Luglio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Tesoro italiano si prepara a confrontarsi con gli investitori sulle opzioni cda di Enel

Il Tesoro italiano si prepara a confrontarsi con gli investitori sulle opzioni cda di Enel

ROMA (Reuters) – Mercoledì il governo italiano affronta una battaglia con gli investitori ribelli in una votazione su chi dovrebbe guidare Enel (ENEI.MI), la principale società di energia verde e la più grande società quotata del Paese.

La lite solleva interrogativi sull’influenza del Dipartimento del Tesoro sulle società strategiche e sostenute dallo stato di cui condivide la proprietà con investitori istituzionali sempre più chiassosi.

L’investitore Kovalis Capital ha sostenuto una maggiore democrazia degli azionisti, affermando che il Dipartimento del Tesoro non dovrebbe essere in grado di dettare opzioni in una società quotata in borsa.

Enel, anche una delle più grandi utility in Europa, ha cercato di posizionarsi come uno dei principali sviluppatori di energia rinnovabile. Tuttavia, i suoi debiti sono aumentati e ha deciso di concentrare le sue attività in sei paesi, tra cui Italia, Spagna e Stati Uniti.

È difficile stabilire un risultato del voto di mercoledì e l’assemblea degli azionisti, prevista per le 12:00 GMT, potrebbe protrarsi fino a sera.

Il Tesoro detiene il 23,6% di Enel e confida di conquistare posti nel consiglio di amministrazione per la lista dei sei candidati, tra cui l’amministratore delegato Flavio Cattaneo, attualmente vicepresidente di Italo Alta Velocità.

I restanti tre seggi nel consiglio di amministrazione saranno probabilmente divisi tra Kovalis, con sede a Londra, e il gruppo di investitori istituzionali Assogestioni.

A breve è previsto il voto sul presidente. È una battaglia diretta tra il candidato al Tesoro Paolo Scaroni, che è l’ex amministratore delegato sia di Enel che dell’azienda energetica Eni (ENEI.MI) ed è attualmente presidente della squadra di calcio AC Milan, e il candidato di Covalis Marco Mazzuccelli.

READ  Lo stato della fatturazione elettronica e il futuro della compliance in tempo reale

Kovalis sostiene che Enel ha bisogno di una figura indipendente, come l’ex capo banchiere Mazzucelli, per sovrintendere alla sua attività e potrebbe provare a riaprire la selezione dell’amministratore delegato se il suo candidato alla presidenza avrà successo.

(Segnalazione di Francesca Landini e Keith Weir; Montaggio di Sharon Singleton

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.