Maggio 9, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Cambogia deve a VICE le foto dell’artista che hanno aggiunto sorrisi alle vittime dei Khmer Rossi

La Cambogia ha invitato il gruppo mediatico americano “Vice” a ritirare un articolo che mostra le recenti foto a colori delle vittime dei Khmer Rossi “campi di sterminio”, dicendo che le foto erano un insulto ai morti perché alcune delle immagini sono state modificate per aggiungere sorrisi.

L’articolo successivamente non è stato più disponibile su VICE.com.

In un articolo pubblicato venerdì, l’artista Matt Logre ha affermato che il suo progetto di colorare le immagini dalla famigerata prigione di Tuol Sleng, o S-21, mira a umanizzare i 14.000 cambogiani che sono stati giustiziati e torturati lì.

Tuttavia, l’articolo ha causato un contraccolpo sui social media dopo che i confronti con le foto originali in bianco e nero hanno mostrato che alcune persone sorridevano solo nelle foto a colori di Loveri.

Caricamento in corso

L’articolo VICE non contiene immagini originali.

“Giocare con la tecnologia per truccare le vittime di S21 è un insulto molto serio per le anime delle vittime del genocidio”, ha scritto su Twitter il politico cambogiano in esilio Mu Sochua.

Il ministero della Cultura cambogiano ha rilasciato una dichiarazione chiedendo al signor Lovre e Weiss di rimuovere le foto.

“Esortiamo i ricercatori, gli artisti e il pubblico a non manomettere alcuna fonte storica e a rispettare le vittime”, ha detto il ministero.

Lovre, che ha dichiarato in un’intervista a VICE di aver lavorato con le famiglie delle vittime per recuperare le foto, ha rifiutato di commentare quando è stato contattato da Reuters.

In una dichiarazione di apertura pubblicata su VICE.com, l’outlet ha affermato che l’articolo “include immagini di vittime dei Khmer rossi che sono state manipolate da Lugray oltre la colorazione”.

“La storia non rispettava gli standard editoriali di VICE ed è stata rimossa. Ci scusiamo per l’errore e indagheremo su come si è verificato questo errore nel processo editoriale.”

Yukchang, direttore del Centro di documentazione della Cambogia, ha paragonato gli emendamenti alla riscrittura della storia.

Una petizione online che chiede la rimozione dell’articolo ha raccolto migliaia di firme.

Almeno 1,7 milioni di cambogiani sono stati uccisi nell’era del terrore estremista dei Khmer Rossi in Cambogia dal 1975 al 1979.

Reuters / ABC

READ  Cosa significa la bolla di viaggio dell'isola della Nuova Zelanda: Cook to Australia