Maggio 21, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Fiamma Italian Grill riapre un anno dopo l’incendio

Il Fiamma Italian Grill riapre un anno dopo l’incendio

Poco prima di San Valentino 2022, il Fiamma Italian Grill, a conduzione familiare, ha chiuso le attività dopo che è scoppiato un incendio in cucina.

Il 18 gennaio Fiamma, con sede in Schoenersville Rd. 2118, ha riaperto. , quasi un anno dopo la sua chiusura.

Il proprietario Joseph Jurkivo ha dichiarato di essere entusiasta di dare il bentornato alla comunità nel ristorante.

“Chiunque mangi qui una o mille volte è considerato parte della famiglia Fiama”, ha detto Jorkifo.

Jurkivo ha affermato di aver ristrutturato con successo il ristorante, anche se hanno avuto problemi a trovare le attrezzature e gli operai edili giusti lungo la strada.

Come parte della ristrutturazione, ha affermato che il ristorante è stato sottoposto a una nuova installazione della cucina e sono state aggiunte attrezzature moderne, incluso un nuovo sistema HVAC con luci UV che uccidono il 99,9% di batteri e germi.

“Cerchiamo di rendere l’esperienza culinaria più sicura per i nostri clienti fedeli”, ha affermato Jurkivo. “In termini di zone di ristoro nella Lehigh Valley, siamo probabilmente una delle più sicure”.

Jurkivo lavora per Fiamma da quasi 30 anni.

Ha iniziato a lavorare nel ristorante come imprenditore nel 1996 quando ha chiamato Pane E. Vino Restaurant. Nel 2011 acquista l’azienda e, cinque anni dopo, la ribattezza Fiamma.

“Paolo Nota, lo chef originale che ha lavorato nel ristorante quando avevo 15 anni, ha iniziato a insegnarmi”, ha detto Jorkifo. “È diventato il mio mentore e amico, credendo in me quando volevo iniziare nel settore alimentare”.

Nota, originario del nord Italia, lavora nel settore alimentare da 43 anni. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti negli anni ’90, Nota ha aperto il suo primo ristorante italiano nel New Jersey.

READ  Lino's Pizza rinnova il marchio e amplia le opzioni del menu | un lavoro

Nota ha venduto il suo ultimo ristorante, A Ca Mia, circa cinque anni fa e ora sta tornando a Fiamma, ha detto Jorkifo.

Rispettando le idee di Jurkivo, Nota ha detto che non avrebbe apportato modifiche importanti al menu all’inizio del processo di riapertura.

Invece, Nota ha detto che introdurrà gradualmente nuovi cambiamenti, in particolare in cucina, man mano che si sentiranno più a proprio agio con la transizione.

“Sarebbe sciocco per un ristorante fare qualcosa di così radicale e cambiare la fiamma che i clienti conoscono e amano”, ha detto Nota.

Ha detto che era entusiasta di tornare alla Fiama e unirsi a Jorquevo.

L’ingresso principale del Fiamma Italian Grill situato al 2118 di Schoenersville Road a Bethlehem, Pennsylvania. Il 18 gennaio Fiamma ha riaperto a quasi un anno dalla chiusura. (Giulia Contino/B&W Staff)

Il ristorante è molto apprezzato nella comunità, ha affermato Jurkivo, ed è particolarmente popolare tra le famiglie Lehigh e Moravia.

“Nosta ed io siamo conosciuti come due dei migliori chef della Lehigh Valley quando si tratta di cucina italiana”, ha detto Jorkifo.

Nei quattro giorni successivi all’annuncio della riapertura, Jorkyvo ha dichiarato che il ristorante ha ricevuto più di 1.500 prenotazioni. Essi Facebook La pagina si è riempita anche di messaggi di sostegno e di entusiasmo per la riapertura.

Il consulente enologico indipendente Steve DiDonato ha dichiarato di fornire la gamma di vini Jurkivo dal 2016.

DiDonato ha detto che uno dei motivi per cui Fiamma è così popolare è perché ha un cuore più grande Portafoglio vini italiani in zona. Il menu di Fiamma presenta vini provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia.

READ  L’intelligenza artificiale aiuta le startup a crescere, rafforzando gli ecosistemi in Italia e Belgio

Un vino offerto da Fiamma è particolarmente popolare: la Ricossa Barbera Appassimento del Piemonte, una regione nel nord-ovest dell’Italia.

“Fiamma ha venduto così tante (Ricossa Barbera Appassimento) che il direttore generale dell’azienda gli ha inviato una nota personale ringraziandolo per il suo supporto nel corso degli anni”, ha detto DiDonato.

Nota ha detto che spera che il suo rapporto con Jorkyvo contribuisca positivamente all’area di Betlemme fornendo un servizio di qualità.

“Vogliamo che Fiama continui a sentirsi come se stessi mangiando a casa di tua nonna la domenica sera circondato dalla tua famiglia”, ha detto Jorkifo.