Febbraio 2, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il governo di destra italiano sta inasprendo le regole sui rimpatri dei migranti

ROMA, 29 dic (Reuters) – Il governo di destra italiano ha approvato misure per multare gli enti di beneficenza che salvano i migranti in mare e sequestrano le loro navi se infrangono nuove e severe regole.

Un ordine del gabinetto approvato mercoledì in ritardo, visto da Reuters, richiede a queste navi di richiedere un porto e di procedere “senza indugio” dopo un salvataggio, piuttosto che rimanere in mare alla ricerca di altre imbarcazioni di migranti in difficoltà.

Attualmente, le missioni di enti di beneficenza o organizzazioni non governative (ONG) nel Mediterraneo durano solitamente diversi giorni, con imbarcazioni di soccorso che completano varie operazioni di salvataggio e trasportano a bordo centinaia di persone.

Il decreto stabilisce che le navi delle Ong devono informare coloro che si trovano a bordo che possono chiedere protezione internazionale ovunque nell’Ue.

I capitani che violano queste regole rischiano multe fino a 50.000 euro ($ 53.175) e ripetute violazioni possono comportare il sequestro della nave, ha aggiunto.

Da quando è entrato in carica in ottobre, il governo del primo ministro Georgia Meloni ha preso di mira le attività degli enti di beneficenza per il soccorso marittimo.

Gli enti di beneficenza negano le accuse.

Riccardo Gatti, responsabile della nave di soccorso gestita dall’organizzazione benefica Medici Senza Frontiere, ha dichiarato giovedì al quotidiano La Repubblica che l’ordine rientrava in una strategia per “aumentare il rischio di morte per migliaia di persone”.

Le regole che rendono più difficile l’esecuzione di più salvataggi possono violare le convenzioni internazionali e sono “eticamente inaccettabili”, ha affermato.

Circa 102.000 migranti sono sbarcati finora in Italia nel 2022, mostrano i dati del ministero dell’Interno, rispetto ai circa 66.500 nello stesso periodo dello scorso anno, 34.000 nel 2021 e oltre 181.000 nel 2016.

READ  Apollo vende l'italiana Amizima Vita all'assicuratore sulla vita Adora

Solo il 10% circa di coloro che sono arrivati ​​in Italia nel 2022 sono stati portati a terra dalle imbarcazioni delle Ong, secondo un documento dell’ufficio del ministro dell’Interno Matteo Piantedosi.

Tuttavia, ha anche affermato che le barche hanno agito da “fattore di attrazione” per coloro che compivano il pericoloso viaggio attraverso il Mediterraneo dalla Libia. I dati mostrano che la presenza delle ONG in mare non incoraggia i migranti a partire.

La questione di come gestire l’immigrazione nell’UE per lo più senza confini è stata fonte di tensione per anni. L’Italia e la Spagna, dove arriva la maggior parte delle barche, sostengono da tempo che gli alleati dell’UE dovrebbero accogliere più migranti che arrivano sulle loro coste.

L’Italia e la Francia hanno avuto una lite diplomatica a novembre dopo che Roma ha rifiutato di consentire l’attracco nei suoi porti a un’imbarcazione di beneficenza che trasportava 200 persone.

($ 1 = 0,9403 euro)

Segnalazione aggiuntiva di Alvis Armellini e Gavin Jones Montaggio di Gavin Jones e Andrew Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.