Maggio 6, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Indagini in Italia su possibili frodi con vaccini COVID. Un governatore ha ricevuto un’offerta di 27 milioni di dosi

Sono in corso numerose indagini in varie regioni d’Italia su presunte frodi con vaccini anti-Govt, in seguito all’annuncio del governatore di Venito, Luca Zoya, che fornirà 27 milioni di dosi del vaccino.

Il Giornale scrive che le stesse “offerte favorevoli” sono pervenute in Lombardia e Umbria. Ci sono zone in cui i pubblici ministeri hanno avviato indagini, ma Mediafox non ha escluso la possibilità di simili sforzi giudiziari in altre parti d’Italia.

Gli investigatori stanno esaminando se “richieste di acquisto diretto di vaccini anti-governo” siano state inviate da aziende regionali, mentre cercano “individui anonimi che hanno proposto di acquistare vaccini per le autorità”.

Le aziende farmaceutiche Pfizer e AstraZeneca hanno già indicato che non intendono offrire il vaccino nel mercato privato: “Gli intermediari non possono fornire vaccini perché non vengono forniti a privati, ma solo ai governi”.

Luca Chaya, governatore della regione Veneto, ha detto di aver ricevuto i privilegi per il vaccino da 27 milioni di dosi.

Il governatore, infatti, aveva precedentemente dichiarato di voler acquistare vaccini per la regione, fuori dall’accordo con l’Ue, perché insoddisfatto del ritmo delle vaccinazioni in Italia. Luca Chaya ha spiegato di aver ricevuto due offerte per l’acquisto di 12 e 15 milioni di dosi: “Non so da dove siano state comprate”.

“Ho l’obbligo di verificare se sto ottenendo benefici. Ho il dovere di prendermi cura della salute dei veneziani. Ho anche un impegno etico”, ha detto il governatore a Radio 24.

Autore: G.C.