilità e la prosperità di Hong Kong.

Invitiamo la Repubblica Popolare Cina Agire in conformità con i suoi obblighi internazionali di rispettare i diritti e le libertà fondamentali protetti a Hong Kong, compresi quelli garantiti dalla Dichiarazione congiunta sino-britannica”.

La Repubblica popolare cinese ha risposto affermando che “si oppone fermamente e condanna fermamente” la dichiarazione congiunta, in cui afferma di “aver ignorato incautamente i fatti e ribaltato la verità”.

L’ambasciata cinese a Canberra ha affermato che i nuovi membri della legislatura di Hong Kong sono stati “eletti senza problemi” ed è stato un momento “decisivo” nel “periodo di transizione di Hong Kong dal caos alla stabilità e alla prosperità”.

Iscriviti per ricevere ogni mattina un’e-mail con le migliori notizie da Guardian Australia

“Negli ultimi anni, la parte australiana ha fatto del suo meglio per sollevare la sua opposizione alla cosiddetta ‘ingerenza straniera’, mentre nel frattempo trova costantemente varie scuse per interferire violentemente negli affari interni della Cina, il che espone pienamente la sua natura ipocrita di standard”, ha detto un portavoce dell’ambasciata. Dual”.

“La Cina esorta fortemente la parte australiana a pensare a se stessa e a smettere di minare la stabilità e lo sviluppo di altri paesi con qualsiasi pretesto”.

“Tutti i tentativi di alcuni paesi di interferire” negli affari interni della Cina sono “futili e destinati al fallimento”, ha aggiunto il portavoce dell’ambasciata.

Il rapporto tra Australia e Cina, il suo principale partner commerciale, è peggiorato a causa di una combinazione di differenze negli ultimi cinque anni.

Nel Ora infame “Elenco delle lamentele” contro l’Australia L’anno scorso l’ambasciata cinese ha accusato l’Australia di “interferenza continua e sfrenata negli affari dello Xinjiang, Hong Kong e Taiwan della Cina” e di “guidare la crociata contro la Cina in alcuni forum multilaterali”.

La Cina ha anche obiettato al divieto del governo Turnbull della società di telecomunicazioni cinese Huawei dalla rete 5G australiana, all’introduzione di leggi sull’interferenza straniera considerate mirate alla Cina e all’approccio sempre più rigoroso al controllo delle proposte di investimento straniero.

Le richieste del governo australiano per un’indagine internazionale indipendente e il trattamento delle origini di Covid-19 sono emerse come un altro punto caldo lo scorso anno, con Pechino che ha congelato i colloqui ministeriali.

Il governo ha anche accusato Pechino di aver lanciato una campagna di “coercizione economica” dopo che era iniziata Tariffe e altre procedure commerciali Contro i settori di esportazione australiani tra cui orzo, vino, carne bovina, frutti di mare e carbone nell’ultimo anno e mezzo.

Nessuno stallo è imminente dalle tensioni, con il primo ministro Scott Morrison che giura di non “scambiare” i valori o la sovranità dell’Australia, mentre l’opposizione laburista offre un sostegno largamente bipartisan sulle grandi questioni strategiche.

Lunedì, un portavoce del partito laburista per gli affari esteri, Penny Wong, ha affermato che il partito è “profondamente deluso e preoccupato” dalle elezioni di Hong Kong, affermando che si tratta di “un altro esempio della continua erosione dell’autonomia e delle libertà democratiche di Hong Kong”.

“Questo ulteriore indebolimento della democrazia a Hong Kong e l’accordo di un paese, due sistemi non è il comportamento di una potenza globale responsabile”, ha affermato Wong.

È probabile che le tensioni con Pechino aumentino dopo che l’Australia si è unita agli Stati Uniti e al Regno Unito la scorsa settimana in Dichiarazione di boicottaggio diplomatico Olimpiadi invernali di Pechino per protestare contro le violazioni dei diritti umani nella regione cinese dello Xinjiang.

Anche la Cina ha Era molto critico nei confronti dell’affare Aukus – in cui gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno promesso di aiutare l’Australia ad acquisire almeno otto sottomarini a propulsione nucleare – come una rombante “Lega anglosassone”.

governo australiano Una decisione è attesa nei prossimi mesi Sul futuro di un contratto di locazione a lungo termine esistente a una società cinese per il porto di Darwin, di importanza strategica.

E il ministro della Difesa australiano, Peter Dutton, ha già accusato il governo cinese di ricorrere a “scoppi” E “illogicoMinacce contro una serie di paesi che si sono opposti a Pechino: un comportamento che questa persona conservatrice ha definito “inquietante e inutile”.

Dutton Polemiche attratte il mese scorso Quando ha detto che era “inconcepibile” che l’Australia non sarebbe venuta in aiuto di Taiwan se gli Stati Uniti avessero difeso l’isola governata democraticamente dall’invasione della Cina.

Ignora le accuse che lo era Escalation della retorica sulla sicurezza nazionale a Scopi politici con l’avvicinarsi delle elezioni federaliDutton ha affermato che è importante essere “realistici” su come le prospettive della Cina siano cambiate “in modo molto ampio” sotto la guida di Xi Jinping.

READ  Bus si schianta in Croazia, uccidendo 10 persone e ferendone almeno altre 45