Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Incontra i finalisti del Victoria’s Restaurant

Dal lusso alla consapevolezza ambientale, Victoria ha raggiunto la finale Guida al buon ciboRestaurant of the Year è un’istantanea ad alta definizione delle tendenze culinarie più calde degli ultimi 12 mesi.

I sei finalisti del prestigioso Guide Award sono Aru, Gimlet, Grill Americano, Navi, O.My e Vue de Monde.

Snack inaugurali al Navi di Yarraville Foto: Ed Sloan

“È un elenco davvero eclettico e i finalisti riflettono alcuni dei temi chiave che abbiamo notato quest’anno”, afferma Roslyn Grundy, editore della guida di quest’anno.

Navi, un piccolo ristorante di proprietà indipendente a Yarraville, sostiene una cucina che sia ancora lussuosa. Non buttare via le lische di pesce e usarle invece per fare le salse richiede più tempo, ma l’alternativa – buttare via i sacchetti di prugne ogni settimana – non è un’opzione per lo chef proprietario Julian Hills.

I rifiuti alimentari nelle discariche rappresentano il 3% delle emissioni di gas serra dell’Australia; Il 70% di ciò che viene sprecato è commestibile.

Vue de Monde, ha trascorso 22 anni nel settore, riflettendo in parte la lealtà dei pionieri di Melbourne.

Vue de Monde, ha trascorso 22 anni nel settore, riflettendo in parte la lealtà dei pionieri di Melbourne. Foto: Luis Enrique Asci

Hills crede che i commensali come Navi dovrebbero dare l’esempio per altri ristoranti.

“Devi farlo e devi dimostrare che può farlo”.

La plastica è un altro punto focale. “Ora abbiamo raggiunto il punto in cui il Glad Wrap dura un anno”, afferma Hill.

A O.My a Beaconsfield, il team coltiva tutta la frutta e la verdura in una fattoria di 2,5 ettari a soli 15 minuti di auto dal ristorante. Porta il cibo dalla fattoria al piatto al livello successivo.

“Le persone dietro questi ristoranti sono leader di pensiero”, dice Grundy. “Pensano in modo più ampio al loro posto nella società”.

Nel frattempo, Gimlet and Grill Americano offre una cartolina del glamour di metà secolo, un momento di lusso in un’epoca in cui non ne abbiamo mai abbastanza. È difficile prenotare al Gimlet fino a metà settimana, soprattutto perché quest’anno è stato l’unico locale australiano ad essere nella lista dei 50 migliori ristoranti del mondo.

Crostata di pomodori da O.My a Beaconsfield, dove tutta la frutta e la verdura vengono coltivate nella fattoria del team.

Crostata di pomodori da O.My a Beaconsfield, dove tutta la frutta e la verdura vengono coltivate nella fattoria del team. Foto: Simon Schlutter

Ma se ritorna l’indulgenza della vecchia scuola, i critici sono ugualmente entusiasti della nuova guardia. Il City Restaurant Aru combina ingredienti del sud-est asiatico e cucina a legna in un pacchetto eccitante e contemporaneo che infrange tutte le regole della cucina raffinata.

C’è uno spuntino con salsiccia d’anatra sul pane bianco fatto in casa che raccogli e mangi con le mani, proprio come faresti con una salsiccia sfrigolante.

Questi ristoranti rispondono alla domanda se la cucina raffinata sia morta con un rifiuto provocatorio. Al contrario, stanno ridefinendo il significato di cucina raffinata.

Spuntini americani alla griglia (cichetti) al bar, tra cui frittella di patate con burro di olive verdi e ostriche americane...

Spuntini americani alla griglia (cichetti) al bar, tra cui focaccia di patate con burro di olive verdi, ostriche americane, salumi e crocchette di pollo. Foto: Amy Hemings

Aru fa parte di un movimento in crescita che sta rivendicando l’idea di fondere i cibi. Lo chef e comproprietario Khan Nguyen afferma che la sua cucina è ispirata dalla sua educazione vietnamita, dai ricordi d’infanzia e dai prodotti vittoriani di alta qualità.

“Penso che lo scopo principale della mia carriera sia cambiare il punto di vista delle persone sulla cucina del sud-est asiatico e dell’Asia”, afferma Nguyen.

Il ristorante più antico della lista, Vue de Monde, ha 22 anni di attività, riflettendo in parte la lealtà dei clienti di Melbourne. Grundy dice che ci vuole di più per lavorare al massimo livello.

Cocktail al Gimlet.

Cocktail al Gimlet. Foto: Joe McGann

“Lo metterei sull’assoluta tenacia in cucina e sull’assoluta determinazione dei suoi sostenitori”.

Aggiunge che il suo giovane chef, Hugh Allen, ha iniettato nuova energia e idee nel ristorante CBD, situato in cima al grattacielo di Rialto.

“Ognuno dei finalisti sta plasmando le tendenze, spingendo i confini e influenzando gli altri ristoranti a modo suo”, afferma Grande.

Il vincitore sarà rivelato a una festa al W Hotel lunedì 14 novembre.

Finalisti Ristorante dell’anno

freccia

Una meravigliosa miscela delle numerose influenze culinarie di Khanh Nguyen: australiana, del sud-est asiatico e oltre.

268 Little Collins Street, Melbourne, aru.net.au

Succhiello a Cavendish House

Una lettera d’amore di Andrew McConnell ai ristoranti di una grande città di un’epoca passata, un’era pronta a tornare.

33 Russell Street, Melbourne, Succhiello Melbourne

Griglia Americana

Un’estetica italiana incontra una steakhouse di New York nel cuore pulsante di Melbourne.

112 Flinders Lane, Melbourne, grillamericano.com

Navi

Piccola cucina raffinata con grandi ambizioni per una cucina più sostenibile.

Via Jamon 83B, Yarravel, restaurantnavi.com.au

Ehi

Un ristorante alla periferia della città che porta l’idea della fattoria al piatto al livello successivo.

70 Princes Highway, Beaconsfield, omyrestaurant.com.au

Vue de Monde

Un campione di Melbourne che continua a lottare per l’eccellenza due decenni dopo.

Livello 55, 525 Collins Street, Melbourne, vuemonde.com.au

Il Guida al buon cibo 2023 La rivista è in vendita a partire dal 15 novembre per $ 9,95 in edicole e supermercati o preordina da thestore.com.au.

READ  La Banca Centrale Europea ha annunciato un rialzo dei tassi nonostante l'opposizione di Francia e Italia