Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il numero di bambini che non possono ricevere le vaccinazioni negli ospedali è in aumento

Il CDC ha affermato che la tendenza tra i bambini più piccoli è guidata da tassi di ospedalizzazione più elevati in cinque stati: Georgia, Connecticut, Tennessee, California e Oregon, con gli aumenti più marcati in Georgia.

In un briefing, Walinsky ha affermato che i numeri includono i bambini che sono stati ricoverati in ospedale con COVID-19 e quelli che sono stati ricoverati per altri motivi ma sono stati trovati infetti.

Un bambino ai tempi dell’Omicron.credito:AP

Il CDC ha anche affermato che l’aumento potrebbe essere attribuito in parte al modo in cui i ricoveri per COVID-19 sono definiti in questa fascia di età: un test del virus positivo entro 14 giorni dal ricovero per qualsiasi motivo.

John McGuire, capo del reparto di terapia intensiva presso il Seattle Children’s Hospital, ha affermato che la gravità della malattia tra i bambini durante un’onda omicron sembra essere inferiore rispetto alla variabile delta.

“La maggior parte dei bambini COVID + in ospedale non sono effettivamente qui a causa della malattia COVID-19”, ha detto McGuire in una e-mail. “Sono qui per altre cause, ma sono risultati positivi al virus”.

Caricamento in corso

Il principale esperto di malattie infettive del paese, il dottor Anthony Fauci, ha affermato all’inizio di questa settimana che l’omicron sembra causare malattie meno gravi su tutta la linea, ma il semplice numero di infezioni dovute a infezioni gravi significherà che molti bambini verranno infettati. E una certa parte di loro finirà in ospedale.

Fauci ha anche affermato che molti bambini ricoverati in ospedale con COVID-19 hanno altre condizioni di salute che li rendono più suscettibili alle complicazioni del virus. Ciò include obesità, diabete e malattie polmonari.

READ  Al via le sperimentazioni cliniche del vaccino Covid-19 senza ago

Fauci e Walensky hanno sottolineato che uno dei modi migliori per proteggere i bambini piccoli è vaccinare tutti gli altri.

L’impennata dei ricoveri non fa che aumentare i timori di alcuni genitori.

Emily Hogara ed Eli Zelke di Sawyer, nel Michigan, proteggono la loro figlia Flora, che compie due anni a maggio. Limitano i suoi contatti con gli altri bambini e solo quelli mascherati possono entrare in casa, nemmeno i nonni.

Hojara ha detto: “È stata una lotta, e ora con questo nuovo sostituto, sento che ci ha respinto”. ⁣.

Ha detto di sua figlia: “Fa paura che non possa essere vaccinata”.

La dottoressa Jennifer Kuzma, pediatra del Lowry Children’s Hospital di Chicago, ha affermato di aver visto un numero crescente di bambini ricoverati in ospedale con Omicron e, sebbene la maggior parte di loro non sia gravemente ammalata, comprende le preoccupazioni dei loro genitori.

“Vorrei davvero che avessimo questo vaccino per questi bambini piccoli”, ha detto Kusma. Ma ha aggiunto che quella che può sembrare una lunga attesa dovrebbe rassicurare i genitori sul fatto che i test del vaccino non sono affrettati.

Caricamento in corso

Molti avevano sperato che il nuovo anno portasse un vaccino per i bambini piccoli, ma il mese scorso Pfizer ha annunciato che due dosi non forniscono la stessa protezione sperata per i bambini dai 2 ai 4 anni.

Lo studio Pfizer è stato aggiornato per dare a tutti coloro che hanno meno di 5 anni una terza dose e i dati sono attesi per l’inizio della primavera.

Sempre venerdì, il CDC ha pubblicato un rapporto che mostra che le iniezioni di Pfizer sembrano proteggere i bambini più grandi che sviluppano una condizione grave ma rara legata al COVID-19 che coinvolge l’infiammazione in più organi.

READ  Il governatore del Texas cita il sostegno di Elon Musk alle politiche sociali statali

Dei 102 bambini di età compresa tra 12 e 18 anni che sono stati ricoverati in ospedale con la condizione, nessuno aveva ricevuto due dosi di Pfizer almeno 28 giorni prima di aver bisogno di ventilatori o altri dispositivi avanzati di supporto vitale. Al contrario, il 40 per cento dei bambini non vaccinati richiede tale trattamento.

La condizione, sindrome infiammatoria multisistemica, provoca sintomi che possono includere febbre persistente, dolore addominale ed eruzione cutanea. La maggior parte dei bambini guarisce, ma sono stati segnalati 55 decessi.

Un rapporto separato dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) ha rilevato che i bambini che hanno contratto il COVID-19 avevano più del doppio delle probabilità di sviluppare il diabete rispetto ai bambini che non avevano il virus. Gli scienziati stanno studiando perché il virus attacca le cellule produttrici di insulina nel pancreas, ma dicono.

AP

Ricevi una nota diretta dal nostro alieno corrispondenti Su cosa sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.