Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il marinaio britannico J. Rig Blackburn si rende conto del momento in cui la sua barca viene attaccata da un predatore di cresta al largo di Tangeri, nello Stretto di Gibilterra

Il marinaio britannico J. Rig Blackburn si rende conto del momento in cui la sua barca viene attaccata da un predatore di cresta al largo di Tangeri, nello Stretto di Gibilterra

G. Rig Blackburn, un marinaio esperto di Leeds nel Regno Unito, ha sentito i dossi sulla sua nave prima di vedere il predatore nell’oceano che li ha causati.

Il 2 maggio il suo equipaggio stava navigando nello Stretto di Gibilterra, vicino a Tangeri in Marocco, quando qualcosa ha iniziato a colpire ripetutamente lo scafo della nave.

Il Bavaria 46 era già stato frenato dal “tempo inclemente” grazie a venti tra i 25 ei 30 nodi e un dislivello tra i due e i tre metri.

Poi è iniziato un incontro con alcuni degli animali più intelligenti del pianeta.

Blackburn è stato in grado di filmare gli animali mentre passavano intorno e sotto la barca. (Greg Blackburn)

“Ho bussato al timone e all’inizio ho pensato che fossimo appena rotolati su un’onda e avessimo ricevuto un piccolo respingimento”, ha detto Blackburn.

“Poi ne abbiamo avuto un secondo, che ci ha fatto saltare, e poi un terzo stavamo cercando di rotolare in un’onda e Rudder ha detto, ‘No, stai andando dall’altra parte.'”

A quel punto, ci siamo detti, ‘C’è sicuramente qualcosa là fuori.

“Allora è stato allora che li abbiamo visti per la prima volta.”

Due grandi orche, conosciute come orche assassine, sono state responsabili della collisione, ma Blackburn ha detto che altre quattro si sarebbero unite, causando ingenti danni alla barca.

“Non appena è apparsa la capsula principale, sembrava che ci fosse una madre con un vitello”, ha detto.

Blackburn ha detto che la sua barca è stata inizialmente colpita da un animale, ma presto ne sono comparsi altri quattro.
Blackburn ha detto che la sua barca è stata inizialmente colpita da un animale, ma presto ne sono comparsi altri quattro. (Greg Blackburn)

“Mio caro, ho pensato quando li ho visti.

“Non c’è molto che tu possa fare a questo punto.

“Dopo aver letto i rapporti e aver scoperto cosa stava succedendo, ho pensato che fossimo pronti per un giro adesso.”

Incontri “spaventosi” affliggono lo stesso specchio d’acqua

Blackburn ha detto che l’incontro non è stato dannoso.

“Puoi vedere in uno dei video la madre che arriva e attacca il timone con il suo vitello accanto a lei, poi cade all’indietro e poi il vitellino entra per andare”, ha detto.

“Era sicuramente una forma di educazione, poiché l’insegnamento continuava”.

L'equipaggio non aveva altra scelta che aspettare l'incontro.
L’equipaggio non aveva altra scelta che aspettare l’incontro. (Jason Hickmann)
I suoi commenti fanno eco a quelli di un altro marinaio, Jan Krzymian, che ha parlato con 9news.com.au a novembre 2022 dopo Incontra un’orca simile.

Per più di 45 minuti, le orche hanno librato lungo e sotto la zattera di Krzemien al largo del Portogallo, prestando particolare attenzione al timone.

“All’inizio ero spaventato perché pensavo che avessero rotto qualcosa sullo scafo”, ha detto Krzymian.

“(Ma) stavano mangiando il timone molto silenziosamente… mi sono reso conto che non avrebbero rotto nulla.

Erano molto calmi e non aggressivi.

“Per me, era come se stessero giocando al timone.

“Era come Chupa Chups per loro.”

Le balene si sono scontrate con i paddleboarder in Argentina

Un branco di balene si avvicina a due paddleboarder

“Ho cercato di essere il più noioso possibile.”

Quando Blackburn ha capito cosa stava succedendo, ha lasciato cadere tutto tranne la randa “e ha cercato di essere il più noioso possibile”.

“Ovviamente è stato abbastanza difficile con tutto quello che stava succedendo”, ha detto, spiegando che qualsiasi reazione era dettata dallo “stato del mare” quel giorno.

“Non c’era davvero niente che potessimo fare.”

Quando il branco Orca perse interesse, l’equipaggio tornò al porto di Tangeri.

Lì hanno trovato gravi danni al timone e due catene del timone recise.

Se fossero state tagliate più catene, lo sarebbe stata la nave
Se fossero state tagliate più catene, la nave sarebbe stata “morta nell’acqua”. (Greg Blackburn)
“Quando pagheremo il rimorchio, un nuovo timone, ci saranno da $ 8.000 a $ 9.000 (AU $ 11.848 – $ 13.329) di danni”, ha detto.

“E queste sono le cose che sappiamo al momento.

“Voglio davvero ringraziare il personale, la polizia e la dogana di Tania Marina Bay.

“Sono stati fantastici nel sostenerci dopo l’attacco, essendo davvero umili e gentili e rendendo il nostro soggiorno il più confortevole possibile, fino a quando non siamo stati in grado di andare avanti”.

Blackburn (a sinistra) è riuscita a scattare questa foto di tutto l'equipaggio che torna sano e salvo al porto di partenza, a Gibilterra, durante il fine settimana.
Blackburn (a sinistra) è riuscita a scattare questa foto di tutto l’equipaggio che torna sano e salvo al porto di partenza, a Gibilterra, durante il fine settimana. (Greg Blackburn)

Blackburn ha esortato tutti i marinai che salpano nello Stretto di Gibilterra a tenere traccia delle viste in anticipo e cercare di tracciare un percorso che eviti gli animali.

“Questo è quello che abbiamo fatto questa volta, originariamente dovevano essere nel nord, quindi ci siamo spostati a sud per entrare in Portogallo”, ha detto.

Ma è chiaro che si sono avventurati a sud quel giorno.

“Ho navigato personalmente per migliaia di miglia su e giù per questa costa nell’ultimo anno senza incidenti.

“Immagino che siano stati solo i numeri fortunati che alla fine mi hanno raggiunto.

“(Ma) sono creature meravigliose da vedere nel loro habitat naturale, solo la forza pura e il modo in cui si muovono liberamente nell’acqua.”

Registrati qui Per ricevere le nostre newsletter quotidiane e gli avvisi sulle ultime notizie, inviati direttamente nella tua casella di posta.