Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il primo caso di vaiolo delle scimmie è stato segnalato in Florida

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno recentemente inviato un avvertimento a medici e dipartimenti sanitari solo in modo che possano prestare attenzione ai pazienti che mostrano segni di vaiolo delle scimmie, ma i funzionari sanitari aggiungono anche che si tratta di un virus raro e il rischio di contrarlo. Ancora basso Per ora, i funzionari sanitari della Florida stanno esaminando un possibile caso di vaiolo delle scimmie, rendendolo il terzo possibile caso di virus negli Stati Uniti, con oltre 190 casi confermati o sospetti di infezione segnalati in almeno 16 paesi in cui i funzionari affermano Non si trova naturalmente. Argomenti correlati: Cos’è il vaiolo delle scimmie? Il caso segnalato in Florida è nella contea di Broward, ma il Dipartimento della Salute afferma che è legato ai viaggi internazionali. I funzionari affermano che stanno studiando se questa persona abbia esposto qualcun altro al virus. Il vaiolo delle scimmie inizia negli animali, in particolare nei primati, ma può saltare agli umani. Fortunatamente, gli esperti affermano che il virus è difficile da trasmettere agli altri e dovresti essere in contatto prolungato con qualcuno. I medici dicono che i primi sintomi sono come l’influenza: febbre e brividi, ma poi l’eruzione cutanea può iniziare sul viso, spostarsi su tutto il corpo e l’eruzione cutanea può viaggiare attraverso il palmo della mano, le piante dei piedi e talvolta anche all’interno del tuo corpo. bocca. Queste eruzioni cutanee a volte possono essere anche dolorose, ha affermato il dottor Rajiv Bahl a Orlando: “La maggior parte delle persone guarisce dal vaiolo delle scimmie senza alcun problema, e talvolta ci vogliono dalle due alle quattro settimane per riprendersi completamente”. I ricercatori hanno scoperto per la prima volta il vaiolo delle scimmie negli anni ’50 e affermano che è correlato al vaiolo, quindi ritengono che le persone vaccinate contro il vaiolo dovrebbero anche avere protezione contro il vaiolo delle scimmie. “È qualcosa di cui non dovremmo ancora impazzire in alcun modo”, ha detto Bahl. “Non sarà come il COVID-19 a questo punto”.

READ  Un oggetto misterioso nello spazio potrebbe essere un nuovo braccio della Via Lattea

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno recentemente inviato un avvertimento a medici e dipartimenti sanitari solo in modo che possano prestare attenzione ai pazienti che mostrano segni di vaiolo delle scimmie, ma i funzionari sanitari aggiungono anche che si tratta di un virus raro e il rischio di contrarlo. Al momento è ancora basso.

I funzionari sanitari della Florida stanno esaminando un possibile caso di vaiolo delle scimmie, rendendolo il terzo caso possibile del virus negli Stati Uniti

Ci sono più di 190 infezioni confermate o sospette segnalate in almeno 16 paesi in cui i funzionari affermano che non si trovano naturalmente.

Imparentato: Cos’è il vaiolo delle scimmie?

Il caso segnalato in Florida è nella contea di Broward, ma il Dipartimento della Salute afferma che è legato ai viaggi internazionali. I funzionari affermano che stanno studiando se questa persona abbia esposto qualcun altro al virus.

Il vaiolo delle scimmie inizia negli animali, in particolare nei primati, ma può saltare agli umani. Fortunatamente, gli esperti affermano che il virus è difficile da trasmettere agli altri e dovresti essere in contatto prolungato con qualcuno.

I medici dicono che i primi sintomi sono come l’influenza: febbre e brividi, ma poi l’eruzione cutanea può iniziare sul viso e diffondersi in tutto il corpo.

L’eruzione cutanea può attraversare il palmo della mano, la pianta della mano e talvolta l’interno della bocca. Anche queste eruzioni cutanee a volte possono essere dolorose.

“La maggior parte delle persone guarisce dal vaiolo delle scimmie senza alcun problema, e a volte ci vogliono dalle due alle quattro settimane per riprendersi completamente”, ha detto il dottor Rajiv Bahl a Orlando.

READ  Le stelle esplodono in galassie polverose - non possiamo sempre vederle

I ricercatori hanno scoperto per la prima volta il vaiolo delle scimmie negli anni ’50 e affermano che è correlato al vaiolo, quindi ritengono che le persone vaccinate contro il vaiolo dovrebbero anche avere protezione contro il vaiolo delle scimmie.

“È qualcosa che non dovremmo ancora impazzire in alcun modo”, ha detto Bahl. “Non sarà come il COVID-19 a questo punto”.