Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il promettente ‘Looking For Italy’ di Stanley Tucci trova una nuova casa – Variety

Il promettente ‘Looking For Italy’ di Stanley Tucci trova una nuova casa – Variety

Stanley Tucci potrebbe non essere alla ricerca a lungo.

L’attore diventato buongustaio dice di essere “molto fiducioso” di trovare una nuova casa per il suo show di cucina e viaggi “Alla ricerca dell’Italia”. La CNN ha cancellato la serie di due stagioni a dicembre mentre la rete costruiva la sua programmazione di documentari originale. “Stiamo parlando con diverse aziende”, mi ha detto Tucci alla premiere della sua nuova serie Amazon Prime Video, “Citadel”. “Lo scopriremo tra qualche settimana”.

La serie ha ricevuto sette nomination agli Emmy, vincendo per Outstanding Hosted Nonfiction Series nel 2021 e nel 2022.

Al momento della cancellazione, Tucci è apparso in “The Tonight Show”. “Sfortunatamente, la CNN ha cancellato tutta la loro programmazione originale, quindi finiremo con un altro streamer, rete, non lo sappiamo”, ha detto Ducey a Jimmy Fallon. “Ma sì, ho intenzione di fare la terza stagione e più.”

Tuchi ha scritto due libri sulla cucina. Nel 1996, Campbell ha co-diretto “Big Night” con Scott, un film su due fratelli che consumano un ultimo pasto abbondante nel ristorante fallito di loro proprietà.

Ho dovuto chiederle se era d’accordo con Anne Hathaway quando è apparsa in “The View” che un sequel di “Il diavolo veste Prada” non sarebbe successo perché il film del 2006 parlava di un certo momento. Le riviste fiorirono. Tucci non ha esattamente rifiutato il secondo film, dicendo: “Non lo so, ma sarebbe divertente”.

Forse può convincere Hathaway a farle cambiare idea?

Doocy ha recitato in “Il diavolo veste Prada” di David Frankel ed è stato art director della sfilata di Miranda Priestly (Meryl Streep) basata sull’omonimo romanzo di Lauren Weisberger del 2003. Il cast include anche Emily Blunt, Simon Baker e Adrian Grenier.

READ  L'Italia spenderà miliardi in autostrade dopo il disastro di Genova