Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il rivenditore tailandese visita i negozi di lusso in Europa

L’ultimo piano dell’ambasciata centrale di Bangkok sembra più la sala del personale di un’azienda tecnologica che un centro commerciale. I visitatori possono sfogliare libri, ordinare cibo giapponese, lavorare su laptop o rannicchiarsi sui divani e guardare l’orizzonte.

La società thailandese proprietaria, Central Group, è in trattative per acquistare il venerabile supermercato britannico Selfridges dalla filiale canadese della famiglia Weston in un affare da 4 miliardi di sterline da concordare entro la fine dell’anno, secondo persone che hanno familiarità con l’accordo .

In un momento di pandemia che ha accelerato la migrazione allo shopping online, Central ha escogitato modi per attirare le persone nei grandi magazzini, quindi il Bangkok Mall potrebbe contenere alcuni indizi sul futuro di Selfridges. Central ha rifiutato di commentare i colloqui di vendita.

La scelta di un importante marchio globale andrà a premiare Central, il più grande operatore di department store in Thailandia, controllato dalla famiglia del miliardario Sherathivat. Il gruppo gestisce una delle migliori sale da pranzo di Bangkok e, durante l’acquisizione nell’ultimo decennio, ha acquistato e convertito una serie di grandi magazzini di lusso europei, tra cui KaDeWe in Germania, Rinascente in Italia, Globus in Svizzera e Illum in Danimarca.

Sebbene poco conosciuto al di fuori della Thailandia o del commercio al dettaglio di lusso, Central è uno dei più grandi conglomerati del paese – gruppi spesso stabiliti e a conduzione familiare di origine cinese che hanno beneficiato degli affari internazionali dagli inizi difficili a Bangkok. I nostri colleghi sono ora in attesa di vedere cosa potrebbe portare a Selfridges il gruppo, già uno dei più grandi rivenditori di lusso in Europa.

“Central Group sono rivenditori esperti, saranno proprietari di qualità perfetta e che seguono la famiglia Weston”, ha affermato Ewan Venters, ex CEO del rivenditore di generi alimentari di lusso del Regno Unito Fortnum & Mason. “Non puoi mai acquistare a breve termine e aspettarti di realizzare valore; si tratta di creare destinazioni e loro hanno un track record di ciò”.

Central è in trattative per acquistare i negozi Selfridges nel Regno Unito © Jason Alden / Bloomberg

Central ha gareggiato l’anno scorso contro i conglomerati rivali tailandese-cinese Charoen Bokphand e TCC per acquistare i supermercati tailandesi e malesi Tesco, perdendo alla fine contro l’offerta di $ 10,6 miliardi di CB.

READ  Recensione del ristorante: Yiasou George - InDaily

Una delle principali attrazioni di Selfridges, secondo persone che hanno familiarità con il pensiero dell’azienda, sarà la proprietà; Il marchio ha la proprietà di molti dei suoi negozi, incluso il suo flagship store in Oxford Street.

Central ha una storia di terreni bancari in posizioni privilegiate. Ha costruito l’Ambasciata Centrale su un terreno che ha acquistato dalla Gran Bretagna in quelli che un tempo erano i giardini anteriori dell’Ambasciata britannica. Nel 2017, dopo che la Gran Bretagna ha deciso di trasferire l’ambasciata in un grattacielo, Central si è unita a Hong Kongland nell’acquisto del resto del complesso, che comprendeva un’elegante villa e una statua della regina Vittoria, per £ 420 milioni, il più grande affare di terra in Thailandia mai. . Central non ha ancora fatto annunci sui suoi piani per questa terra.

Il gruppo è stato fondato da Zheng Ni Tiang, nonno del suo attuale presidente e CEO Tos Chirathivat, arrivato in Thailandia dall’isola cinese di Hainan nel 1927. Tiang inizialmente aiutò suo suocero nel commercio del riso prima di aprire un negozio a Thonburi, attraverso il fiume Chao Phraya dal centro di Bangkok. L’azienda è stata fondata nel 1947 e ha iniziato a importare dal 1950 con il nome di Central Trading.

A quel tempo, solo pochi grandi negozi tailandesi importavano merce, principalmente da altre parti dell’Asia. Tiang e suo figlio Samrit furono pionieri nell’importazione di prodotti americani tra cui cravatte, cosmetici e riviste e libri in lingua inglese. In una città in cui la contrattazione era la norma, Central era un pioniere dei tassi fissi. Il gruppo si espanse da Charoen Krung Road in quello che allora era il centro di Bangkok, costruendo grandi magazzini nella capitale e oltre.

READ  Il successo della vaccinazione contro il Covid-19 in Europa affronta la prova dell'inverno

Dopo che Tiang è morto senza lasciare testamento, la famiglia ha introdotto un consiglio decisionale familiare che esiste ancora oggi. La proprietà e la gestione di Central sono più ampiamente condivise tra la famiglia rispetto alla maggior parte degli altri conglomerati thailandesi.

Il comitato esecutivo del gruppo di sette membri o “consiglio di famiglia” è presieduto dai Tos ed è composto interamente da Chirathivat. Il team di gestione di 11 membri di Central comprende quattro membri della famiglia ma include anche Vittorio Radis. L’uomo d’affari italiano è entrato a far parte della società thailandese quando ha acquistato Central La Rinascente nel 2011. Dopo aver supervisionato la revisione di Selfridges negli anni ’90, dovrebbe guidare un nuovo rinnovamento se l’accordo andrà in porto.

La politica in Thailandia è stata notevolmente volatile e la sua performance economica è stata modesta nell’ultimo decennio, il che secondo gli analisti ha accelerato l’espansione dell’azienda all’estero. Il suo più grande centro commerciale, CentralWorld, è stato bruciato durante i disordini a Bangkok nel 2010.

Central ha tentato senza successo di entrare nel mercato cinese, rifocalizzandosi in seguito sul Vietnam, ora il più grande rivenditore estero, e sull’Europa. Nel 2017, formato partnership e-commerce con il gigante cinese di Internet JD.com.

Il virus Covid-19 e un severo blocco quest’anno hanno destabilizzato l’economia thailandese e hanno spinto l’unità centrale di vendita al dettaglio del gruppo a una perdita di 2,22 miliardi di Bt (67 milioni di dollari) nel terzo trimestre. Con l’accelerazione dell’epidemia nell’e-commerce, Central mira ad attirare gli acquirenti nei centri commerciali introducendo più opzioni per mangiare e bere, ampliando le aree salotto e offrendo ciò che un analista ha definito “vendita al dettaglio esperienziale”.

READ  Miliardari in battaglia: una lotta di potere al timone della finanza italiana

“L’esperienza del cliente è diventata un elemento chiave nella progettazione dei negozi al dettaglio”, ha affermato Garia Thumtrongketkull, responsabile dei servizi di vendita al dettaglio, consulenza e transazione presso CBRE Real Estate Group. “È una qualità che lo shopping online e l’e-commerce non possono eguagliare”.

Se la vendita andrà a buon fine, hanno detto gli analisti, Selfridges diventerebbe il franchising straniero più noto di Central e sarebbe una delle più grandi acquisizioni estere effettuate da una società thailandese fino ad oggi.

“Sia che tu vada alla Rinascente di Milano, al KaDeWe di Berlino o all’Illum di Copenaghen, questi sono negozi fantastici, ben presentati, con buoni marchi in un ambiente attraente”, ha affermato Peter Williams, ex CEO di Selfridges che dirige diverse attività di vendita al dettaglio. . “Penso che abbiano fatto un buon lavoro e posso capire benissimo perché sono interessati a Selfridges”.

Un decennio di espansione nei migliori grandi magazzini d’Europa

2011

Central Group acquista la catena di supermercati italiana Renacent

2013

Compri il negozio Illum a Copenhagen

2015

La centrale tedesca acquista Kaufhaus des Westens (KaDeWe) dal gruppo austriaco Signa

2020

Central e Signa acquista dalla Svizzera Globus

2021

Il ramo centrale e canadese della famiglia Weston è in trattative per vendere Selfridges

Segui su Twitter: Tweet incorporato