Maggio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il Covid è più pericoloso della guida? Come gli scienziati stanno analizzando i rischi del Covid.

Cameron Burley, assistente professore di didattica della matematica presso l’Università della Georgia, ha creato uno strumento online chiamato Taser Covid, consentendo alle persone di regolare l’età, lo stato del vaccino e il background sanitario per prevedere i rischi del virus. Il suo team ha utilizzato le stime dell’inizio dell’epidemia per la percentuale di infezioni che hanno portato a scarsi risultati.

ha detto il dottor Byerly afferma che la sua ricerca ha dimostrato che le persone hanno difficoltà a interpretare le percentuali. E sua suocera di 69 anni ha ricordato di non essere sicura se si sarebbe preoccupata all’inizio della pandemia dopo che un telegiornale diceva che le persone della sua età avevano il 10% di probabilità in più di morire a causa dell’infezione.

La dottoressa Byerly ha suggerito di immaginare sua suocera se fosse morta 1 volta su 10 in cui usava il bagno in un dato giorno. “Oh, il 10 percento è terribile”, ricorda sua suocera.

Le stime del Dr. Byerley, ad esempio, hanno mostrato che il quarantenne medio che era stato vaccinato più di sei mesi fa aveva le stesse possibilità di ricovero in ospedale dopo un infortunio di qualcuno che è morto in un incidente stradale durante 170 cross-country. viaggi su strada. (I moderni vaccini contro il vaccino forniscono una protezione migliore rispetto ai vaccini più vecchi, complicando queste previsioni.)

Per le persone immunocompromesse, i rischi sono maggiori. Il dottor Byerly stima che una donna di 61 anni che non è immune da un’infezione ha una probabilità tre volte maggiore di morire entro cinque anni dalla diagnosi di cancro al seno in stadio 1. Tali trapiantati hanno il doppio delle probabilità di morire di Covid rispetto a qualcuno che è morto mentre scalava l’Everest.

READ  Il tasso di positività al COVID-19 di 7 giorni dell'Iowa è sceso al 2%

Con in mente i più vulnerabili, il mese scorso il dottor Jeremy Faust, medico di emergenza al Brigham and Women’s Hospital di Boston, è decollato. Determina come dovrebbero cadere i casi bassi Affinché le persone smettano di mascherare internamente senza mettere a rischio le persone con un sistema immunitario gravemente indebolito.

Ha immaginato una persona ipotetica che non beneficia delle vaccinazioni, indossa una buona mascherina, assume farmaci preventivi difficili da reperire, frequenta raduni occasionali e fa la spesa ma non lavora di persona. Ha puntato a mantenere le possibilità delle persone di contrarre un’infezione al di sotto dell’1% in un periodo di quattro mesi.