Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il gruppo di beneficenza sfida l’Italia sul reinsediamento dei migranti

Un ente di beneficenza tedesco che gestisce una nave di salvataggio per migranti ha dichiarato lunedì che andrà in tribunale per bloccare gli sforzi del nuovo governo di destra italiano per bloccare lo sbarco di alcuni di coloro che sono stati salvati dal mare.

L’amministrazione di due settimane del primo ministro Georgia Meloni si è mossa rapidamente per reprimere l’immigrazione, rifiutando di consentire a quattro barche di beneficenza di portare i migranti a terra e consentendo lo sbarco solo a coloro che si dice siano vulnerabili. Due barche, la Humanity 1 battente bandiera tedesca e la Geo Parents battente bandiera norvegese, sono state autorizzate ad attraccare a Catania in Sicilia durante il fine settimana, e circa 500 migranti, principalmente donne e bambini, erano ancora a bordo, con circa 250 ancora a bordo .

Il governo ha ordinato alle navi di tornare in mare, ma i loro capitani finora si sono rifiutati. Due barche non governative, la Ocean Viking e la Rise Above, sono ancora in mare al largo della Sicilia con a bordo circa 300 migranti. L’organizzazione benefica tedesca SOS Humanity ha dichiarato che presto intenterà una causa in un tribunale di Roma contro un ordine del governo che rifiuta di designare un porto sicuro per le barche di salvataggio. La Sicilia ha presentato ricorso a un tribunale per consentire ai migranti bloccati di entrare in Italia e chiedere asilo.

Il governo di Meloni ha accusato le navi di beneficenza di fungere di fatto da servizio taxi per i migranti in cerca di una vita migliore in Europa. Minaccia multe fino a 50.000 euro ($ 50.000) se le barche si rifiutano di lasciare il porto. Gli enti di beneficenza, tra cui Medici senza frontiere (MSF), che gestisce GeoParents, affermano di svolgere un ruolo fondamentale nel salvare vite umane su una delle rotte migratorie più letali del mondo e accusano l’Italia di violare il diritto internazionale.

READ  Sandeep Salter ha viaggiato con la sua famiglia in Italia con la sua nuova collezione di abiti estivi

“Gli sbarchi parziali e selettivi, come quelli raccomandati dal decreto del governo italiano, sono crudeli e non possono essere considerati legali secondo le convenzioni marittime”, ha affermato lunedì MSF. Francia, Germania e Norvegia hanno tutte chiesto all’Italia di accogliere i migranti, anche se il primo ministro di destra ungherese Viktor Orbán ha elogiato il nuovo approccio più duro della Roma.

“Finalmente! Dobbiamo ringraziare Giorgia Meloni e il nuovo governo italiano per aver protetto i confini dell’Europa”, ha scritto Orban su Twitter nel fine settimana. Papa Francesco è entrato nel dibattito domenica, affermando che gli Stati membri dell’UE dovrebbero condividere la responsabilità dell’accoglienza dei migranti e non lasciare i paesi di confine come l’Italia ad affrontare il problema da soli.

Lunedì, la portavoce della Commissione europea Anita Hipper ha affermato che gli Stati membri hanno “l’obbligo legale e morale” di salvare la vita delle persone, indipendentemente dalle circostanze che le hanno portate in mare. L’Italia ha visto un forte aumento degli arrivi di migranti quest’anno, con circa 87.000 persone sbarcate finora nel 2022 contro le 54.000 dello stesso periodo dell’anno scorso, secondo i dati ufficiali. La maggior parte di loro proviene dall’Egitto e dalla Tunisia.

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di DevDiscourse ed è generata automaticamente da un feed sindacato.)