Maggio 6, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Jaybird Tarah Pro contro Tarah contro X4

Jaybird Earphone Showdown: The Tarah Vs X4 Vs Tarah Pro

Il Jaybird è sempre stato uno dei più grandi giocatori di Gioco di cuffie sportive senza filiConosciuto per le sue solide prestazioni, la qualità costruttiva e il suono decente. Mettiamo tre modelli attraverso i loro passaggi – – Il cerchio di Jaybeard ($ 144,56 USD), Jaybird X4 ($ 199,95), Jaybird Hoop Pro ($ 250).

In sostanza, tutti e tre gli auricolari sono più o meno uguali. Tutti sono resistenti agli agenti atmosferici IPX7. Hanno tutti una vestibilità in-ear, con un’ala attaccata alla piega dell’orecchio. I terminali sono rimovibili e sono disponibili in diverse dimensioni, mentre il filo che collega gli auricolari al pannello di controllo ha tre pulsanti sul lato destro.

Il design in-ear con ala è relativamente comune con le cuffie sportive, si sente completamente a suo agio e sicuro. Li ho anche testati su qualcuno che di solito scopre che le orecchie non funzionano per loro, e sembravano un po ‘contenti della vestibilità del Jaybird.

Il cerchio E il Hoop pro Viene invece fornito con tre terminali in silicone di diverse dimensioni con alette attaccate X4 Offre ancora più versatilità con quattro serie di arti e tre serie di ali separate. Le punte sono disponibili in due dimensioni, con una scelta di schiuma o silicone.

Nonostante l’ulteriore versatilità dell’X4, ho trovato che Tarah e Tarah Pro sono più sicuri, più comodi e più facili da indossare, specialmente con una mano. L’ala divisa a volte era difficile da posizionare con l’angolazione corretta per la migliore vestibilità. Ho usato principalmente le punte in schiuma sull’X4, come punto di differenza dagli altri, e non l’ho trovato notevolmente più comodo.

Puntali in schiuma X4 e ali separate. Foto: Angrad Yu.

Anche i cavi attraverso le cuffie sono diversi, con Tarah e X4 che utilizzano un cavo di gomma piatto, mentre il Tarah Pro ha un cavo circolare intrecciato. Quest’ultimo vince facilmente per me, essendo più flessibile e comodo. Non è un motivo valido per ottenere il Pro rispetto agli altri, ma mi ha portato a Pro quasi ogni volta.

I dorsi piatti di Tarah Pro sono magnetici. Foto: Angrad Yu.

Anche la parte posteriore degli auricolari Pro è magnetica, permettendoti di fissarli saldamente al collo. In questo modo la musica viene sospesa automaticamente e, se si toglie il patch, la riproduzione riprenderà dopo pochi secondi. È un bel tocco.

READ  Valorant inizierà a registrare la chat vocale per ridurre la tossicità

Nonostante sia un set di auricolari abbastanza ben progettato, ho un problema che mi rende estremamente difficile essere completamente a bordo: i caricatori speciali.

Ogni auricolare viene caricato tramite la sua singola base USB e lo odio. Ho smarrito il cavo micro USB alcune volte nella borsa e mi sono reso conto che non potevo fare una ricarica complicata in ufficio prima che il mio viaggio di ritorno a casa fosse fastidioso.

Da sinistra a destra, i caricabatterie Tarah, X4 e Tarah Pro. Lo odio. Lo odio così tanto Foto: Angrad Yu.

Qual è la differenza tra Jaybird Tarah Pro, Jaybird Tarah e Jaybird XM4?

La più grande differenza tra le tre cuffie è la durata della batteria. Il Tarah ha 6 ore di uptime, l’X4 offre 8 ore e il Pro fornisce un potente 14 ore.

In un mondo in cui ricarichiamo i nostri telefoni più volte al giorno, collegare Tarah una volta al giorno o due quando viene utilizzato per il pendolarismo e per fare jogging non sembra poi così male. Anche se il lusso di 14 Hours Pro può essere sentito di sicuro.

Musica e podcast su Jaybird.

La qualità del suono su tutte e tre le cuffie è molto simile, tanto che non vale la pena spaccare i capelli. Sono i migliori auricolari in-ear e sono semplicemente perfetti Divertente da correre O saltellando.

Anche l’isolamento è impressionante, poiché elimina quasi tutto il rumore circostante. Questo è ottimo per poter ascoltare chiaramente i tuoi brani, ma presenta alcuni problemi di sicurezza quando corri all’aperto. Questa è probabilmente la cosa più frustrante per me di queste cuffie. Sono comodi nella corsa, ma ci sono andato solo poche volte perché mi hanno reso così inconsapevole di ciò che mi circondava che non mi sentivo al sicuro. Ed essendo un paio di auricolari, non posso lasciare un lato fuori senza rimbalzare scomodamente.

READ  Non fare le cose stupide che queste bambole pensano di fare Pubblicità

Puoi anche bilanciare il suono nell’app Jaybird, anche se preferisco l’accordatura piatta durante la revisione per ascoltare le cuffie stesse. L’app dà anche accesso ad alcuni materiali di supporto, come una comoda guida e una raccolta di playlist e podcast incentrati sugli sport per lo streaming.

Tutto sommato, queste tre cuffie sono molto simili. Le differenze tra loro sono sottili e riguardano più i piccoli miglioramenti. Non c’è nulla nell’X4 che mi faccia scegliere rispetto a Tarah, e il salto di prezzo di $ 100 per il Pro rende Tarah quello che consiglierei alla maggior parte degli utenti, anche se mi piace di più il Pro. Ancora una volta, il Jaybird è uno spettacolo davvero solido per i fanatici dell’esercizio.

Leggimi

  • La principale differenza tra i tre diversi prezzi è la durata della batteria: 6, 8 e 14 ore rispettivamente per Tarah, X4 e Tarah Pro.
  • L’X4 ha auricolari e alette separati, consentendo una maggiore versatilità, ma l’ho trovato più scomodo per la punta e l’ala di Tarah e Tarah Pro.
  • Tarah Pro ha un cavo intrecciato e auricolari magnetici che possono attaccarsi al collo.
  • Suono decente e qualità costruttiva. IPX7 tra i tre.

Si può comprare Tarah ($ 144,56 USD), X4 ($ 199,95), Hoop pro ($ 250) Amazon E guida Jaybird, Sebbene non un solo rivenditore abbia tutti e tre i.

In Gizmodo, selezioniamo e scriviamo in modo indipendente sulle cose che ci piacciono e pensiamo che piaceranno anche a te. Abbiamo partnership di affiliazione e pubblicità, il che significa che possiamo raccogliere una quota di vendite o altri compensi dai link in questa pagina. BTW – I prezzi sono accurati e gli articoli sono disponibili al momento della pubblicazione.