Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il watchdog australiano valuta la possibilità di regolamentare Apple e Google per aumentare la concorrenza nell’App Store | Una mela

come tale È un gioco elettronico Il creatore di contenuti Epic Games continua la sua battaglia legale globale contro Apple e Google sui pagamenti in-app e la Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori afferma che potrebbero essere necessarie “regole e regolamenti anticipati” per costringere i giganti della tecnologia ad aprire i loro app store a una maggiore concorrenza.

Per le piattaforme Apple iOS, gli sviluppatori devono utilizzare l’App Store durante l’utilizzo GoogleLe app possono essere installate su dispositivi Android al di fuori del Play Store tramite download diretto o marketplace alternativi, ma l’uso di queste opzioni è limitato.

Ad aprile, l’ACCC ha pubblicato un rapporto intermedio come parte della sua lunga indagine sulle piattaforme digitali, argomenta Che mentre Apple e Google erano in competizione tra loro, entrambe le società hanno affrontato una concorrenza molto ridotta nelle distribuzioni di app sulle loro piattaforme mobili. L’autorità di vigilanza sulla concorrenza ha notato che le aziende stavano soffocando la concorrenza controllando ciò che le app potevano fare sulle loro piattaforme.

La relazione intermedia sosteneva che gli utenti dovrebbero essere in grado di scegliere opzioni di pagamento alternative diverse da quelle offerte da Una mela e google. Attualmente, stanno prendendo il 15-30% di sconto su ogni acquisto. Il rapporto ha anche suggerito che gli utenti dovrebbero essere in grado di scegliere tra app predefinite e app di terze parti che svolgono la stessa funzione e che Apple e Google dovrebbero trattenere i dati raccolti nei mercati delle app dal resto delle loro attività in modo che non siano abusato.

In un discorso al webinar sulla revisione della concorrenza globale giovedì, il presidente dell’ACCC Rod Sims dirà che il comitato non ha ancora formulato raccomandazioni finali, ma indica più regole a seconda di ciò che fanno gli altri paesi e se Apple e Google stanno prendendo provvedimenti che ritiene siano . ragionevole.

“È possibile, tuttavia, che siano necessarie norme e regolamenti precedenti per raggiungere questi obiettivi”, ha affermato Sims in una copia anticipata del suo discorso. “Stiamo seguendo da vicino le mosse esterne volte ad affrontare la stessa concorrenza e le preoccupazioni dei consumatori che abbiamo identificato”.

La commissione per il pagamento in-app era Il fulcro delle cause È stato presentato contro entrambe le società da Epic Games dopo che Fortnite è stato lanciato da entrambi gli app store per aggirare i sistemi di acquisto in-app che Apple e Google costringono a utilizzare gli sviluppatori.

Giochi epici Ha vinto un ricorso completo alla corte federale il mese scorso Per consentire che il caso venga esaminato in Australia mentre una causa simile è stata esaminata da un tribunale statunitense. La sentenza nel caso statunitense deve ancora essere approvata e Apple ha dichiarato che appellerà la decisione australiana alla Corte Suprema.

Sims ha notato che la Commissione europea stava esaminando Apple Pay e l’ecosistema mobile di Apple e c’era stata una causa intentata dai pubblici ministeri statunitensi contro Google sul suo App Store. Sims ha suggerito una tale azione legale internazionale, insieme all’epica Giocattoli Con la causa, potrebbe aiutare a rendere gli app store più competitivi prima che l’ACCC segua il percorso normativo.

Ma ha affermato che i regolatori di tutto il mondo hanno bisogno di “coerenza e allineamento internazionali” per essere efficaci.

“Il punto chiave… è che mentre queste azioni di contrasto e studi di mercato sono necessarie per affrontare i problemi derivanti dalle piattaforme digitali dominanti, non sono sufficienti da sole”, ha detto Sims.

“Il nostro lavoro all’ACCC deve essere adattato ai nostri problemi e interessi. Ma sebbene i dettagli esatti del nostro approccio possano variare, le autorità garanti della concorrenza possono comunque ottenere risultati globali di successo allineando il loro approccio sia all’applicazione che alla regolamentazione.

Ciò includerà l’armonizzazione dei regolamenti e delle regole avanzate, nonché l’attuazione. La competitività e il livello e il tipo di innovazione nella nostra economia lo richiedono”.

Google e Apple hanno combattuto contro eventuali modifiche al funzionamento dei loro app store. Apple ha precedentemente affermato che l’App Store richiede che tutte le app soddisfino “i rigorosi standard dell’azienda per la privacy, la sicurezza e i contenuti, fornendo ai nostri clienti un luogo sicuro e affidabile per scaricare app”.

Google ha dichiarato in una dichiarazione che fornisce anche una piattaforma sicura attraverso il suo App Store, ma ha aggiunto che, a causa della natura open source di Android, gli sviluppatori sono liberi di utilizzare alternative a Play.

READ  L'auto a idrogeno Hyundai Nexo stabilisce un record per la distanza da Melbourne a Broken Hill, ritorno su rimorchio