Maggio 8, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

In arrivo in Italia il Laboratorio di Leadership Indipendente sostenuto dall’Agenzia Spaziale Europea

Il Centro Italia – già sede di un’ambiziosa iniziativa nazionale di ricerca autonoma – sarà la sede del laboratorio P-CARS, che si propone di certificare i dispositivi GPS da utilizzare all’interno delle auto a guida autonoma.

Il nuovo laboratorio P-CARS è finanziato da Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Attraverso il programma di supporto all’innovazione e alla navigazione (NAVISPAgenzia spaziale europea. Il laboratorio sosterrà gli obiettivi di EMERGE, un partenariato pubblico-privato per l’innovazione istituito nel 2018 tra il Ministero dello Sviluppo Economico italiano, e Università degli Studi dell’Aquila E la regione montuosa dell’Abruzzo. Anche in partnership è Radio Labs Consorzio di ricerca e le società Leonardo, Telespasio ed Elital.

RadioLabs Lab dell’Università degli Studi dell’Aquila, parte dell’iniziativa italiana EMERGE per lo sviluppo di soluzioni di guida autonoma e connessa. (Immagine: RadioLabs)

EMERGE svilupperà la navigazione satellitare e le soluzioni 5G per veicoli connessi, sicuri, elettronici e autonomi. Il nuovo laboratorio P-CARS sarà un luogo indipendente per testare dispositivi che supportano la guida autonoma e connessa.

Francesco Respoli, responsabile delle operazioni satellitari in azienda Hitachi Railway STS E Direttore Generale di Radio Labs.

L’Abruzzo ospita già un sito di produzione di autocarri Fiat Ducato di Stellantis, il Centro di controllo Galileo del Fucino e il Centro per i veicoli connessi dell’Università dell’Aquila. P-CARS sarà incorporato nel Centro di eccellenza dell’Università per i veicoli locali sicuri geospaziali, connessi e online.

L’iniziativa italiana EMERGE sta sviluppando la tecnologia GNSS e 5G per la guida autonoma e connessa. (Immagine: RadioLabs)

“Il laboratorio P-CARS disporrà di un’area di prova di 150 metri quadrati, accanto a un circuito di guida esistente, con il diritto di utilizzare anche lo spazio aperto circostante”, ha detto Rispoli. “Affronteremo le funzioni di leadership autonome relative alle tecnologie GNSS che sono fondamentali per la sicurezza, il punto chiave è che la sicurezza deve essere garantita attraverso procedure di test standardizzate e agire come una terza parte fidata per convalidare soluzioni specifiche da parte delle aziende”.

READ  La coppia Trumbull apre un ristorante italiano a Fairfield

“Questa è una valida risposta alla nostra strategia nazionale, che promuove l’adozione di soluzioni di posizionamento, navigazione e temporizzazione (PNT) nel settore automobilistico in rapida crescita sfruttando le ultime tecnologie introdotte da Galileo e 5G”, ha affermato Alberto Tozzi, Head of Navigazione presso ASI. E il dipartimento delle comunicazioni. “Sarà perseguito l’arricchimento, la cooperazione e l’interazione reciproci tra le parti interessate nell’ecosistema unico della regione Abruzzo, riunendo le parti interessate spaziali e non spaziali: ASI, ESA, le industrie satellitari e automobilistiche, università e centri di ricerca”.

I veicoli autonomi avranno due serie distinte di input: sensori come telecamere, radar e radar per conoscere il contesto attorno al veicolo;  E GNSS, sistemi di misurazione inerziale e accelerometri per vedere dove.  I due gruppi operano in modo indipendente, ma si combinano per garantire la sicurezza.  (Immagine: RadioLabs)

I veicoli autonomi avranno due serie distinte di input: sensori come telecamere, LED e radar per conoscere il contesto del veicolo; Il GNSS e i sistemi di misura inerziale per scoprire la loro posizione. I due gruppi operano in modo indipendente, ma si combinano per garantire la sicurezza. (Immagine: RadioLabs)

Sfruttando la sua esperienza nelle applicazioni e nella sicurezza di Galileo, l’ESA sosterrà questa iniziativa in due modi: con il supporto tecnico e attraverso la cooperazione e lo scambio con altre istituzioni e laboratori a livello internazionale. L’Agenzia spaziale europea ha affermato che P-CARS potrebbe entrare a far parte di una rete di centri di eccellenza per la PNT applicata alle auto a guida autonoma e oltre.

P-CARS sfrutterà le sinergie tra il settore ferroviario e quello automobilistico per fornire vantaggi a entrambi. “Le case automobilistiche stanno producendo milioni di auto e stanno investendo molto in autonomia e sistemi di sicurezza, ma avevano pochissima esperienza in questo settore prima di iniziare a investire qualche anno fa”, ha detto Rispoli. “Nel frattempo, la comunità ferroviaria ha quasi 20 anni di esperienza nella gestione di funzioni di guida dei treni con un alto grado di indipendenza, attraverso il sistema comune europeo di gestione del traffico ferroviario, ERTMS”.

Hitachi Rail e Rio Tinto hanno collaborato per costruire il primo treno merci pesante senza conducente al mondo, un sistema automatizzato di trasporto di carichi pesanti per spostare le merci dalle miniere ai porti in Australia per migliaia di chilometri al giorno.  (Immagine: Hitachi Real)

Hitachi Rail e Rio Tinto hanno collaborato per costruire il primo treno merci pesante senza conducente al mondo, un sistema automatizzato di trasporto di carichi pesanti per spostare le merci dalle miniere ai porti in Australia per migliaia di chilometri al giorno. (Immagine: Hitachi Real)

“È risaputo che l’ERTMS garantisce i massimi livelli di sicurezza come sistema di guida connesso e indipendente, in cui il conducente umano è ampiamente bypassato, ma non la produzione in serie di tali sistemi per ridurne i costi. Sfruttando queste due caratteristiche esso sarà possibile ottenere dispositivi basati sul sistema. Il GNSS è a basso costo ma si è dimostrato sicuro “.

READ  In GM, i colletti blu e bianchi lasciano il posto al controllo remoto e in loco, Auto News, ET Auto

Il focus sarà sulla connettività, con i veicoli associati all’infrastruttura, incluso un sistema stradale intelligente centrale oltre ad altri veicoli. Il 5G consentirà comunicazioni a bassa latenza e sarà una fonte di dati di posizionamento per estendere le prestazioni del GNSS.

P-CARS è supportato da NAVISP Component 3, che si concentra sul supporto delle priorità di navigazione degli Stati membri dell’ESA.