Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il ristorante italiano Da Vinci chiude a causa dell’attività del City Rail Link

Il proprietario del ristorante italiano di Da Vinci, Anthony Ariano, si sente devastato alla chiusura. Foto/NZ Herald

Piangendo stasera Anthony Ariano chiuderà il suo ristorante italiano Da Vinci nel centro di Auckland, l’ultima vittima della costruzione del City Rail Link da 4,4 miliardi di dollari.

“Le piccole imprese non hanno fatto nulla per questo trattamento”, ha detto Ariano, poco prima di ricevere gli ultimi ordini al ristorante di Albert Street che ha aperto 10 anni fa.

Le pressioni mentali e finanziarie degli imprenditori nella pista CRL hanno costretto alla chiusura di diverse attività, tra cui il famoso ristorante Mai Thai non lontano da Da Vinci, lasciando gli altri sul nervosismo.

Ariano ha detto che l’ultimo chiodo per lui è chiudere l’incrocio tra Victoria e Albert St per due anni, lasciando la sua attività intrappolata da recinzioni metalliche, dipinti e dal rumore quotidiano, dalla polvere e dagli odori dei lavori di costruzione.

Il ristorante italiano Da Vinci è stato costretto a chiudere a causa di continue interruzioni dovute a lavori in corso sull'Auckland City Rail Link.  Foto/NZ Herald
Il ristorante italiano Da Vinci è stato costretto a chiudere a causa di continue interruzioni dovute a lavori in corso sull’Auckland City Rail Link. Foto/NZ Herald

“Quando è successo, ho capito, ‘Ecco, ho finito'”, ha detto.

La chiusura dell’incrocio tra Victoria Street e precedenti lavori lungo Albert Street ha lasciato un naufrago per Ariano. Il suo medico gli ha prescritto sonniferi e farmaci per la depressione e gli è stato diagnosticato il diabete.

“È un brutto sogno”, ha detto Ariano, che sabato si è svegliato alle 3 del mattino facendo proprio così. “Mi viene da piangere”. pianto. Non voleva venire al lavoro stasera, ma ha raccolto le sue energie per supervisionare le ultime “poche prenotazioni”.

Arellano ha affermato che le piccole imprese sono vittime dell’eccessiva pressione dei politici e chiudono un occhio sul risarcimento per l’interruzione.

READ  L'israeliano Strauss ricorda il cioccolato dopo aver trovato la salmonella

“Perché ci trattano così?” Domandò.

Chloe Swarbrick, deputata per Auckland Central, afferma che il governo sta giocando al gioco dello sfratto con gli imprenditori in difficoltà.

Ultimi ordini al Da Vinci Italian Restaurant.  Foto / Dean Purcell
Ultimi ordini al Da Vinci Italian Restaurant. Foto / Dean Purcell

Le interrogazioni parlamentari rilasciate dal segretario ai trasporti Michael Wood e dal segretario per le piccole imprese Stuart Nash mostrano che i ministri sono ancora lontani dall’affrontare le preoccupazioni dei proprietari di imprese e proprietà.

Nash non ha chiesto alcun consiglio sull’impatto della CRL sull’attività e Wood ha ricevuto solo due briefing dai funzionari. Il caso non è arrivato al governo.

Swarbrick ha affermato che il problema di aiutare le piccole imprese è da diversi anni sulla strada giusta e non può rimanere lungo la strada.

“Perlomeno, i leader civili hanno un ruolo da svolgere nell’affrontare pressioni molto reali”, ha detto.