Agosto 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

In Italia è stato dichiarato lo stato di emergenza a causa della siccità sul fiume Po

Questa foto scattata il 2 luglio 2022 a Roma mostra il fiume Tevere a basso livello dell’acqua vicino al ponte Vittorio Emanuele II, rivelando il ponte più antico costruito sotto l’imperatore romano Nerone (sotto).

Andrea Solaro | AFP | Belle foto

governo italiano Lunedì è stato dichiarato lo stato di emergenza A causa della siccità dovuta alla mancanza di precipitazioni e all’aumento delle temperature in cinque regioni.

L’Italia sta inviando 37,5 milioni di dollari in fondi di soccorso alle regioni Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto per aiutare le regioni particolarmente colpite. Una dichiarazione scritta rilasciata dal governo italiano.

“Per la falda padana si tratta della crisi idrica più grave degli ultimi settant’anni, secondo l’analisi dell’Autorità di Bacino Distrettuale del Po”. Lo ha detto giovedì il premier Mario DraghiSecondo una traduzione della sua dichiarazione pubblica rilasciata dal governo italiano.

Il fiume Tevere scorre attraverso l’Italia centrale e Roma e scorre sotto il famoso Ponte Vittorio Emanuele II. Nella foto sopra, c’è Funziona molto basso.

Le piante di soia colpite dall’acqua salata che scorre nel fiume Po colpito dalla siccità sono raffigurate a Porto Tolle, in Italia, il 23 giugno 2022. Immagine scattata il 23 2022.

Guglielmo Mangiapane | Reuters

Una barca affondata durante la seconda guerra mondiale giace sulla sponda secca del Po come parte del fiume più lungo d’Italia e il più grande bacino d’acqua dolce d’Italia si è prosciugato a causa della peggiore siccità degli ultimi 70 anni a Gualtieri, in Italia, il 22 giugno 2022.

Guglielmo Mangiapane | Reuters

La crisi deriva da tre anni di siccità e temperature più calde, ha detto Draghi.

READ  L'ex capitano italiano di rugby Guttita muore dopo aver firmato con il 54enne Kovit-19

“Ci sono due tipi di ragioni per questa crisi idrica: una è la mancanza di precipitazioni negli ultimi tre anni. Non solo quest’anno, ma anche negli anni precedenti, le precipitazioni sono state scarse”. Ha detto Tragi giovedì. “Contribuisce anche un aumento generale della temperatura; il cambiamento climatico sta senza dubbio avendo un impatto”.

Uno dei moli di un ponte che attraversa il fiume Po nel comune di Boretto, provincia di Reggio Emilia, Italia, il 27 giugno 2022.

Andrea Garuppa | Agenzia Anadolu | Belle foto

Inoltre, l’Italia sta perdendo acqua dal fiume Po a causa di quelle che Draghi chiamava “ragioni strutturali”, che significano “scarsa manutenzione dei bacini, scarsa manutenzione della rete”.

“Ecco perché l’Italia ha un livello insolitamente alto di perdite, si perde acqua: parliamo del 30 per cento o più”. ha detto Draghi. “Per darti un’idea, il totale è del 3% in Israele e del 5-6-8% negli altri paesi europei. Non c’è dubbio che ora serve un piano di emergenza per far fronte a questa emergenza”.

La Fontana dei Mesi (Fontana dei Messi) è raffigurata chiusa per evitare sprechi d’acqua nel Parco del Valentino a Torino, in Italia, il 19 giugno 2022.

Massimo Pinca | Reuters

Il fiume Po ei bacini idrografici circostanti sono aree importanti per l’agricoltura e l’allevamento. Più della metà del bestiame nazionale, 3,1 milioni di animali e il 65% dei suini, ovvero 6 milioni di animali, vivono nella regione. Secondo le informazioni della regione della Commissione europea.

La siccità distrugge il raccolto di riso italiano Il 30% del raccolto totale viene distruttoSecondo una dichiarazione scritta rilasciata domenica da GoldredUn sistema agricolo nell’Unione Europea.

READ  Gli anziani si riferiscono a ottobre come "Mese della tradizione e della cultura italoamericana"

La distruzione del raccolto di riso arriva in un momento particolarmente doloroso per l’industria, con 10.000 ettari di semina già in calo a causa di “incrementi record dei costi di produzione” causati dalla guerra in Ucraina. disse Goldret.

Un uomo cammina lungo il letto asciutto del fiume Sangone, un affluente del fiume Po, che sta vivendo la peggiore siccità degli ultimi 70 anni, a Peinasco, Torino, Italia, il 19 giugno 2022.

Massimo Pinca | Reuters