Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Intel ha fatto trapelare accidentalmente i dati sulla sua grafica principale Arc

Intel ha fatto trapelare accidentalmente i dati sulla sua grafica principale Arc

(Pocket-lint) – Alla fine di marzo, Intel ha lanciato le prime schede grafiche discrete. Dalle GPU mobili ai laptop con la promessa delle GPU desktop estive.

Come parte dell’annuncio, la società ha pubblicato diversi video che mostrano diversi aspetti delle schede grafiche. Ciò includeva un video dimostrativo controllo dell’arco.

Arc Control è un software progettato per accompagnare il display di Intel Graphics ed è simile a GeForce Experience di Nvidia. Ciò consente essenzialmente agli utenti di accedere facilmente ai driver grafici e ai dati sulle prestazioni più recenti per il sistema dell’utente e lo studio di trasmissione per lo streaming sulla piattaforma preferita.

È la scheda delle prestazioni più interessante qui.

Durante il video (a circa 29 secondi), Intel ha mostrato un breve assaggio di quel monitor e sembra mostrare i dati per una scheda grafica di fascia alta inedita. Centro 3D Confronta i dati e afferma che la velocità di clock e il consumo energetico sono troppo elevati per una GPU mobile.

Intel Corporation

Nella sezione Live Performance Monitor, è possibile visualizzare diverse statistiche importanti. Innanzitutto, la GPU ha un tasso di utilizzo del 99,57% e consuma 175 watt di potenza. In secondo luogo, il clock della GPU è di 2.250 MHz e il clock della VRAM è di 1.093 MHz.

Sulla base di questi dati, si suggerisce che la GPU sia probabilmente più potente della Radeon RX 6700 XT ma circa il 20% in meno rispetto alla Nvidia GeForce RTX 3070 Ti. Tuttavia, sembra avere il 60 percento della forza di tensione che può essere molto vantaggiosa per Intel Xe Super Campionamento (XeSS) Aggiornamento basato sull’intelligenza artificiale.

READ  Il vicepresidente Apple Kaiann Drance su iPhone 13 Pro sfida le foto vincenti [Video]

Questa è tutta speculazione a questo punto ovviamente e poiché si basa su uno sguardo molto breve ai dati osservazionali, dovrebbe essere presa con le pinze. Bisognerà aspettare l’estate per saperne di più.

Scritto da Adrian Wellings.