Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Vietnam è in procinto di espandere gli avamposti nel Mar Cinese Meridionale, secondo un think tank statunitense

Il Vietnam ha condotto una significativa espansione dei lavori di dragaggio e discarica in molti dei suoi avamposti nel Mar Cinese Meridionale nella seconda metà di quest’anno, segnalando la sua intenzione di rafforzare in modo significativo le sue rivendicazioni nel corso d’acqua conteso.

Un think tank statunitense ha affermato che il lavoro sulle Isole Spratly, rivendicate dalla Cina e da altri paesi, ha creato quasi 170 ettari di nuova terra e portato l’area totale recuperata dal Vietnam nell’ultimo decennio a 220 ettari.

Sulla base delle sue scoperte sulle immagini satellitari commerciali, il Washington Center for Strategic and International Studies (CSIS) ha affermato che lo sforzo include lavori di discarica ampliati in quattro caratteristiche e nuovi dragaggi in altre cinque.

“La dimensione della discarica, sebbene ancora ben al di sotto degli oltre 1.295 ettari di terreno creati dalla Cina dal 2013 al 2016, è molto più ampia rispetto ai precedenti sforzi del Vietnam e rappresenta un passo importante verso il consolidamento della sua posizione nelle Spratlys”, afferma il rapporto. disse.

L’ambasciata vietnamita a Washington non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sul rapporto.

L’Asian Maritime Transparency Initiative (AMTI) del CSIS ha affermato che gli avamposti di medie dimensioni del Vietnam a Namet Island, Pearson Reef e Sand Cay stanno subendo una significativa espansione, con un porto dragato in grado di ospitare navi più grandi che si stanno già formando a Namet e Pearson.

READ  Steve Bannon, un ex consigliere di Trump, afferma di aspettarsi di essere accusato di un procedimento penale