Luglio 7, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Nuovo Galles del Sud dovrebbe registrare il suo sesto caso di Omicron dopo che un uomo è tornato dalla Nigeria

Il governo dell’Australia occidentale spenderà più di 185 milioni di dollari per cercare di assicurarsi voli internazionali aggiuntivi come parte di un piano di riconnessione per un paese che ha chiuso i suoi confini.

Mark McGowan, il primo ministro dell’Australia occidentale, ha rifiutato di fissare una data per riaprire il suo stato, che ha aumentato i controlli alle frontiere nell’Australia meridionale nel fine settimana, ma mercoledì ha annunciato un piano per ricollegare l’Australia occidentale con il mondo.

“Investiremo 65 milioni di dollari non solo nel ristabilire le rotte di volo pre-COVID per Perth, ma anche nell’assicurare nuove rotte dirette per Perth da mercati come Germania, India, Cina e Vietnam”, ha affermato all’evento CEDA a Perth.

La sua dura posizione sui confini, che costringe le persone che risiedono nella maggior parte degli stati dell’Australia a richiedere deroghe e quarantene di 14 giorni, ha lasciato l’amaro in bocca a molti potenziali visitatori.

McGowan ha un piano. Come parte del pacchetto Reconnect WA, verranno spesi 65 milioni di dollari “per promuovere WA come la giurisdizione sicura e accogliente che siamo”. Ciò si aggiunge alla spesa attuale di 80 milioni di dollari nello stesso periodo, ha affermato.

“Ci saranno campagne specifiche e mirate – per studenti internazionali, turisti internazionali e turisti internazionali, nonché agenti che raggruppano pacchetti turistici”, ha affermato.

“Aumenteremo le nostre campagne per attirare lavoratori nell’Australia occidentale – attraverso approcci specifici a: lavoratori del settore pubblico critico – come operatori sanitari e insegnanti secondari; lavoratori qualificati per l’industria e; backpackers per l’ospitalità e l’agricoltura”.

Non è mai timido nel lanciare il guanto di sfida ad altre nazioni. Oggi ha promesso che, per competere con altri stati, WA avrebbe offerto incentivi per attirare studenti, lavoratori e turisti nell’Australia occidentale.

READ  Gli Stati Uniti battono il record giornaliero di nuovi casi di Covid

Il piano prevede la concessione ai turisti, a molti dei quali è attualmente vietato l’ingresso nello stato, di accedere a sconti sui soggiorni negli hotel partecipanti e buoni per tour ed esperienze.

“Riprenderemo anche la nostra campagna aggressiva per garantire eventi a Washington per assicurarci di avere attrazioni che portino turisti. Investiremo immediatamente altri $ 9 milioni in aggiunta ai $ 77 milioni già stanziati fino al 2023, per garantire lo scaffale più alto e il turismo eventi di attrazione a Washington.”

Ma quando riaprirà WA?

Beh, non lo sappiamo.

“Presto annunceremo la data esatta in cui rilasseremo il nostro sistema controllato di confini, il che significa che il coronavirus seguirà inevitabilmente”, ha detto McGowan alla conferenza CEDA.

Ha sostenuto che mantenere il virus WA COVID libero aveva tenuto l’economia locale in fiamme in ogni senso della parola, ma ha riconosciuto che è stato “un enorme successo e non può andare avanti per sempre”.

McGowan afferma che Washington allenterà i controlli alle frontiere quando lo stato raggiungerà un tasso di doppia dose del 90%, previsto per la fine di gennaio o l’inizio di febbraio.