Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il funzionario italiano della cultura indaga su un caso d'arte rubata

Il funzionario italiano della cultura indaga su un caso d'arte rubata

Un viceministro della Cultura in Italia è sotto inchiesta, accusato di riciclaggio di beni rubati, in particolare di un dipinto barocco presumibilmente rubato da un castello in Piemonte dieci anni fa.

Il viceministro Vittorio Scarpi, storico e critico d'arte, nonché personaggio dei media, si è dichiarato innocente.

La storia dell'indagine inizia nel 2013, quando, secondo i documenti della polizia, fu rubato un dipinto dal castello, che un tempo era un ristorante. Otto anni dopo, nel 2021, Mr. Scorpi aveva un dipinto dalla collezione dell'artista del XVII secolo Rutilio Manetti chiamato “L'arresto di San Pietro”. Lo scenario che ha composto A Lucca, in Toscana.

Questo mese, la procura della città di Maserata, nel centro Italia, ha sequestrato la “Cattura di San Pietro”, un dipinto rubato da un castello piemontese e il sig. Dissero che credevano fosse un dipinto di Scorpi. Ciò che viene visualizzato è lo stesso. Sig. Scurby, sebbene sotto indagine, non è stato accusato.

Il quotidiano Il Fatto Quotidiano e il programma televisivo d'inchiesta di RAI 3 “Report”, Mr. L'inchiesta arriva dopo un'indagine sul presunto furto del dipinto piemontese, in cui sono stati intervistati restauratori e soci di Scorby.

Il proprietario del forte ha detto ai giornalisti che il dipinto è scomparso poco dopo che un uomo ha visitato il forte e si è offerto di acquistare l'opera d'arte, che si è rifiutato di vendere. Nell'inchiesta televisiva, l'uomo ha detto che il sig. Identificato come ex collaboratore e amico di Scurby.

I giornalisti investigativi hanno parlato con un restauratore di Brescia, nel nord Italia, che ha detto che il sig.

READ  Il campione olimpico Jacobs si ritira dalle semifinali dei 100m: federazione italiana

In un'intervista telefonica, il restauratore Gianfranco Mincardi, ha dichiarato il Sig. Scarpey lo contattò nel 2013 e disse che gli avrebbe inviato un dipinto da restaurare. Sig. Mincardi ha detto che gli è stata data una versione del dipinto come una tela arrotolata, e “l'ha srotolata e la vernice si è separata”, quindi ha dovuto stare molto attento, ha detto. È stato tagliato attorno ai bordi esterni, signor. Ha detto Mincardi.

Ha subito una ristrutturazione nel 2016. “Ci è voluto tempo per riprendersi”, ha detto.

Sig. L'avvocato di Scarpi, Giampolo Cicconi, ha rifiutato di essere intervistato da un giornalista del New York Times, scrivendo in una email che “non desidero rilasciare dichiarazioni in questa fase delicata”.

Intervistato da “Report” il sig. Scurby ha detto che il suo dipinto è stato trovato nel soggiorno di una villa acquistata da sua madre nel 2000.

Sig. Sgarbi ha sostenuto che le due opere sono diverse, soprattutto perché il suo dipinto presenta una piccola torcia nell'angolo in alto a sinistra, mentre il dipinto piemontese (conosciuto solo tramite fotografie) no. Ha detto che sono due versioni dello stesso dipinto.

“La Cattura di San Pietro” sarà ora esaminata da una commissione di esperti che cercherà di stabilire se le due opere coincidono.

Secondo i documenti della polizia, il ladro del dipinto piemontese nel 2013 lo staccò dalla cornice e lo sostituì con una fotocopia plastificata ingrandita. Nel tagliarlo, hanno lasciato un piccolo pezzo trovato quando i giornalisti investigativi visitarono il castello l'anno scorso come parte di un'inchiesta giornalistica.

Professionisti che lavorano per gli avvocati Mr. Cercheranno di determinare se il dipinto di Scarpey si adatta alla cornice e se il pezzo si adatta al suo dipinto. Si cercherà inoltre di stabilire se la fiaccola del dipinto del signor Scarpei sia stata dipinta nel XVII secolo o aggiunta successivamente.

READ  Vesuvio, Italia: l'immagine scioccante di "uno dei vulcani più pericolosi del pianeta"

Sig. Lo scorbuto non è estraneo alle controversie. Conosciuto per il suo carattere irascibile e l'uso di un linguaggio volgare, è stato sui titoli dei giornali italiani per decenni.

L'anno scorso, pur essendo deputato, è finito sotto accusa per aver pagato eventi pubblici in Italia, inclusi convegni o presentazioni di libri. Autorità diffidenti Sig. Per indagare se Scurby fosse coinvolto in attività “sconvenienti per far parte del governo”. Il verdetto è atteso entro settimane.

Sulla scia degli ultimi tumulti, i partiti di opposizione hanno accusato il sig. Ci sono state richieste per il licenziamento di Scurby dalla carica di viceministro della Cultura, e il Movimento Cinque Stelle, all'opposizione, ha presentato una mozione in parlamento che dovrebbe essere discussa la prossima settimana.

Il governo mantiene la bocca chiusa, ma la denuncia all'antitrust è stata avviata dal suo capo, il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

“La cattura di S. Peter” dopo essere stato confiscato dalla polizia artistica italiana, Mr. Sgarbi ha dichiarato sui social di aver rinunciato a studiare a fondo il dipinto. “Sono assolutamente tranquillo” Ha scritto su Facebook. “Non ho nulla da temere.”