Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Kazakistan porta avanti progetti di cooperazione con aziende italiane

ASTANA – Durante la sua recente visita in Italia, il ministro kazako del Commercio e dell'Integrazione Arman Shakaliyev ha incontrato i rappresentanti di diverse aziende italiane, per fare il punto sulla cooperazione nel campo dell'imprenditorialità dopo gli accordi. ricevuta Come riferito dal Centro stampa del Ministero il 13 marzo.

Fonte immagine: gov.kz

Insieme al senatore italiano Giulio Terzi di Sant'Agata, Shakaliyev si è concentrato sul progetto Road to Kazakhstan, che prevede la guida di camion marchiati attraverso 30 città italiane e la diffusione di informazioni sulla cultura, la cucina, le opportunità turistiche del Kazakistan e molto altro ancora.

Il Segretario Generale della Federazione delle Camere di Commercio Italiane all'Estero Domenico Murillo ha espresso il suo interesse ad aprire un ufficio di rappresentanza in Kazakistan per unire le piccole e medie imprese italiane e formare un istituto leader di joint venture.

Il Centro QazTrade per lo sviluppo delle politiche commerciali e l'Associazione hanno concordato di firmare un memorandum sullo scambio dei database delle PMI e di un registro comune delle imprese per stabilire collegamenti tra le aziende, nonché la formulazione di un piano aziendale congiunto.

Shakaliev ha sottolineato l'importanza di allineare le attività della Camera al concetto di “Made in Kazakhstan con l'Italia”. progetto Ciò potrebbe diventare un nuovo motore per la cooperazione tra le PMI dei due paesi, ha osservato Vincenzo Elefani, presidente di Unionservizi Confapi, la più grande federazione di oltre 116.000 PMI italiane.

Elefani ha evidenziato il cambiamento nell'atteggiamento delle aziende italiane nei confronti dell'espansione internazionale, in particolare del Kazakistan, indicando un reale interesse da parte degli imprenditori a diversificare oltre i confini.

READ  Draghi pianifica tagli fiscali per privati ​​e aziende nel budget di 8 miliardi di euro

Il co-brand potrebbe anche beneficiare delle attività di AICR, una società italiana che promuove le relazioni commerciali, economiche e industriali tra i paesi dell’Asia centrale e dell’Europa meridionale e facilita l’esportazione di beni europei verso i mercati eurasiatici.

Shakaliev è giunto a questa conclusione durante le trattative con la coordinatrice dell'AICR Olga Gelosi, che stava esplorando la possibilità di selezionare dieci progetti di cooperazione in vari settori, tra cui quello tessile, chimico e alimentare.

In un incontro con Alessandra Ricci, amministratore delegato del Gruppo SACE, gruppo finanziario assicurativo italiano specializzato nel sostegno alle imprese e al tessuto economico italiano, il Ministro ha affrontato i temi del sostegno ai progetti volti all'implementazione del nuovo brand.

Ha incontrato Francesca De Biasi e Luca Latini, senior manager di Speri Kazakh, azienda italiana impegnata in servizi di ingegneria e costruzioni comunali.

Dopo aver realizzato diversi progetti in Kazakistan, Sperry sta ora costruendo un ospedale nella regione di Karagandy con i finanziamenti della Banca asiatica di sviluppo. La società aprirà la propria sede ad Almaty per progettare strutture a ciclo completo e risolvere problemi ambientali, progettando di attrarre professionisti locali.

Durante l'incontro con Antonio Ambrosio, Direttore Internazionale di Carmec srl, Shakaliyev ha discusso di progetti di cooperazione per la trasformazione lattiero-casearia e la produzione di formaggio, individuando nelle regioni di Almaty, Est, Nord e Ovest del Kazakistan le regioni con il maggior potenziale a questo scopo.

Analizzando le grandi opportunità per stabilire la produzione nel Centro Internazionale per la Cooperazione Industriale dell'Asia Centrale, situato al confine con l'Uzbekistan, Ambrosio ha espresso la sua disponibilità ad esplorare le prospettive di investimento negli impianti di produzione in Kazakistan.

READ  Poste Italiane acquisisce il 40% di Intesa Asset Management

Carla Sora, Direttore Generale di Agro Ittica Lombarda Spa, ha proposto di avviare la produzione di caviale in Kazakistan con successiva esportazione in Medio Oriente. Shakaliev ha sottolineato la disponibilità del Paese a fornire alle aziende italiane analisi e assistenza nell'organizzazione di incontri con i principali produttori locali di caviale.