Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Italian Petiol vince la 18a tappa del Giro d’Italia – sport

postato su 28 maggio 2021 05:56 am

Giovedì, Alberto Bettiol di EF Education ha vinto la diciottesima tappa del Giro d’Italia.

Stradella (AFP) – Alberto Petiol di EF Education ha vinto giovedì a Stradella la 18a tappa del Giro d’Italia, la corsa più lunga di 231 chilometri.

Petiol ha inseguito il francese Remy Kavagna di Dikionink, scappato da un grande gruppo separatista a 26 km di distanza e finito a 15 secondi dal collega italiano Simone Consoni.

“E ‘stata una tappa davvero commovente”, ha detto Petiol, dopo la sua prima vittoria in Italia. “E’ stata una tappa davvero difficile”.

“Finalmente faceva molto caldo, perché Jiro era davvero duro e faceva molto freddo. Finalmente splende il sole”.

Il maggiore Peloton, compreso il comandante in capo colombiano Egan Bernal di Eneos, ha concluso 23 minuti e 30 secondi dopo Petiol.

La separazione di 23 concorrenti si è formata nella prima ora di gara su una grande piattaforma pianeggiante da Rovarita a Stradella, dando ai principali contendenti la possibilità di recuperare prima che il giroscopio tornasse in montagna.

Cavagna, esperto di tempo, è esploso a 26 chilometri di distanza.

Ma Petiol ha inseguito il francese attraverso i vigneti dell’Oltrepo e Cavagna si è rotto nell’ultima breve salita.

“Avevo davvero paura di Kavagna perché è un uomo molto forte”, ha detto Petiol.

“Ma durante la mia ultima spedizione di arrampicata, quando l’ho visto davanti a me, l’ho afferrato e l’ho subito attaccato. Ho cercato di colpirlo mentalmente”.

Petiol ha percorso da solo gli ultimi sette chilometri per ottenere la sua terza vittoria in carriera e la prima per la sua squadra al Giro di quest’anno.

READ  La star italiana della strada degli anni '90 Mario Chiesa ottiene PEZ'd!

Alla fine ha detto che il suo obiettivo era lavorare per la squadra.

Petiol stava servendo come gregario per il capitano dell’EF Hugh Cathey in montagna e ha portato l’inglese al traguardo mercoledì dopo una dura tappa di arrampicata.

Petiol ha detto di essere rimasto piacevolmente sorpreso dal suo livello giovedì.

“Gli ultimi 40 km sono stati molto difficili”, ha detto. “Per fortuna ho ancora buone gambe, ieri è stata davvero dura per me sostenere Hugh Cathey. Il nostro obiettivo è ancora con lui per provare a portarlo sul podio”.

“Da domani, nelle ultime due tappe, sono tornato con lui, ma oggi questa giornata mi è piaciuta”.

Come catastroficamente, Bernal ha faticato alla fine della salita di mercoledì, anche se è ancora al secondo posto Damiano Caruso di due minuti e 21 secondi.

Ha detto che il round lungo e in gran parte piatto di giovedì non ha dimostrato la sua guarigione.

“È difficile da dire perché è stato molto veloce, ma ero al volante quindi è stato un po ‘più facile”, ha detto il colombiano.

“Mi sentivo molto meglio sulla moto rispetto a ieri. Spero che domani sia un’altra buona giornata”.

Bernal ha mantenuto la Maglia Rosa per il nono giorno consecutivo, superando il record rosa colombiano di otto giorni stabilito da Nero Quintana che vinse il Giro nel 2014.

“E ‘qualcosa di speciale, ma la cosa più importante è raggiungere la Maglia nella fase finale”, ha detto Bernal, prima di rifiutarsi di dire che era fiducioso di vincere.

“Abbiamo visto ieri che in una brutta giornata si può perdere tutto. Devo concentrarmi e fare del mio meglio”.

READ  Jose Mourinho ha concluso la Premier League con il Tottenham Hotspur, dice Jimmy Carragher | notizie di calcio

Venerdì la diciannovesima tappa dei 166 chilometri di Abbiategrasso si conclude con una difficile salita all’Alp Mira ma deviata per evitare di salire sul Moutaroni, per rispetto delle vittime dell’incidente in funivia di domenica scorsa.